Il Portale per i CDL di Napoli - Organo Ufficiale dell'Ordine

 
N° 21/2020 del 11/02/2020

L’INAIL, con la Nota n. 866 del 23 gennaio 2020, ha confermato l’estensione dell'obbligo assicurativo per gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali anche ai riders lavoratori autonomi che svolgono attività di consegna di beni per conto altrui, in ambito urbano e con l'ausilio di velocipedi o veicoli a motore


In attuazione di quanto previsto dall’art. 1 D.L. 101/2019 conv. in L. 128/2019, l’Inail, con la nota in commento, ha diramato alcune precisazioni/istruzioni con riferimento ai riders.

Va innanzi tutto ricordato che il richiamato D.L. 101/19 ha introdotto l’art. 47-septies al decreto delegato 81/2015 che ha esteso l’obbligo assicurativo Inail ai lavoratori autonomi che svolgono attività di consegna di beni per conto altrui, in ambito urbano e con l’ausilio di velocipedi o veicoli a motore di cui all’art. 46, comma 2 lettera a), del D.Lgs, 285/1992, attraverso piattaforme anche digitali.

Per quanto riguarda l’assicurazione INAIL il premio assicurativo è posto a totale carico dell'impresa di delivery ed è determinato in base al tasso di rischio corrispondente all'attività svolta.

In particolare, la retribuzione imponibile per il calcolo del premio assicurativo è la retribuzione convenzionale giornaliera pari al limite minimo di retribuzione giornaliera in vigore per tutte le contribuzioni rapportata ai giorni di effettiva attività.

In fase di avvio dell'assicurazione il premio è calcolato sulla base delle retribuzioni presunte indicate dall'impresa.

Nella denuncia di esercizio il soggetto assicurante deve dichiarare la lavorazione svolta dai riders, indicando anche il tipo di mezzi utilizzati per effettuare le consegne: la voce di rischio da attribuire alle lavorazioni può variare in funzione del diverso mezzo utilizzato.

Nelle denunce dovrà, altresì, essere indicata la stima della percentuale delle consegne dei beni in relazione ai diversi mezzi di trasporto utilizzati, compresa la modalità a piedi.

Per la denuncia di infortunio e malattia professionale l'impresa ha l'obbligo di effettuare le denunce di infortunio e di malattia professionale, nei termini e nelle modalità previste per la generalità dei datori di lavoro (Circ. INAIL 21 marzo 2016 n. 10).

Nello specifico, il rider lavoratore autonomo è obbligato a dare immediata notizia al committente di qualsiasi infortunio gli accada, anche se di lieve entità, o a denunciare la malattia professionale fornendo alla rispettiva impresa il numero identificativo del certificato medico di infortunio, la data di rilascio e i giorni di prognosi indicati nel certificato stesso. In caso contrario, l'infortunato perde il diritto all'indennità di inabilità temporanea.

In caso di denuncia omessa, tardiva, inesatta oppure incompleta, è prevista l'applicazione di una sanzione amministrativa (art. 53 DPR 1124/65).

In caso di infortunio mortale l'impresa deve segnalare l'evento entro 24 ore e con qualunque mezzo che consenta di comprovarne l'invio, fermo restando comunque l'obbligo di inoltro della denuncia/comunicazione nei termini e con le modalità di legge.

In merito, infine, alle prestazioni INAIL i lavoratori in oggetto, in caso di infortunio o di malattia professionale, hanno diritto alle medesime prestazioni previste in favore della generalità dei lavoratori dipendenti (art. 66 DPR 1124/65), viene assunta a base di calcolo delle prestazioni la medesima retribuzione convenzionale giornaliera utilizzata per il calcolo della retribuzione imponibile.

Ad maiora

IL PRESIDENTE  
Edmondo Duraccio

 (*) Rubrica riservata agli iscritti nell’Albo dei Consulenti del Lavoro della Provincia di Napoli. E’ fatto, pertanto, divieto di riproduzione anche parziale. Diritti legalmente riservati agli Autori

 

ED/FC/AP

 

N° 119/2020 del 31/07/2020

L’Agenzia delle Entrate, con interpello n° 180 dell’11 giugno 2020, ha precisato che per la detrazione degli oneri di cui all'art. 15 del TUIR l'Agenzia delle Entrate conferma la necessità del pagamento con versamento bancario o postale ovvero mediante altri sistemi di pagamento previsti dall'art. 23 del D.lgs. n°241/1997.   L’Agenzia delle Entrate, con la […]

Leggi di più

N° 118/2020 del 30/07/2020

L’Inps, con la circolare n° 87 del 17 luglio scorso, ha comunicato che il Pin va verso l'addio: dal 1° ottobre 2020 sarà lo SPID il sistema standard di accesso ai servizi dell'Istituto.   L’INPS, con la circolare n.87 del 17/07/2020, comunica che dal prossimo 1° ottobre 2020 sarà solo lo SPID (id: Sistema Pubblico […]

Leggi di più

N° 117/2020 del 29/07/2020

L’Inps, con Messaggio n. 2715 del 7 luglio 2020, ha fornito le istruzioni per l’invio della richiesta di riesame della domanda di indennità per i lavoratori domestici (ex art. 85 del DL n. 34/2020), che sia stata in precedenza respinta.   Come noto, l'indennità per i lavoratori domestici è stata prevista dall’articolo 85 del D.L. […]

Leggi di più

N° 116/2020 del 28/07/2020

L’INPS, con il Messaggio n° 2806 del 14 luglio 2020, ha fornito le istruzioni in merito al completamento della domanda di assegno ordinario Covid-19 per le settimane non fruite.   L’Inps, con il Messaggio n° 2806 del 14 luglio 2020, ha messo a disposizione i file excel da allegare alla domanda di erogazione dell'assegno ordinario Covid-19, […]

Leggi di più

N° 115/2020 del 24/07/2020

L'Agenzia delle Entrate, con la circolare n° 17 del 22 giugno 2020, ha chiarito l'ambito applicativo dell'invito al contraddittorio nell'ambito dell'istituto dell'accertamento con adesione come modificato dal D.L. 30 aprile 2020, n°34.     Con il decreto-legge 30 aprile 2019, n°34 è stato introdotto l’obbligo di invito al contraddittorio nell’ambito del procedimento di accertamento con […]

Leggi di più

N° 114/2020 del 23/07/2020

L’Agenzia delle Entrate, con il provvedimento n° 250739 del 1° Luglio scorso, ha precisato che sono in partenza le cessioni dei crediti d’imposta sulle locazioni   Con il provvedimento n.250739 del 01/07/2020 dell’Agenzia delle Entrate, prende il via la cessione dei crediti d’imposta sulle locazioni ed arrivano i modelli e le istruzioni che possono essere […]

Leggi di più

N° 113/2020 del 22/07/2020

L’INPS, con la Circolare n° 79 del 1° luglio 2020, ha fornito le istruzioni in merito alla modalità di compilazione del Quadro RR del modello “Redditi 2020-PF”.   Con la Circolare INPS n° 79 del 1° luglio 2020, sono state pubblicate le istruzioni relative alla compilazione del Quadro RR del modello “Redditi 2020-PF”, cui devono attenersi i […]

Leggi di più

N° 112/2020 del 21/07/2020

L’Agenzia delle Entrate, con il comunicato stampa del 3 luglio scorso, ha precisato che, per la rinegoziazione del canone di locazione, il modello RLI può essere presentato anche online   Comunicare la variazione di un contratto di locazione o di affitto diventa molto più semplice, infatti, la rinegoziazione del contratto, sia nel caso di diminuzione […]

Leggi di più

N° 111/2020 del 17/07/2020

L’Agenzia delle Entrate, con interpello n° 190 del 22 giugno scorso, ha comunicato che l’opzione per il regime della cedolare secca è possibile anche se non richiesta in fase di registrazione del contratto attraverso i servizi telematici dell'Agenzia.   L’Agenzia delle Entrate, con la risposta ad Interpello del 22 giugno 2020 n° 190, ribadisce la […]

Leggi di più

N° 110/2020 del 16/07/2020

L’INAIL, con il comunicato del 1° luglio 2020, ha annunciato un nuovo servizio telematico ai fini della sorveglianza sanitaria straordinaria per l’emergenza da Covid-19.   L’Inail, con il comunicato pubblicato il 1° luglio 2020, ha informato gli utenti sull'attivazione di un nuovo servizio online che permette ai datori di lavoro pubblici e privati di inoltrare […]

Leggi di più

Privacy Policy
Cookie Policy
Termini e Condizioni

I contenuti di questo sito sono coperti da copyright - 2016 PORTALE UFFICIALE dei CDL di NAPOLI - Powered by WSTAFF