Il Portale per i CDL di Napoli - Organo Ufficiale dell'Ordine

 
N° 168/2019 del 28/11/2019

L'Inps, con il messaggio n° 4098 dell’8 novembre scorso, ha fornito ulteriori chiarimenti in relazione alle modalità espositive nel flusso UNIEMENS per il versamento della maggiorazione del contributo addizionale NASpI.

 

L’Istituto Nazionale della Previdenza Sociale, con il Messaggio n° 4098 dell'8 novembre 2019, fornisce ulteriori indicazioni e chiarimenti sulle modalità espositive nel flusso Uniemens del contributo addizionale NASpI dovuto in occasione di ciascun rinnovo del contratto di lavoro a tempo determinato.

Come noto, l'Istituto, con la Circolare n°121 del 6 settembre 2019 (Cfr. Rubrica "Dentro la Notizia" n°130/2019), ha dettato le modalità applicative ed attuative per la gestione degli adempimenti informativi e dei correlati obblighi contributivi connessi all’incremento del contributo addizionale NASpI a valere sui rinnovi dei contratti di lavoro a tempo determinato, introdotto dall’art. 3, comma 2, del decreto Legge n°87/2018 (id: decreto dignità). Si ricorda che la norma citata del decreto dignità ha previsto l’aumento del contributo addizionale che finanzia la nuova assicurazione sociale per l’impiego (NASpI), dovuto dai datori di lavoro, nella misura dello 0,50%, in occasione di ciascun rinnovo del contratto di lavoro a tempo determinato.

Quanto alle istruzioni operative, la Circolare n°121/2019 aveva già disposto che nel flusso Uniemens (a partire dal mese di Ottobre 2019) la particolare circostanza, relativa ai rinnovi intervenuti, dovesse essere esposta con l'utilizzo dei codici: M701, M702, M703, M704, M7NN, a seconda che si tratti del primo, secondo, terzo, quarto o ennesimo rinnovo.

Tuttavia, come recita il documento di prassi in commento, sono pervenute molteplici richieste di chiarimento in ordine al pagamento della maggiorazione del contributo in argomento, nei casi di rapporti di lavoro a tempo determinato, anche in somministrazione, rinnovati per un numero di volte estremamente elevato e comunque superiore a nove, laddove, sorge la necessità di consentire un corretto calcolo contributivo,  evitando il proliferare dei codici “M7NN”, (dove NN indica il numero di rinnovo).

Per l’esposizione dei lavoratori interessati da tale problematica, l'Istituto ha disposto che il datore di lavoro dovrà attenersi alle seguenti indicazioni.

Premesso che, i codici da M701 a M709 sono già operativi in procedura e posto che sia X il numero di rinnovi, dovrà essere applicata la seguente formula matematica:

X :9=y + r (resto)

Per cui deve essere esposto y-volte il codice M709 + il codice M70r (dove r è il resto).

Esempio:

rinnovo n°32

32:9=3+5 (resto)

Verrà esposto 3 volte M709 ed una volta M705.

Il dato importo (contributo) dovrà essere riproporzionato e gli altri valori – AltroImponibile, numGG e numOre – ripetuti.

Si tratta di una procedura alquanto complicata. Sul punto, l'Istituto rappresenta che tale modalità di esposizione ha carattere transitorio, in attesa degli sviluppi procedurali che consentiranno, per il futuro, la gestione dei rinnovi con un sistema più semplificato.

Ad maiora

IL PRESIDENTE
Edmondo Duraccio

 (*) Rubrica riservata agli iscritti nell’Albo dei Consulenti del Lavoro della Provincia di Napoli. E’ fatto, pertanto, divieto di riproduzione anche parziale. Diritti legalmente riservati agli Autori

ED/FC/PDN

N° 81/2020 del 26/05/2020

L’Inps, con il Messaggio n. 1904 del 7 maggio 2020, ha precisato che nei casi in cui i codici IBAN, indicati nelle domande di liquidazione della prestazione, risultino essere non corretti o non validati dagli Istituti di credito e da Poste Italiane, verrà annullato il codice IBAN non corretto presente sul modello SR41/SR43 e la […]

Leggi di più

N° 80/2020 del 22/05/2020

L’INAIL, con la Circolare n. 9 del 26 marzo 2020, ha rivalutato gli importi degli indennizzi del danno biologico ex art. 13 D.Lgs. 38/2000.   L’INAIL, a partire dall'anno 2016, nel mese di luglio di ciascun anno, rivaluta gli importi degli indennizzi del danno biologico erogati ai sensi dell’art. 13 D.Lgs. 38/2000, sulla base della variazione […]

Leggi di più

N° 79/2020 del 21/05/2020

I lavoratori autonomi con reddito fino a 400mila euro possono sospendere le ritenute d'acconto fra il 17 marzo e il 31 maggio pagandole a fine luglio. Prorogata dall’articolo 19 del D.L. 23/2020 la disciplina, già prevista nel D.L. 18/2020, con la quale è possibile richiedere la non effettuazione della ritenuta d’acconto sui redditi di lavoro autonomo e sulle provvigioni […]

Leggi di più

N° 78/2020 del 20/05/2020

Con la conversione del D.L. n. 3/2020  in Legge n. 21/2020, prende il via, a partire dal prossimo 1° Luglio 2020, la riduzione del cuneo fiscale di cui alla Legge di Bilancio 2020.   Come noto, l'art.1, comma 7, della legge di bilancio 2020 (legge n°160 del 2019) dispone la costituzione, nello stato di previsione […]

Leggi di più

N° 77/2020 del 19/05/2020

L’INPS con il Messaggio n. 1754 del 24 aprile 2020, ha fornito le prime istruzioni operative in merito alla sospensione dei versamenti contributivi con scadenza legale nell’arco temporale decorrente dal 1° aprile 2020 al 31 maggio 2020, in recepimento dell’art. 18 del D.L. n. 23/2020. I codici con cui dovrà essere compilato il flusso Uniemens […]

Leggi di più

N° 76/2020 del 15/05/2020

Il Garante della privacy, con il provvedimento n° 23 del 6 febbraio scorso, ha precisato che gli intermediari dell’adempimento contabile-tributario sono compresi, assieme a organismi sanitari e imprese di food delivery, tra i soggetti su cui si appunterà l’attenzione delle indagini del Garante della Privacy   Il Garante della Privacy con il provvedimento n. 23 […]

Leggi di più

N° 75/2020 del 14/05/2020

Il Ministero della Salute, con la Circolare del 29 aprile 2020, ha fornito indicazioni rispetto al ruolo del medico competente nell'ambito della prevenzione del contagio da Covid-19 all'interno dei luoghi di lavoro.   La Circolare del 29 aprile 2020, emanata dal Ministero della Salute, ha confermato ulteriormente quanto già stabilito dall’art. 25 D.Lgs. 81/2008 e, cioè, che il medico […]

Leggi di più

N° 74/2020 del 13/05/2020

L’Agenzia delle Entrate, con l’interpello n° 122 del 24 aprile 2020, ha precisato che l'esclusione dal reddito di lavoro dipendente delle indennità sostitutive delle somministrazioni di vitto opera esclusivamente se corrisposta agli addetti ai cantieri edili ed altre strutture a carattere temporaneo situate in zone prive di servizi di ristorazione.   Con la risposta ad […]

Leggi di più

N° 73/2020 del 12/05/2020

L’INPS, con il messaggio n° 1822 del 30 aprile 2020, illustra il rapporto tra l’indennità di malattia e le integrazioni salariali.   L’INPS, con il messaggio in oggetto, risponde ai numerosi quesiti in merito alla compatibilità tra le indennità economiche previste per lo stato di malattia ed in caso di richiesta di integrazione salariale per […]

Leggi di più

N° 72/2020 del 08/05/2020

Pubblicato il documento tecnico INAIL relativo alle misure di contenimento e prevenzione del contagio da COVID-19 da adottare nei luoghi di lavoro.   Il 23 aprile l’INAIL ha pubblicato il documento tecnico sulla possibile rimodulazione delle misure di contenimento del contagio da SARS-CoV-2 nei luoghi di lavoro e strategie di prevenzione. Si tratta di una […]

Leggi di più

Privacy Policy
Cookie Policy
Termini e Condizioni

I contenuti di questo sito sono coperti da copyright - 2016 PORTALE UFFICIALE dei CDL di NAPOLI - Powered by WSTAFF