Il Portale per i CDL di Napoli - Organo Ufficiale dell'Ordine

 
N° 23/2021 del 18/02/2021

L’Agenzia delle Entrate, con la consulenza giuridica n° 1 del 14 gennaio 2021, ha precisato che, in materia di verifica sull'esecuzione delle ritenute negli appalti ex art. 17 bis del decreto legislativo n° 241/1997, occorre accertare che l'oggetto dell'appalto sia svolto con l'utilizzo di beni strumentali del committente.

 

Con la Consulenza giuridica del 14 gennaio 2021, n°1, l'Agenzia delle Entrate, in risposta al quesito formulato da una società, ha chiarito l'ambito applicativo dell'art. 4, D.L. 26 ottobre 2019, n°124 che ha introdotto al Decreto legislativo 9 luglio 1997, n°241, l'art. 17-bis dal titolo "Ritenute e compensazioni in appalti e subappalti ed estensione del regime del reverse charge per il contrasto dell'illecita somministrazione di manodopera".

All'uopo, sono stati richiesti chiarimenti sull'applicazione del criterio di "strumentalità" relativo all'utilizzo, da parte del fornitore del servizio, di beni di proprietà del committente, nello svolgimento della prestazione all'interno di un contratto per l'affidamento a terzi di opere e servizi, con particolare riguardo ai casi nei quali il Committente risulta essere proprietario di beni che non sono "strumentali" al compimento dell'opera, ma si configurano, invece, come "oggetto del servizio" da effettuare (per esempio, l'intervento di sostituzione di beni strumentali, già installati presso un impianto, con beni nuovi e acquistati dal committente stesso).

I tecnici dell'Agenzia delle Entrate, con il documento di prassi in esame hanno preliminarmente ricordato che il comma 1, art. 17-bis del decreto citato, impone ai soggetti che rivestono la qualifica di sostituti d'imposta sui redditi di lavoro dipendente e assimilati, residenti ai fini delle imposte sui redditi nel territorio dello Stato, che affidano il compimento di una o più opere o di uno o più servizi di importo complessivo annuo superiore a euro 200.000 a un'impresa, tramite contratti di appalto, subappalto, affidamento a soggetti consorziati o rapporti negoziali comunque denominati caratterizzati da prevalente utilizzo di manodopera presso le sedi di attività del committente con l'utilizzo di beni strumentali di proprietà di quest'ultimo o ad esso riconducibili in qualunque forma, di richiedere all'impresa appaltatrice o affidataria e alle imprese subappaltatrici, obbligate a rilasciarle, copia delle deleghe di pagamento relative al versamento delle ritenute, trattenute dall'impresa appaltatrice o affidataria e dalle imprese subappaltatrici ai lavoratori direttamente impiegati nell'esecuzione dell'opera o del servizio. 

Per quanto concerne l'ambito oggettivo di applicazione, la Circolare AdE n°1/E del 12 febbraio 2020 ha già chiarito i presupposti al ricorrere dei quali si applica l'intera disciplina dell'art. 17-bis, ribadendo che il prevalente utilizzo della manodopera presso le sedi del committente deve altresì avvenire "con l'utilizzo di beni strumentali di proprietà del committente o ad esso riconducibili in qualunque forma" ed ha precisato che:

– i predetti beni strumentali "saranno ordinariamente macchinari e attrezzature che permettono ai lavoratori di prestare i loro servizi, ma ciò non esclude che siano utilizzate altre categorie di beni strumentali";

– "l'occasionale utilizzo di beni strumentali riconducibili al committente o l'utilizzo di beni strumentali del committente, non indispensabili per l'esecuzione dell'opera o del servizio, non comportano il ricorrere della condizione di applicabilità in esame".

Con riferimento al caso di specie, ovvero ad un contratto di appalto avente ad oggetto la sostituzione di vecchi beni strumentali, già installati presso un impianto fotovoltaico in esercizio, con beni acquisitati dal committente stesso, risulta che quest'ultimo sia proprietario dei beni (ossia i vecchi ed i nuovi da sostituire) e l'oggetto dell'appalto è da ricercare esclusivamente nell'attività di sostituzione. Il requisito di cui si tratta, pertanto, dovrà essere valutato avendo riguardo agli effettivi beni strumentali utilizzati dal commissionario per lo svolgimento del lavoro di sostituzione, ad esempio, l'attrezzatura necessaria per smontare e rimontare i beni vetusti ed eventuali mezzi per il trasporto degli stessi e dei nuovi beni all'interno del sito d'impianto.

Qualora i beni strumentali utilizzati per l'esecuzione dei servizi affidati non siano di proprietà del committente, né ad esso riconducibili in qualunque forma, non sussisterebbero, ha concluso il documento di prassi in commento, i presupposti per l'applicazione della disciplina di cui all'art.7-bis.

 

Ad maiora

IL PRESIDENTE       

Edmondo Duraccio

 

 

(*) Rubrica riservata agli iscritti nell’Albo dei Consulenti del Lavoro della Provincia di Napoli. E’ fatto, pertanto, divieto di riproduzione anche parziale. Diritti legalmente riservati agli Autori

ED/FC/PDN

N° 28/2021 del 26/02/2021

L’INPS, con circolare n° 24 dell’11 febbraio 2021, fornisce i primi chiarimenti in merito all’esonero contributivo alternativo al ricorso alla Cassa integrazione Guadagni di cui al DL 137/2020   L'INPS con circolare n° 24 dell’11 febbraio 2021 fornisce le prime indicazioni per beneficiare delle quattro settimane di esonero dal versamento dei contributi previdenziali, previsto dal […]

Leggi di più

N° 27/2021 del 25/02/2021

Covid e diminuzione dei ricavi rendono inapplicabili gli indici di affidabilità fiscale per l'anno di imposta 2020, le previsioni di cui al decreto Ministero dell'Economia e delle Finanze del 2 febbraio 2021   Il Decreto Ministeriale Economia del 2 febbraio 2021, pubblicato in G.U. del 9 febbraio 2021 ha stabilito che per il periodo d'imposta […]

Leggi di più

N° 26/2021 del 24/02/2021

L’INPS, con il messaggio n. 528 del 5 febbraio scorso, fornisce chiarimenti relativi agli aspetti contributivi legati all’interruzione del rapporto di lavoro ex art. 14 comma 3 del DL n. 104/2020 ed alla revoca del licenziamento Con il messaggio n. 528 del 5 febbraio 2021, l’INPS ha reso note alcune precisazioni in merito agli aspetti […]

Leggi di più

N° 25/2021 del 23/02/2021

L’Inps, con la circolare n° 12 del 5 febbraio scorso, ha reso note le aliquote e le novità per i contributi Gestione separata INPS 2021, precisando che è in arrivo l’ISCRO per le partite IVA   L’INPS, con la circolare n. 12 del 5 febbraio 2021, ha fissato le nuove aliquote della Gestione Separata per […]

Leggi di più

N° 24/2021 del 19/02/2021

L’Osservatorio delle libere professioni di Confprofessioni ha presentato, lo scorso 26 gennaio a Milano, il V Rapporto sulle libere professioni in Italia.   Lo scorso 26 gennaio, a Milano, l’Osservatorio delle libere professioni di Confprofessioni ha presentato il V Rapporto sulle libere professioni in Italia con il quale sono stati mostrati i dati relativi alle […]

Leggi di più

N° 22/2021 del 17/02/2021

L’Agenzia delle Entrate, provvedimento del 4 febbraio 2021, ha dato il via alle nuove regole per liquidazione e pagamento del bollo sulle Fatture Elettroniche   L'Agenzia delle Entrate, con il provvedimento del 04/02/2021, ha illustrato le nuove procedure per il pagamento dell'imposta di bollo sulle fatture elettroniche (id: FE), per il tramite il sistema di […]

Leggi di più

N° 21/2021 del 16/02/2021

  L’INL, con la nota n° 97 del 21 gennaio 2021, ha fornito chiarimenti in merito all’estensione della certificazione del contratto di appalto alle consorziate. Con nota n. 97 del 21 gennaio 2021, l’INL ha fornito un parere sul procedimento di certificazione del contratto di appalto stipulato dal consorzio, quando la sua esecuzione venga affidata […]

Leggi di più

N° 20/2021 del 12/02/2021

Il Tribunale di Arezzo, sentenza n° 9 del 13 gennaio 2021, ha ritenuto illegittimo il licenziamento di un lavoratore che si era rifiutato di servire un cliente che non indossava la mascherina   Con la sentenza n. 9 del 13 gennaio, il Tribunale di Arezzo respingendo l’opposizione alla reintegrazione nel posto di lavoro proposta dall’azienda datrice di […]

Leggi di più

N° 19/2021 del 11/02/2021

L’Agenzia delle Entrate, con l’interpello n° 34 dell’11 gennaio scorso, ha precisato che il credito di imposta sulle locazioni ex art. 28 del DL n°34 del 2020 può essere fruito anche nel caso di occupazione senza titolo in quanto i relativi canoni sono assimilabili al canone di locazione.   Con la risposta ad Interpello del […]

Leggi di più

N° 18/2021 del 10/02/2021

L’Inps, con il messaggio 406 del 29 gennaio scorso, ha fornito le prime indicazioni per la trasmissione delle domande di integrazione salariale introdotte dalla legge n. 178 del 30 dicembre 2020.   Con il messaggio n. 406 del 29 gennaio 2021, l’INPS ha reso note le prime indicazioni in merito alle integrazioni salariali previste dalla […]

Leggi di più

Privacy Policy
Cookie Policy
Termini e Condizioni

I contenuti di questo sito sono coperti da copyright - 2016 PORTALE UFFICIALE dei CDL di NAPOLI - Powered by WSTAFF