Il Portale per i CDL di Napoli - Organo Ufficiale dell'Ordine

 
N° 46/2020 del 25/03/2020

Il Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali, con il comunicato del 25 febbraio 2020, ha reso note per Colf e badanti le nuove retribuzioni minime e tabelle 2020

 

​Lo scorso 31 gennaio 2020, presso il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, è stato siglato, dalla Commissione Nazionale per l'aggiornamento retributivo, l'accordo sui nuovi minimi retributivi relativi al lavoro domestico (id: Colf e badanti), modificati annualmente in base ai dati del costo della vita forniti dall’Istat.

La Classificazione dei Lavoratori Domestici

Ricordiamo che i lavoratori domestici vengono classificati in sette tabelle ognuna distinta in sei livelli retributivi (A, AS, B, BS, C, CS, D, DS), e che il valore dell’indennità sostitutiva di vitto e alloggio rimane inalterato rispetto agli importi del 2019.

Nuove retribuzioni minime dal 1° gennaio 2020

A definire i nuovi minimi retributivi applicabili ai lavoratori domestici con decorrenza dal 1° gennaio 2020 è stata un’apposita commissione istituita dal CCNL Lavoro domestico, la Commissione Nazionale per l’aggiornamento retributivo, che ha il compito di stabilire annualmente i compensi di colf e badanti in ragione delle variazioni del costo della vita, rilevate dall’ISTAT.

La revisione dei compensi ha interessato tutte le tabelle A, B, C, D, E, F, G comprensive dei valori convenzionali di vitto e alloggio.

Le tabelle nel dettaglio

Di seguito il dettaglio per ogni singola tabella con la distinzione degli importi in base al livello di inquadramento crescente distinto in A, AS, B, BS, C, CS, D, DS.

Nella TABELLA A vengono indicati i compensi minimi lordi per i lavoratori conviventi:

  • Livello A   euro 636,71;
  • Livello AS euro 752,48;
  • Livello B   euro 810,36;
  • Livello BS euro 868,24;
  • Livello C   euro 926,14;
  • Livello CS euro 984,01;
  • Livello D   euro 1.157,65;
  • Livello DS euro 1.215,63.

A chi è inquadrato nei livelli D e DS, spetta anche un’indennità mensile pari a 171,18 euro.

La TABELLA B ospita i compensi minimi per i lavoratori conviventi, come nella griglia A, ma a servizio ridotto, fino ad un massimo cioè di 30 ore settimanali. In questo caso i livelli sono:

  • Livello B euro 578,83;
  • Livello BS euro 607,78;
  • Livello C euro 671,43.

La TABELLA C ospita i valori retributivi per colf e badanti non conviventi. In questo caso i compensi sono definiti a livello orario anziché mensile:

  • Livello A euro 4,62;
  • Livello AS euro 5,45;
  • Livello B euro 5,78;
  • Livello BS euro 6,13;
  • Livello C euro 6,48;
  • Livello CS euro 6,83;
  • Livello D  euro 7,88;
  • Livello DS euro 8,22.

I compensi minimi indicati nella TABELLA D riguardano i lavoratori che, a livello non infermieristico, prestano assistenza e custodia notturna a soggetti autosufficienti o meno. L’attività lavorativa deve essere limitata all’orario 20 – 8 del mattino.

Per chi assiste persone autosufficienti è previsto un solo livello retributivo (BS) pari ad euro 988,47.

Con riguardo invece a soggetti non autosufficienti sono previsti:

  • Euro 1.131,60 mensili per il livello CS;
  • Euro 1.397,89 mensili per il livello DS.

E’ previsto nella TABELLA E un unico livello retributivo per quei lavoratori che garantiscono una presenza notturna tra le 21 e le 8 ed hanno diritto a percepire un compenso non inferiore ad euro 668,54.

La TABELLA F, confermando i valori dell’anno precedente, riguarda l’indennità sostitutiva di vitto e alloggio, il cui valore pari ad euro 5,61 al giorno, è composto da:

  • 1,96 euro per ciascun pranzo e/o colazione;
  • 1,96 euro per ciascuna cena;
  • 1,69 euro per ogni pernottamento.

La TABELLA G riguarda i lavoratori, conviventi o meno, assunti con lo scopo di assistere persone non autosufficienti, a copertura dei giorni di riposo di altri dipendenti assenti, hanno diritto a un compenso minimo pari a:

  • Livello CS euro 7,35 all’ora;
  • Livello DS euro 8,86 all’ora.

Livelli retributivi nel CCNL Colf e badanti

Il CCNL Lavoro domestico, come sopra riportato, distingue le retribuzioni in otto livelli di inquadramento. Si parte dal livello A attribuito a coloro che, in base a quanto prevede il contratto collettivo, svolgono ad esempio le seguenti mansioni:

  • Addetto alle pulizie;
  • Aiuto cucina;
  • Stalliere;
  • Addetto alla lavanderia.

Il livello AS viene invece riconosciuto a chi ricopre ruoli di:

 

  • Addetto alla compagnia;
  • Baby sitter.

Rientrano invece nel livello B i seguenti lavoratori:

  • Custode;
  • Cameriere;
  • Giardiniere;
  • Autista;
  • Operaio qualificato.

Mentre il livello BS viene assegnato a chi assiste persone non autosufficienti.

Il livello C si attribuisce al cuoco mentre l’inquadramento CS all’assistente di persone non autosufficienti, sprovvisto di formazione specifica.

Passando invece al livello D, il CCNL prevede che lo stesso debba riguardare:

  • Amministratore dei beni di famiglia;
  • Capo cuoco;
  • Governante;
  • Maggiordomo;
  • Capo giardiniere.

Infine, il livello DS è riservato a coloro che assistono i non autosufficienti ma siano in possesso di formazione specifica ovvero ricoprono il ruolo di direttore di casa.

Per approfondire

E’ possibile trovare ulteriori notizie per gli approfondimenti del caso, collegandosi al seguente link:

Ad maiora

IL PRESIDENTE  
Edmondo Duraccio

 (*) Rubrica riservata agli iscritti nell’Albo dei Consulenti del Lavoro della Provincia di Napoli. E’ fatto, pertanto, divieto di riproduzione anche parziale. Diritti legalmente riservati agli Autori

 

ED/FC/FT

 

 

 

 

 

 

 

N° 53/2020 del 03/04/2020

L’Inps con la circolare n. 44 del 24 marzo 2020, alla luce degli artt. 23 e 25 del Decreto Cura Italia n. 18/2020, ha fornito i primi chiarimenti ed indicazioni operative su come usufruire del c.d. bonus baby sitter di € 600, previsto a favore dei lavoratori dipendenti, collaboratori iscritti in via esclusiva alla Gestione […]

Leggi di più

N° 52/2020 del 02/04/2020

L’INL, con la Nota n. 2211 del 24 marzo 2020, riepiloga i provvedimenti del D.L. n. 18/2020 che incidono sulle attività di propria competenza, in particolare quelle relative alla sospensione dei procedimenti amministrativi ed agli effetti degli atti amministrativi in scadenza (art. 103 del D.L. n. 18/2020).   Il Decreto “Cura Italia”, all’art. 103, c. 1, […]

Leggi di più

N° 51/2020 del 01/04/2020

L’INL, con la Nota n. 2201 del 23 marzo 2020, nonostante le prescrizioni del D.L. n. 18/2020 per le attività di propria competenza, individua tre procedimenti di propria competenza che per loro natura sono da considerare indifferibili, in relazione ai quali si forniscono indicazioni sulla prosecuzione o attivazione della loro istruttoria da remoto   L'INL, con la […]

Leggi di più

N° 50/2020 del 31/03/2020

La Presidenza del Consiglio dei Ministri, con il DPCM 1° marzo 2020, per fronteggiare l’emergenza coronavirus, ha precisato che il lavoro agile può svolgersi anche in assenza degli accordi individuali previsti dalla legge 22 maggio 2017, n° 81.   L'art. 4, del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 1° marzo 2020, recante "Ulteriori […]

Leggi di più

N° 49/2020 del 30/03/2020

Il D.L. “Cura Italia” ha previsto un’indennità di € 600,00 per i  lavoratori autonomi. Di seguito, una breve guida su come richiederla   Il Decreto Legge n.18/2020 (id: Decreto Cura Italia) ha previsto una indennità di 600 euro per il mese di marzo per le seguenti tipologie di lavoratori: professionisti iscritti alla gestione separata e […]

Leggi di più

N° 48/2020 del 27/03/2020

L'Agenzia delle Entrate, con il provvedimento n. 96911 del 27 febbraio scorso, ha pubblicato le nuove modalità operative da adottare al fine di consentire agli esportatori abituali di avvalersi della facoltà di effettuare acquisti senza applicazione dell'imposta sul valore aggiunto.   Come noto, l’art. 12-septies, comma 3, del D.L. 30 aprile 2019, n°34, convertito, con […]

Leggi di più

N° 47/2020 del 26/03/2020

L’Inps, con il Messaggio n. 610 del 18 febbraio 2020, ha comunicato che, nel corso del mese di gennaio 2020, gli Uffici di Sanità Marittima, Aerea e di Frontiera e dei Servizi territoriali per l’assistenza sanitaria al personale navigante, marittimo e dell’Aviazione civile (USMAF-SASN) del Ministero della Salute hanno dato avvio alla trasmissione telematica dei […]

Leggi di più

N° 45/2020 del 24/03/2020

Il Garante per la Privacy, con comunicato del 2 marzo 2020, ha precisato che i datori di lavoro, nell'ambito dell'emergenza da coronavirus, devono astenersi dal raccogliere eventuali informazioni sulla presenza di eventuali sintomi influenzali.   Il Garante per la protezione dei dati personali, con Comunicato stampa del 2 marzo 2020, fa il punto in merito […]

Leggi di più

N° 44/2020 del 20/03/2020

L’INPS, con la circolare n° 27 del 14 febbraio scorso, ha fornito le indicazioni per la fruizione delle agevolazioni previste per la frequenza di asili nido pubblici e privati.   L’INPS ha illustrato, con la circolare n. 27 del 14 febbraio 2020, le modalità di accesso al bonus “Asilo nido”. La Legge n. 160/2019 ha […]

Leggi di più

N° 43/2020 del 19/03/2020

L’Inps, con il messaggio n° 4601 del 10 dicembre 2019, comunica la semplificazione adottata sulle domande per l’invalidità civile.   L’Inps, con messaggio n. 4601 del 10 dicembre 2019, rende nota l’avvenuta semplificazione delle modalità di presentazione delle domande di invalidità civile, cecità e sordità per i soggetti di età compresa tra i 18 e […]

Leggi di più

Privacy Policy
Cookie Policy
Termini e Condizioni

I contenuti di questo sito sono coperti da copyright - 2016 PORTALE UFFICIALE dei CDL di NAPOLI - Powered by WSTAFF