Il Portale per i CDL di Napoli - Organo Ufficiale dell'Ordine

 
N° 132/2020 del 22/09/2020

L’Agenzia delle Entrate, con la risoluzione n° 50 del 7 settembre 2020, ha fornito i chiarimenti ed istituito il codice tributo per le ritenute d'acconto non operate.

 

L’Agenzia delle Entrate, con la risoluzione n.50 del 07/09/2020, ha istituito il codice tributo “4050” per il versamento da parte dei lavoratori autonomi, tramite modello F24, delle ritenute d’acconto non operate dai sostituti d’imposta ai sensi dell’articolo 19, comma 1, del D.L. 8 aprile 2020, n. 23.

Le ritenute non operate

Fra le misure del provvedimento emanato per fronteggiare l’emergenza sanitaria, è stata infatti prevista la possibilità per i soggetti con ricavi o compensi non superiori a 400mila euro, nel periodo di imposta precedente a quello in corso al 17 marzo 2020, di non assoggettare a ritenuta d’acconto i ricavi e i compensi percepiti tra il 17 marzo e il 31 maggio 2020, a condizione di non aver sostenuto spese per prestazioni di lavoro dipendente o assimilato.

La cronologia delle disposizioni

I versamenti delle ritenute, ai sensi di quanto disposto dal successivo D.L. 19 maggio 2020, n. 34, convertito, con modificazioni, dalla legge 17 luglio 2020, n. 77, potevano essere effettuati entro il 16 settembre 2020 in un’unica soluzione oppure mediante rateizzazione, fino a un massimo di quattro rate mensili di pari importo, con il versamento della prima rata entro tale data, senza applicazione di sanzioni e interessi.

Il D.L.14 agosto 2020, n. 104, ha poi previsto che i versamenti possono essere effettuati con le stesse modalità anche per un importo pari al 50 per cento delle somme oggetto di sospensione. Il versamento del restante 50 per cento delle somme dovute può essere effettuato, senza applicazione di sanzioni e interessi, mediante rateizzazione, fino ad un massimo di ventiquattro rate mensili di pari importo, con il versamento della prima rata entro il 16 gennaio 2021.

La compilazione del mod. F24

Per la compilazione del modello F24, la risoluzione de qua, ha previsto le seguenti modalità:

  • il suddetto codice tributo “4050” è esposto nella sezione “Erario” del modello;
  • le somme indicate nella colonna “Importi a debito versati”, come di consueto;
  • nel campo “Anno di riferimento” l’anno d’imposta cui si riferisce la ritenuta, nel formato “AAAA”;
  • nel campo “Rateazione/regione/prov./mese rif.” Vanno indicate le informazioni relative all’eventuale rateazione del pagamento, nel formato “NNRR”, dove “NN” rappresenta il numero della rata in pagamento e “RR” indica il numero complessivo delle rate; in caso di pagamento in un’unica soluzione, il suddetto campo è valorizzato con “0101”.

Le nuove scadenze

Da ultimo, l’articolo 97 del decreto 14 agosto 2020, n. 104, rubricato "Ulteriore rateizzazione dei versamenti sospesi", al comma 1 ha stabilito che "I versamenti di cui agli articoli 126 e 127 del decreto-legge 19 maggio 2020, n. 34, convertito, con modificazioni, dalla legge 17 luglio 2020, n. 77, possono [recte, potevano] essere effettuati, senza applicazione di sanzioni e interessi, per un importo pari al 50 per cento delle somme oggetto di sospensione, in un'unica soluzione entro il 16 settembre 2020 o, mediante rateizzazione, fino ad un massimo di quattro rate mensili di pari importo, con il versamento della prima rata entro il 16 settembre 2020.

Il versamento del restante 50 per cento delle somme dovute può essere effettuato, senza applicazione di sanzioni e interessi, mediante rateizzazione, fino ad un massimo di ventiquattro rate mensili di pari importo, con il versamento della prima rata entro il 16 gennaio 2021".

Per approfondire

E’ possibile trovare ulteriori notizie per gli approfondimenti del caso, collegandosi al seguente link: https://www.agenziaentrate.gov.it/portale/documents/20143/2665656/Risoluzione+n.+50+del+07092020.pdf/1c13973c-12ea-57e4-f4ef-10d577149e9c

Ad maiora

IL PRESIDENTE    
Edmondo Duraccio

 (*) Rubrica riservata agli iscritti nell’Albo dei Consulenti del Lavoro della Provincia di Napoli. E’ fatto, pertanto, divieto di riproduzione anche parziale. Diritti legalmente riservati agli Autori

 

ED/FC/FT

N° 155/2020 del 30/10/2020

Il Mise, con la circolare 2/V del 9 ottobre scorso, ha fornito alcune precisazioni in ordine ai contratti di rete con causale solidarietà ex art. 43-bis del D.L. n. 34/2020   Con la circolare n. 2/V del 9 ottobre, il Ministero dello Sviluppo Economico fornisce alcuni chiarimenti relativi al contratto di rete con causale di […]

Leggi di più

N° 154/2020 del 29/10/2020

Il MISE, con comunicato del 14 ottobre, ha fornito le prime indicazioni per l'accesso alle agevolazioni in favore della trasformazione tecnologica e digitale dei processi produttivi delle micro, piccole e medie imprese.   Con il Comunicato del 14 ottobre 2020, relativo al Decreto direttoriale del 1° ottobre 2020, pubblicato in G.U. il 14 ottobre 2020 […]

Leggi di più

N° 153/2020 del 28/10/2020

Il D.L. n°104/2020 – convertito in Legge n°126/2020 – art. 60, comma 7bis ha previsto che i soggetti che non adottano i principi contabili internazionali nella redazione del bilancio in corso al 31 dicembre 2020 possono non imputare al conto economico la quota annuale di ammortamento relativa alle immobilizzazioni materiali ed immateriali.   Come noto, […]

Leggi di più

N° 152/2020 del 27/10/2020

L’Inps, con il messaggio n. 3729 del 15 ottobre scorso, ha diramato le istruzioni per la proroga al 31 ottobre 2020 dei termini decadenziali per l’invio delle domande di CIG e degli SR41, nonché ha fornito le precisazioni in ordine all’invio delle istanze relative all’ulteriore periodo di nove settimane di trattamento di integrazione salariale di […]

Leggi di più

N° 151/2020 del 23/10/2020

L’Inps, con il messaggio 3653 del 9 ottobre scorso, ha fornito alcuni chiarimenti relativi alla tutela previdenziale della malattia prevista dal D.L. n. 18/2020   L’Inps, con il messaggio n. 3653 del 9 ottobre 2020, ha fornito alcune precisazioni in merito alla tutela previdenziale della malattia in attuazione dell’art. 26 del D.L. n. 18/2020, convertito, […]

Leggi di più

N° 150/2020 del 22/10/2020

L’Agenzia delle Entrate, provvedimento n° 166579 del 20 aprile 2020, ha esplicitato i nuovi codici che potranno essere utilizzati per l’e-fattura in via facoltativa dal 1° ottobre e a regime dal prossimo 1° gennaio 2021.   Come noto, il sistema di fatturazione elettronica obbligatoria nei confronti sia dei soggetti di imposta che dei privati risente […]

Leggi di più

N° 149/2020 del 21/10/2020

L’INL, con circolare n° 6 del 5 ottobre 2020, fornisce le prime indicazioni per l’utilizzo della diffida accertativa   L'INL con circolare n° 6 del 05 ottobre 2020 fornisce le prime indicazioni per un corretto utilizzo, da parte del personale ispettivo, della diffida accertativa, la cui disciplina è stata recentemente modificata dall’art. 12 bis del D.L. […]

Leggi di più

N° 148/2020 del 20/10/2020

Il Ministero del Lavoro e quello dell’Interno, con la nota n° 3738 del 20 settembre 2020, hanno stabilito le modalità di versamento del contributo forfettario per l’emersione rapporti di lavoro.   Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, di concerto con il Ministero dell’Interno, ha emanato la nota n. 3738 del 20 settembre 2020 […]

Leggi di più

N° 147/2020 del 16/10/2020

L’Agenzia delle Entrate, con la risoluzione 54/E del 25 settembre scorso, ha stabilito che i contributi del datore di lavoro ad Enti bilaterali, versati per assicurarsi una copertura economica a fronte di prestazioni su di lui incombenti per regolamento o accordo, non sono imponibili fiscalmente per i lavoratori. Invece, le prestazioni ricevute, anche se sostitutive […]

Leggi di più

N° 146/2020 del 15/10/2020

L’Agenzia delle Entrate, con l’interpello n° 367 del 17 settembre 2020, ha precisato che le somme erogate "una tantum" per compensare il periodo di vacatio contrattuale sono assoggettate a tassazione separata ex art. 17 comma 1, lett. b) del TUIR.   L’Agenzia delle Entrate, con la risposta ad Interpello del 17 settembre 2020, n°367, ha […]

Leggi di più

Privacy Policy
Cookie Policy
Termini e Condizioni

I contenuti di questo sito sono coperti da copyright - 2016 PORTALE UFFICIALE dei CDL di NAPOLI - Powered by WSTAFF