Il Portale per i CDL di Napoli - Organo Ufficiale dell'Ordine

 
N° 167/2019 del 27/11/2019

L’INPS con messaggio n. 4099 dell’8 novembre 2019, fornisce le istruzioni operative relative alla richiesta dell’incentivo per l’assunzione di beneficiari del Reddito di cittadinanza.

 

L’Inps, con messaggio n. 4099 dell’8 novembre 2019, ha reso note le modalità di richiesta dell’incentivo per l’assunzione dei beneficiari del Reddito di cittadinanza.

L’incentivo previsto dal D.L. n. 4/2019, convertito con modificazioni dalla L. n. 26/2019, prevede per i datori di lavoro che abbiano preventivamente comunicato la disponibilità di posti vacanti, attraverso la piattaforma dedicata al Reddito di cittadinanza ed assumano a tempo pieno ed indeterminato, anche con contratto di apprendistato, soggetti beneficiari del RdC, l’esonero dal versamento dei contributi previdenziali a carico del datore di lavoro e del lavoratore nel limite del RdC percepito dal beneficiario, per un periodo pari alla differenza tra 18 mensilità e le mensilità già godute, con un limite minimo di cinque mensilità ed un importo massimo di 780,00 euro mensili.

Il messaggio n. 4099/2019 ha precisato che, a partire dal 15 novembre, è disponibile sul portale istituzionale dell’ente, nella sezione “Portale delle Agevolazioni”, il modulo di richiesta dell’agevolazione denominato “SRDC – Sgravio Reddito di Cittadinanza – art. 8 del D.L. n. 4/2019”.

Il datore di lavoro interessato dovrà inviare domanda telematica, cui l’INPS darà seguito accertando la preventiva comunicazione della disponibilità di posti vacanti effettuata dal datore di lavoro sulla piattaforma dedicata presso l’ANPAL, provvedendo al calcolo dell’ammontare e della durata dell’incentivo, consultando il registro nazionale degli aiuti di Stato, per verificare la possibilità di riconoscere aiuti de minimis, nei casi previsti dal regolamento UE n. 140/2013. Al riguardo l’INPS specifica nel documento di prassi che, fino al completamento delle attività di implementazione del registro nazionale degli aiuti di Stato, farà fede la dichiarazione sostitutiva resa dal datore di lavoro o dal suo intermediario.

Nell’istanza andrà specificata la coerenza delle attività svolte dal lavoratore con al percorso formativo seguito in base al patto di formazione, poiché in questa eventualità si determinerà per il datore di lavoro una fruizione ridotta del beneficio in quanto la restante parte, non superiore comunque alla metà del RdC, verrà riconosciuta sotto forma di sgravio contributivo all’ente di formazione che ha provveduto alla qualificazione o riqualificazione del lavoratore.

La fruizione del beneficio potrà avvenire attraverso conguaglio nei flussi UniEmens oppure DMAG. I datori di lavoro autorizzati che usufruiscono dell’incentivo dovranno, a partire dal flusso UniEmens di competenza novembre 2019, indicare all’interno dei dati retributivi della denuncia individuale il tipo di incentivo, utilizzando il valore “RDCP”, avente il significato di “Incentivo reddito di cittadinanza art.8 del decreto legge 28 gennaio 2019”, mentre per il recupero dell’incentivo relativo ai mesi da aprile ad ottobre 2019, dovranno avvalersi del codice “L522”, avente il significato di “Conguaglio incentivo reddito di cittadinanza art.8 del decreto legge 28 gennaio 2019”.

Per quanto riguarda il datore di lavoro agricolo che intenda fruire del beneficio con decorrenza dalla denuncia di competenza del IV trimestre 2019, questi dovrà esporre i seguenti valori:

  • Tipo Retribuzione: “Y”.
  • CODAGIO: valore “CD” se il lavoratore è assunto per un’attività lavorativa coerente con il percorso di qualificazione o riqualificazione seguito, oppure valore “CP” se il lavoratore è assunto per un’attività non coerente rispetto al percorso formativo seguito.
  • Retribuzione: l’importo dell’agevolazione autorizzata relativa al mese corrente.

Il calcolo dell’ammontare dell’incentivo spettante per il lavoratore sarà effettuato dall’INPS sulla base dei dati trasmessi, previa applicazione della riduzione per zone montane e svantaggiate. Se l’incentivo mensile calcolato dall’ente di previdenza risulterà inferiore al valore indicato nella denuncia verrà riconosciuto soltanto l’importo determinato dall’INPS, viceversa se dal calcolo effettuato risulterà un importo superiore, verrà riconosciuto lo sgravio indicato nel tipo retribuzione “Y”, fermo restando il limite massimo autorizzato. Infine, per il recupero dell’incentivo relativo ai mesi da aprile ad ottobre 2019 il datore di lavoro agricolo dovrà rivolgersi alla sede territoriale di riferimento.

Ad maiora

IL PRESIDENTE    
Edmondo Duraccio

Ha collaborato alla redazione la Collega Michela Sequino

 (*) Rubrica riservata agli iscritti nell’Albo dei Consulenti del Lavoro della Provincia di Napoli. E’ fatto, pertanto, divieto di riproduzione anche parziale. Diritti legalmente riservati agli Autori

ED/FC

N° 81/2020 del 26/05/2020

L’Inps, con il Messaggio n. 1904 del 7 maggio 2020, ha precisato che nei casi in cui i codici IBAN, indicati nelle domande di liquidazione della prestazione, risultino essere non corretti o non validati dagli Istituti di credito e da Poste Italiane, verrà annullato il codice IBAN non corretto presente sul modello SR41/SR43 e la […]

Leggi di più

N° 80/2020 del 22/05/2020

L’INAIL, con la Circolare n. 9 del 26 marzo 2020, ha rivalutato gli importi degli indennizzi del danno biologico ex art. 13 D.Lgs. 38/2000.   L’INAIL, a partire dall'anno 2016, nel mese di luglio di ciascun anno, rivaluta gli importi degli indennizzi del danno biologico erogati ai sensi dell’art. 13 D.Lgs. 38/2000, sulla base della variazione […]

Leggi di più

N° 79/2020 del 21/05/2020

I lavoratori autonomi con reddito fino a 400mila euro possono sospendere le ritenute d'acconto fra il 17 marzo e il 31 maggio pagandole a fine luglio. Prorogata dall’articolo 19 del D.L. 23/2020 la disciplina, già prevista nel D.L. 18/2020, con la quale è possibile richiedere la non effettuazione della ritenuta d’acconto sui redditi di lavoro autonomo e sulle provvigioni […]

Leggi di più

N° 78/2020 del 20/05/2020

Con la conversione del D.L. n. 3/2020  in Legge n. 21/2020, prende il via, a partire dal prossimo 1° Luglio 2020, la riduzione del cuneo fiscale di cui alla Legge di Bilancio 2020.   Come noto, l'art.1, comma 7, della legge di bilancio 2020 (legge n°160 del 2019) dispone la costituzione, nello stato di previsione […]

Leggi di più

N° 77/2020 del 19/05/2020

L’INPS con il Messaggio n. 1754 del 24 aprile 2020, ha fornito le prime istruzioni operative in merito alla sospensione dei versamenti contributivi con scadenza legale nell’arco temporale decorrente dal 1° aprile 2020 al 31 maggio 2020, in recepimento dell’art. 18 del D.L. n. 23/2020. I codici con cui dovrà essere compilato il flusso Uniemens […]

Leggi di più

N° 76/2020 del 15/05/2020

Il Garante della privacy, con il provvedimento n° 23 del 6 febbraio scorso, ha precisato che gli intermediari dell’adempimento contabile-tributario sono compresi, assieme a organismi sanitari e imprese di food delivery, tra i soggetti su cui si appunterà l’attenzione delle indagini del Garante della Privacy   Il Garante della Privacy con il provvedimento n. 23 […]

Leggi di più

N° 75/2020 del 14/05/2020

Il Ministero della Salute, con la Circolare del 29 aprile 2020, ha fornito indicazioni rispetto al ruolo del medico competente nell'ambito della prevenzione del contagio da Covid-19 all'interno dei luoghi di lavoro.   La Circolare del 29 aprile 2020, emanata dal Ministero della Salute, ha confermato ulteriormente quanto già stabilito dall’art. 25 D.Lgs. 81/2008 e, cioè, che il medico […]

Leggi di più

N° 74/2020 del 13/05/2020

L’Agenzia delle Entrate, con l’interpello n° 122 del 24 aprile 2020, ha precisato che l'esclusione dal reddito di lavoro dipendente delle indennità sostitutive delle somministrazioni di vitto opera esclusivamente se corrisposta agli addetti ai cantieri edili ed altre strutture a carattere temporaneo situate in zone prive di servizi di ristorazione.   Con la risposta ad […]

Leggi di più

N° 73/2020 del 12/05/2020

L’INPS, con il messaggio n° 1822 del 30 aprile 2020, illustra il rapporto tra l’indennità di malattia e le integrazioni salariali.   L’INPS, con il messaggio in oggetto, risponde ai numerosi quesiti in merito alla compatibilità tra le indennità economiche previste per lo stato di malattia ed in caso di richiesta di integrazione salariale per […]

Leggi di più

N° 72/2020 del 08/05/2020

Pubblicato il documento tecnico INAIL relativo alle misure di contenimento e prevenzione del contagio da COVID-19 da adottare nei luoghi di lavoro.   Il 23 aprile l’INAIL ha pubblicato il documento tecnico sulla possibile rimodulazione delle misure di contenimento del contagio da SARS-CoV-2 nei luoghi di lavoro e strategie di prevenzione. Si tratta di una […]

Leggi di più

Privacy Policy
Cookie Policy
Termini e Condizioni

I contenuti di questo sito sono coperti da copyright - 2016 PORTALE UFFICIALE dei CDL di NAPOLI - Powered by WSTAFF