Il Portale per i CDL di Napoli - Organo Ufficiale dell'Ordine

 
39/2019 del 14/03/2019

L'Agenzia delle Entrate, con Provvedimento 15 febbraio 2019, n°37776, detta le disposizioni concernenti le modalità con le quali sono messe a disposizione del contribuente e della Guardia di Finanza, anche mediante l’utilizzo di strumenti informatici, informazioni riguardanti i redditi non dichiarati, in attuazione delle previsioni contenute all'art. 1, comma 636, della legge 23 dicembre 2014 n°190.
In particolare, con il documento di prassi in esame, l'Agenzia delle Entrate informa che, al fine di introdurre nuove e più avanzate forme di comunicazione tra l’Amministrazione fiscale e il contribuente, stimolare l’assolvimento degli obblighi tributari e favorire l’emersione spontanea delle basi imponibili, metterà a disposizione dei contribuenti, informazioni riguardanti possibili anomalie relative alle seguenti tipologie di redditi:

  • redditi dei fabbricati;
  • redditi di lavoro dipendente e assimilati;
  • assegni periodici;
  • redditi di partecipazione;
  • redditi diversi;
  • redditi di lavoro autonomo abituale e professionale;
  • redditi di lavoro autonomo abituale e non professionale;
  • redditi di capitale derivanti dalla partecipazione al capitale o al patrimonio di società ed enti soggetti all’IRES e proventi derivanti da contratti di associazione in partecipazione e cointeressenza.

All'uopo, l’Agenzia delle Entrate trasmetterà una comunicazione, contenente le informazioni e le anomalie riscontrate agli indirizzi di posta elettronica certificata – attivati dai contribuenti ai sensi dell’art. 16, commi 6 e 7, del decreto legge 29 novembre 2008, n. 185, convertito dalla legge 28 gennaio 2009, n. 2, e dell’art. 5, comma 1, del decreto legge 18 ottobre 2012, n. 179, convertito, con modificazioni, dalla legge 17 dicembre 2012, n. 221. Nei casi di indirizzo PEC non attivo o non registrato nel pubblico elenco denominato Indice Nazionale degli Indirizzi di Posta Elettronica Certificata (INIPEC), istituito presso il Ministero dello Sviluppo Economico, l’invio sarà effettuato per posta ordinaria.
I dati e gli elementi oggetto della comunicazione saranno resi disponibili altresì alla Guardia di Finanza tramite strumenti informatici.
Il contribuente, anche mediante gli intermediari incaricati della trasmissione delle dichiarazioni, di cui all’articolo 3, comma 3, del decreto del Presidente della Repubblica 22 luglio 1998, n. 322, potrà richiedere informazioni ovvero segnalare all’Agenzia delle Entrate eventuali elementi, fatti e circostanze dalla stessa non conosciuti, avvalendosi dell’assistenza dei CAM e degli Uffici delle Direzioni Provinciali dell’Agenzia, con le modalità indicate nella comunicazione ricevuta. E’ possibile altresì trasmettere documentazione tramite il Canale di assistenza CIVIS.
I contribuenti che avranno avuto conoscenza degli elementi e delle informazioni rese disponibili dall’Agenzia delle Entrate potranno regolarizzare gli errori e le omissioni eventualmente commessi mediante il ravvedimento operoso, disciplinato dall’articolo 13 del decreto legislativo 18 dicembre 1997, n. 472, presentando una dichiarazione integrativa ai sensi dell’articolo 2, comma 8, del decreto del Presidente della Repubblica 22 luglio 1998, n. 322 e versando le maggiori imposte dovute, i relativi interessi e le sanzioni per infedele dichiarazione in misura ridotta in ragione del tempo trascorso dalla commissione delle violazioni stesse, così come previsto dal citato decreto legislativo.

Ad maiora

IL PRESIDENTE 
Edmondo Duraccio

 (*) Rubrica riservata agli iscritti nell’Albo dei Consulenti del Lavoro della Provincia di Napoli. E’ fatto, pertanto, divieto di riproduzione anche parziale. Diritti legalmente riservati agli Autori

ED/FC/PDN

N° 78/2019 del 24/05/2019

L’Agenzia delle Entrate, con interpello n° 134 del 6 maggio scorso, ha fornito nuovi chiarimenti sul regime forfettario precisando che solo a fine 2019 vanno verificati i requisiti per la permanenza nel regime.   Con la risposta ad Interpello del 6 maggio 2019 n°134, l'Agenzia delle Entrate ha fornito ulteriori indicazioni sulla corretta applicazione del […]

Leggi di più

N° 77/2019 del 23/05/2019

L’Agenzia delle Entrate, con risposta all’interpello n. 78 del 19 marzo 2019, ha chiarito che per le prestazioni sanitarie fatturate nei confronti di persone fisiche è confermato il divieto di emissione della fattura elettronica, e ciò a prescindere dalla circostanza che la prestazione sia o meno oggetto di invio al sistema tessera Sanitaria.   L’Agenzia […]

Leggi di più

N° 76/2019 del 22/05/2019

L’Inps, con il messaggio n° 1660 del 29 aprile scorso, ha fornito indicazioni in ordine alla presentazione delle domande per il riconoscimento dei benefici afferenti i c.d. “lavori usuranti”.   Il 29 aprile 2019 l’Inps ha pubblicato il messaggio n. 1660 con il quale sono state fornite le indicazioni per la presentazione delle domande, fissato […]

Leggi di più

N° 75/2019 del 21/05/2019

Il Garante per la privacy, con la newsletter n° 452 del 29 aprile scorso, ha stabilito che è illecito il trattamento di dati personali dei pazienti di un medico per finalità diverse da quelle legate strettamente alla tutela della salute.   Il Garante per la protezione dei dati personali, con newsletter n°452 del 29 aprile […]

Leggi di più

N° 74/2019 del 17/05/2019

Con il decreto legislativo n. 14 del 12 gennaio 2019, pubblicato in G.U. del 14 febbraio, molte società a responsabilità limitata e società cooperative dovranno modificare il proprio atto costitutivo o statuto per prevedere la nomina del sindaco unico, del collegio sindacale o del revisore entro il prossimo dicembre.   Il D.lgs n.14 del 14/01/2019 […]

Leggi di più

N° 73/2019 del 16/05/2019

L’Agenzia delle Entrate, con la risposta ad interpello n° 107 dell’11 aprile scorso, ha comunicato che è possibile il passaggio al regime forfettario dal 2019 per il professionista che abbia optato con vincolo triennale al regime di contabilità semplificato.   Con la risposta ad Interpello dell'11 aprile 2019 n°107, l'Agenzia delle Entrate ha fornito utili […]

Leggi di più

N° 72/2019 del 15/05/2019

L’Agenzia delle Entrate-Riscossione, con il comunicato stampa dell’11 aprile 2019, ha reso noto che diventa più facile per i titolari di partita IVA delegare il proprio consulente di fiducia a utilizzare i servizi web dell’Agenzia stessa per effettuare varie operazioni on line.   Diventa più facile per imprenditori, professionisti e artigiani delegare il proprio consulente […]

Leggi di più

N° 71/2019 del 14/05/2019

L’Agenzia delle Entrate, con la circolare n° 8 del 10 aprile 2019, ha fornito i chiarimenti in merito alla cedolare secca da applicare per negozi e botteghe introdotta dalla Legge di Bilancio 2019.   L’Agenzia delle Entrate, con la circolare n.8/E del 10/04/2019, ha inteso chiarire l’estensione del regime opzionale della cedolare secca, prevista dalla […]

Leggi di più

N° 70/2019 del 10/05/2019

L’INPS, con il messaggio n.1609 del 19 aprile scorso, ha aggiornato il servizio attivo sul proprio sito internet per la simulazione dell’onere di riscatto, con due novità: estensione funzionalità ai dipendenti pubblici e inserimento del nuovo criterio di calcolo di cui al D.L. n. 04/2019 convertito dalla Legge n.29/2019   Il Decreto Legge 28 gennaio […]

Leggi di più

N° 69/2019 del 09/05/2019

L’Agenzia delle Entrate, con comunicato stampa del 3 aprile 2019, ha reso noto di aver istituito nuovi servizi a disposizione dei contribuenti per favorire e migliorare l’assistenza negli adempimenti tributari.   Con il comunicato stampa del 3 aprile 2019 l’Agenzia delle Entrate ha reso noto di aver messo a disposizione dei contribuenti nuove funzionalità per […]

Leggi di più

I contenuti di questo sito sono coperti da copyright - 2016 PORTALE UFFICIALE dei CDL di NAPOLI - Powered by WSTAFF