Il Portale per i CDL di Napoli - Organo Ufficiale dell'Ordine

 
N° 04/2021 del 15/01/2021

L’Agenzia delle Entrate, con il provvedimento n° 376631 dell’11 dicembre scorso, ha concesso un anno di proroga per la validità delle deleghe per l'utilizzo dei servizi di fatturazione elettronica messi a disposizione dall'Agenzia delle Entrate.

 

Con un "comunicato stampa" del 11 dicembre 2020, l'Agenzia delle Entrate, ha annunciato il contenuto del Provvedimento n°376631 di pari data, con il quale l'Amministrazione Finanziaria estende di un anno la validità delle deleghe conferite agli intermediari per la consultazione e acquisizione delle fatture elettroniche dei contribuenti e per gli altri servizi indicati nel Provvedimento n°291241, del 5 novembre 2018, in scadenza tra il 15 dicembre 2020 e il 31 gennaio 2021.

Il comunicato specifica che vengono così accolte le richieste delle associazioni di categoria e degli Ordini professionali, motivate dalla difficoltà nel procedere al rinnovo delle deleghe già conferite e in scadenza a causa del perdurare della situazione emergenziale da Covid-19 e delle restrizioni agli spostamenti introdotte dai decreti del Presidente del Consiglio dei Ministri.

Si ricorda che, con il Provvedimento citato del 5 novembre 2018 sono state disciplinate le modalità per il conferimento e la revoca delle deleghe per l’utilizzo dei servizi di fatturazione elettronica messi a disposizione dall’Agenzia delle Entrate ed è stato stabilito, tra l’altro, che la durata massima della delega conferita all’intermediario sia pari a 2 anni dalla data di sottoscrizione del relativo modulo. Il modulo di delega è stato approvato con lo stesso Provvedimento del 5 novembre 2018 ed è stato successivamente aggiornato con il Provvedimento n°524526 del Direttore dell’Agenzia delle Entrate del 21 dicembre 2018. Pertanto, le iniziali deleghe, conferite agli intermediari, risultano in scadenza proprio nel periodo tra la fine del mese di dicembre 2020 ed il 31 gennaio 2021. 

Sul punto, il Provvedimento del 11 dicembre 2020, tenuto conto della situazione di oggettiva difficoltà e al fine di garantire la continuità dei servizi offerti dagli intermediari per il corretto e tempestivo adempimento degli obblighi fiscali in materia di fatturazione elettronica e di IVA, dispone la proroga di un anno del periodo di validità delle deleghe conferite dagli operatori economici agli intermediari per l’utilizzo dei servizi online dedicati alla gestione dei processi di fatturazione elettronica e dei corrispettivi telematici nell’ambito del portale “Fatture e Corrispettivi”.

In particolare, sono oggetto di proroga le deleghe attive al 15 dicembre 2020 e la cui data di scadenza non sia successiva al 31 gennaio 2021. Resta ferma la possibilità per i contribuenti di revocare le suddette deleghe in qualunque momento, sia attraverso le apposite funzionalità presenti nella propria area riservata del sito internet dell’Agenzia delle Entrate sia mediante richiesta trasmessa agli uffici dell’Agenzia stessa.

Si ricorda che, con il conferimento della delega al servizio di consultazione e acquisizione delle fatture elettroniche o dei loro duplicati informatici, l'intermediario (ex art. 3, comma 3 del DPR n°322/1998) può:

• gestire il servizio di consultazione e acquisizione delle fatture elettroniche o dei loro duplicati informatici (adesione al servizio, recesso, ricerca, consultazione e acquisizione di tutte le fatture elettroniche emesse e ricevute attraverso il SdI); i file delle fatture elettroniche sono disponibili fino al 31 dicembre del secondo anno successivo a quello di ricezione da parte del SdI, salvo recesso;

• consultare i dati trasmessi con riferimento alle operazioni di cessione di beni e di prestazione di servizi effettuate e ricevute dal soggetto delegante verso e da soggetti non stabiliti nel territorio dello Stato (operazioni transfrontaliere);

• consultare le comunicazioni dei prospetti di liquidazione trimestrale dell'IVA del soggetto delegante;

• consultare i dati IVA delle fatture emesse e ricevute dell'operatore IVA, rilevabili dalle comunicazioni di cui all'articolo 21 del decreto-legge 31 maggio 2010, n°78 e successive modificazioni, nonché gli analoghi dati, trasmessi da altri soggetti, relativi a operazioni commerciali in cui il medesimo operatore IVA risulta controparte;

• consultare gli elementi di riscontro fra quanto comunicato con i prospetti di liquidazione trimestrale dell'IVA e i dati delle fatture emesse e ricevute;

• esercitare e consultare le opzioni previste dal decreto legislativo n°127 del 2015, per conto del soggetto delegante;

• consultare le notifiche e le ricevute del processo di trasmissione/ricezione delle fatture elettroniche, delle comunicazioni dei dati rilevanti ai fini IVA (dati fattura e dati dei corrispettivi), delle comunicazioni dei prospetti di liquidazione periodica dell'IVA;

• indicare al Sistema di Interscambio "l'indirizzo telematico" preferito per la ricezione dei file contenenti le fatture elettroniche, cioè una PEC o un "codice destinatario", da parte del delegante;

• generare il codice a barre bidimensionale (QR-Code) per l'acquisizione automatica delle informazioni anagrafiche IVA del soggetto delegante e del relativo "indirizzo telematico".

Ad maiora

IL PRESIDENTE    
Edmondo Duraccio

 

 (*) Rubrica riservata agli iscritti nell’Albo dei Consulenti del Lavoro della Provincia di Napoli. E’ fatto, pertanto, divieto di riproduzione anche parziale. Diritti legalmente riservati agli Autori

 

ED/FC/PDN

 

N° 28/2021 del 26/02/2021

L’INPS, con circolare n° 24 dell’11 febbraio 2021, fornisce i primi chiarimenti in merito all’esonero contributivo alternativo al ricorso alla Cassa integrazione Guadagni di cui al DL 137/2020   L'INPS con circolare n° 24 dell’11 febbraio 2021 fornisce le prime indicazioni per beneficiare delle quattro settimane di esonero dal versamento dei contributi previdenziali, previsto dal […]

Leggi di più

N° 27/2021 del 25/02/2021

Covid e diminuzione dei ricavi rendono inapplicabili gli indici di affidabilità fiscale per l'anno di imposta 2020, le previsioni di cui al decreto Ministero dell'Economia e delle Finanze del 2 febbraio 2021   Il Decreto Ministeriale Economia del 2 febbraio 2021, pubblicato in G.U. del 9 febbraio 2021 ha stabilito che per il periodo d'imposta […]

Leggi di più

N° 26/2021 del 24/02/2021

L’INPS, con il messaggio n. 528 del 5 febbraio scorso, fornisce chiarimenti relativi agli aspetti contributivi legati all’interruzione del rapporto di lavoro ex art. 14 comma 3 del DL n. 104/2020 ed alla revoca del licenziamento Con il messaggio n. 528 del 5 febbraio 2021, l’INPS ha reso note alcune precisazioni in merito agli aspetti […]

Leggi di più

N° 25/2021 del 23/02/2021

L’Inps, con la circolare n° 12 del 5 febbraio scorso, ha reso note le aliquote e le novità per i contributi Gestione separata INPS 2021, precisando che è in arrivo l’ISCRO per le partite IVA   L’INPS, con la circolare n. 12 del 5 febbraio 2021, ha fissato le nuove aliquote della Gestione Separata per […]

Leggi di più

N° 24/2021 del 19/02/2021

L’Osservatorio delle libere professioni di Confprofessioni ha presentato, lo scorso 26 gennaio a Milano, il V Rapporto sulle libere professioni in Italia.   Lo scorso 26 gennaio, a Milano, l’Osservatorio delle libere professioni di Confprofessioni ha presentato il V Rapporto sulle libere professioni in Italia con il quale sono stati mostrati i dati relativi alle […]

Leggi di più

N° 23/2021 del 18/02/2021

L’Agenzia delle Entrate, con la consulenza giuridica n° 1 del 14 gennaio 2021, ha precisato che, in materia di verifica sull'esecuzione delle ritenute negli appalti ex art. 17 bis del decreto legislativo n° 241/1997, occorre accertare che l'oggetto dell'appalto sia svolto con l'utilizzo di beni strumentali del committente.   Con la Consulenza giuridica del 14 […]

Leggi di più

N° 22/2021 del 17/02/2021

L’Agenzia delle Entrate, provvedimento del 4 febbraio 2021, ha dato il via alle nuove regole per liquidazione e pagamento del bollo sulle Fatture Elettroniche   L'Agenzia delle Entrate, con il provvedimento del 04/02/2021, ha illustrato le nuove procedure per il pagamento dell'imposta di bollo sulle fatture elettroniche (id: FE), per il tramite il sistema di […]

Leggi di più

N° 21/2021 del 16/02/2021

  L’INL, con la nota n° 97 del 21 gennaio 2021, ha fornito chiarimenti in merito all’estensione della certificazione del contratto di appalto alle consorziate. Con nota n. 97 del 21 gennaio 2021, l’INL ha fornito un parere sul procedimento di certificazione del contratto di appalto stipulato dal consorzio, quando la sua esecuzione venga affidata […]

Leggi di più

N° 20/2021 del 12/02/2021

Il Tribunale di Arezzo, sentenza n° 9 del 13 gennaio 2021, ha ritenuto illegittimo il licenziamento di un lavoratore che si era rifiutato di servire un cliente che non indossava la mascherina   Con la sentenza n. 9 del 13 gennaio, il Tribunale di Arezzo respingendo l’opposizione alla reintegrazione nel posto di lavoro proposta dall’azienda datrice di […]

Leggi di più

N° 19/2021 del 11/02/2021

L’Agenzia delle Entrate, con l’interpello n° 34 dell’11 gennaio scorso, ha precisato che il credito di imposta sulle locazioni ex art. 28 del DL n°34 del 2020 può essere fruito anche nel caso di occupazione senza titolo in quanto i relativi canoni sono assimilabili al canone di locazione.   Con la risposta ad Interpello del […]

Leggi di più

Privacy Policy
Cookie Policy
Termini e Condizioni

I contenuti di questo sito sono coperti da copyright - 2016 PORTALE UFFICIALE dei CDL di NAPOLI - Powered by WSTAFF