Il Portale per i CDL di Napoli - Organo Ufficiale dell'Ordine

 
N° 167/2019 del 27/11/2019

L’INPS con messaggio n. 4099 dell’8 novembre 2019, fornisce le istruzioni operative relative alla richiesta dell’incentivo per l’assunzione di beneficiari del Reddito di cittadinanza.

 

L’Inps, con messaggio n. 4099 dell’8 novembre 2019, ha reso note le modalità di richiesta dell’incentivo per l’assunzione dei beneficiari del Reddito di cittadinanza.

L’incentivo previsto dal D.L. n. 4/2019, convertito con modificazioni dalla L. n. 26/2019, prevede per i datori di lavoro che abbiano preventivamente comunicato la disponibilità di posti vacanti, attraverso la piattaforma dedicata al Reddito di cittadinanza ed assumano a tempo pieno ed indeterminato, anche con contratto di apprendistato, soggetti beneficiari del RdC, l’esonero dal versamento dei contributi previdenziali a carico del datore di lavoro e del lavoratore nel limite del RdC percepito dal beneficiario, per un periodo pari alla differenza tra 18 mensilità e le mensilità già godute, con un limite minimo di cinque mensilità ed un importo massimo di 780,00 euro mensili.

Il messaggio n. 4099/2019 ha precisato che, a partire dal 15 novembre, è disponibile sul portale istituzionale dell’ente, nella sezione “Portale delle Agevolazioni”, il modulo di richiesta dell’agevolazione denominato “SRDC – Sgravio Reddito di Cittadinanza – art. 8 del D.L. n. 4/2019”.

Il datore di lavoro interessato dovrà inviare domanda telematica, cui l’INPS darà seguito accertando la preventiva comunicazione della disponibilità di posti vacanti effettuata dal datore di lavoro sulla piattaforma dedicata presso l’ANPAL, provvedendo al calcolo dell’ammontare e della durata dell’incentivo, consultando il registro nazionale degli aiuti di Stato, per verificare la possibilità di riconoscere aiuti de minimis, nei casi previsti dal regolamento UE n. 140/2013. Al riguardo l’INPS specifica nel documento di prassi che, fino al completamento delle attività di implementazione del registro nazionale degli aiuti di Stato, farà fede la dichiarazione sostitutiva resa dal datore di lavoro o dal suo intermediario.

Nell’istanza andrà specificata la coerenza delle attività svolte dal lavoratore con al percorso formativo seguito in base al patto di formazione, poiché in questa eventualità si determinerà per il datore di lavoro una fruizione ridotta del beneficio in quanto la restante parte, non superiore comunque alla metà del RdC, verrà riconosciuta sotto forma di sgravio contributivo all’ente di formazione che ha provveduto alla qualificazione o riqualificazione del lavoratore.

La fruizione del beneficio potrà avvenire attraverso conguaglio nei flussi UniEmens oppure DMAG. I datori di lavoro autorizzati che usufruiscono dell’incentivo dovranno, a partire dal flusso UniEmens di competenza novembre 2019, indicare all’interno dei dati retributivi della denuncia individuale il tipo di incentivo, utilizzando il valore “RDCP”, avente il significato di “Incentivo reddito di cittadinanza art.8 del decreto legge 28 gennaio 2019”, mentre per il recupero dell’incentivo relativo ai mesi da aprile ad ottobre 2019, dovranno avvalersi del codice “L522”, avente il significato di “Conguaglio incentivo reddito di cittadinanza art.8 del decreto legge 28 gennaio 2019”.

Per quanto riguarda il datore di lavoro agricolo che intenda fruire del beneficio con decorrenza dalla denuncia di competenza del IV trimestre 2019, questi dovrà esporre i seguenti valori:

  • Tipo Retribuzione: “Y”.
  • CODAGIO: valore “CD” se il lavoratore è assunto per un’attività lavorativa coerente con il percorso di qualificazione o riqualificazione seguito, oppure valore “CP” se il lavoratore è assunto per un’attività non coerente rispetto al percorso formativo seguito.
  • Retribuzione: l’importo dell’agevolazione autorizzata relativa al mese corrente.

Il calcolo dell’ammontare dell’incentivo spettante per il lavoratore sarà effettuato dall’INPS sulla base dei dati trasmessi, previa applicazione della riduzione per zone montane e svantaggiate. Se l’incentivo mensile calcolato dall’ente di previdenza risulterà inferiore al valore indicato nella denuncia verrà riconosciuto soltanto l’importo determinato dall’INPS, viceversa se dal calcolo effettuato risulterà un importo superiore, verrà riconosciuto lo sgravio indicato nel tipo retribuzione “Y”, fermo restando il limite massimo autorizzato. Infine, per il recupero dell’incentivo relativo ai mesi da aprile ad ottobre 2019 il datore di lavoro agricolo dovrà rivolgersi alla sede territoriale di riferimento.

Ad maiora

IL PRESIDENTE    
Edmondo Duraccio

Ha collaborato alla redazione la Collega Michela Sequino

 (*) Rubrica riservata agli iscritti nell’Albo dei Consulenti del Lavoro della Provincia di Napoli. E’ fatto, pertanto, divieto di riproduzione anche parziale. Diritti legalmente riservati agli Autori

ED/FC

N° 177/2019 del 13/12/2019

L’Inps, con il messaggio n° 4583 del 6 dicembre scorso, ha riepilogato le modalità di trasmissione delle domande ANF per i dipendenti del settore privato non agricolo ed ha, inoltre, presentato la muova modalità di prelievo dei dati.   L’Inps, con il messaggio in commento, ricorda che, a decorrere dal 3 novembre scorso, la domanda […]

Leggi di più

N° 176/2019 del 12/12/2019

L'Agenzia delle Entrate, con risposta ad Interpello del 26 novembre 2019, n. 499, ha fornito chiarimenti in tema di ritenute d'acconto non operate dal sostituto d'imposta.   L’Agenzia delle Entrate, con la risposta ad interpello n° 499 del 26 novembre 2019, ha precisato che nel caso in cui il sostituto d’imposta ometta di versare le ritenute […]

Leggi di più

N° 175/2019 del 11/12/2019

L’Agenzia delle Entrate, con risposta ad interpello n° 504 del 28 novembre sorso, ha precisato che non possono applicare il regime forfettario gli esercenti attività di impresa arti o professioni che controllano direttamente o indirettamente ai sensi dell'art. 2359 c.c. società a responsabilità limitata che esercitano attività riconducibili a quelle svolte dal contribuente.   Con […]

Leggi di più

N° 174/2019 del 10/12/2019

L’Ispettorato Nazionale del Lavoro, con la nota n. 9943 del 19 novembre 2019, ha fornito importanti chiarimenti in merito al termine entro cui è possibile far valere la responsabilità solidale del committente per debiti contributivi, alla luce delle recenti pronunce della Corte di Cassazione.   Come noto, l’art. 29, comma 2, del D.Lgs. n. 276/2003, sancisce […]

Leggi di più

N° 173/2019 del 06/12/2019

Con la circolare n. 140 del 18 novembre 2019, l’INPS ha recepito le indicazioni fornite dalla Corte di Cassazione (Sentenza n. 22177 del 12 settembre 2018), secondo la quale la fruizione da parte del padre lavoratore dipendente dei riposi spettanti per paternità non è alternativa al godimento dell’indennità di maternità della madre lavoratrice autonoma. Tali […]

Leggi di più

N° 172/2019 del 05/12/2019

L'Agenzia delle Entrate, con l’interpello n° 484 del 13 novembre scorso, ha fornito utili indicazioni in tema di regime forfettario e di duplice rapporto di lavoro autonomo e dipendente nella ipotesi di contratti misti.   Con la risposta ad Interpello del 13 novembre 2019 n°484, l'Agenzia delle Entrate ha chiarito, in tema di applicabilità del […]

Leggi di più

N° 171/2019 del 04/12/2019

L’Agenzia delle Entrate, con risposta all’interpello n. 391 del 7 ottobre 2019 ha fornito importanti chiarimenti circa il comportamento che un contribuente in regime forfetario, ex art. 1, commi da 54 ad 89 Legge n. 190/2014, deve tenere in caso di estromissione agevolata ex articolo 1, comma 66, Legge n. 145/2018 di un immobile strumentale […]

Leggi di più

N° 170/2019 del 03/12/2019

L’INPS, con la circolare n. 141 del 19 novembre 2019, ha fornito istruzioni avendo recepito le novità introdotte dal D.L. n. 101/2019 in materia di indennità giornaliere di malattia e degenza ospedaliera per gli iscritti alla Gestione Separata INPS.   Il D.L. n. 101/2019, c.d. Decreto “Rider”, convertito in L. 128/2019, tra le varie novità, […]

Leggi di più

N° 169/2019 del 29/11/2019

L’Agenzia delle Entrate, con la Risposta all’Interpello n. 485 del 14 novembre 2019, ha fornito precisazioni sul riconoscimento del bonus ricerca e sviluppo per il personale “distaccato” da altra impresa.   L’Agenzia delle Entrate, con la Risposta all’Interpello n. 485 del 14 novembre 2019, ha risposto al quesito di un'azienda in merito al costo sostenuto […]

Leggi di più

N° 168/2019 del 28/11/2019

L'Inps, con il messaggio n° 4098 dell’8 novembre scorso, ha fornito ulteriori chiarimenti in relazione alle modalità espositive nel flusso UNIEMENS per il versamento della maggiorazione del contributo addizionale NASpI.   L’Istituto Nazionale della Previdenza Sociale, con il Messaggio n° 4098 dell'8 novembre 2019, fornisce ulteriori indicazioni e chiarimenti sulle modalità espositive nel flusso Uniemens […]

Leggi di più

I contenuti di questo sito sono coperti da copyright - 2016 PORTALE UFFICIALE dei CDL di NAPOLI - Powered by WSTAFF