Il Portale per i CDL di Napoli - Organo Ufficiale dell'Ordine

 
N° 48/2021 del 02/04/2021

Con la legge 21 del 26 febbraio scorso, di conversione del Milleproroghe, è stata disposta, per i bilanci 2020, la proroga a 180 giorni per la convocazione dell’assemblea di approvazione

 

La legge 26 febbraio 2021 n. 21 di conversione del Decreto Milleproroghe (id: D.L. n. 183/2020) ha riproposto anche per i bilanci di esercizio chiusi al 31 dicembre 2020 la possibilità di convocazione dell’assemblea per l’approvazione entro 180 giorni dalla chiusura dell’esercizio, ex art. 106 del DL n.18/2020 convertito con Legge n.27 del 24 aprile 2020.

Anche questo spostamento nella convocazione delle assemblee trova la sua giustificazione nel perdurare della crisi pandemica e che riscrive, anche per il 2021, il calendario degli adempimenti.

 

Il riepilogo delle scadenze:

Nella tabella sottostante, il riepilogo nelle nuove scadenze per l’anno 2021:

 

Scadenza prorogata

Assemblea dei soci per la delibera di approvazione bilancio 1^ convocazione

Entro il 29 giugno

Assemblea dei soci per la delibera di approvazione bilancio 2^ convocazione

Entro 30 giorni dalla prima convocazione

Deposito bilancio presso Registro delle Imprese

Entro 30 giorni dall’approvazione del bilancio

 

L’Approvazione dei bilanci 2020

Il citato art. 106 del DL 18/2020, stabilisce la possibilità di convocare l’assemblea di approvazione del bilancio entro 180 giorni dalla chiusura dell’esercizio sociale a prescindere da ogni e qualsiasi previsione civilistica e statutaria. E’possibile, ma non obbligatoria, la semplice menzione della decisione nella relazione di gestione o, in caso di esonero, nella consueta nota integrativa allegata al progetto di bilancio.

La norma in parola introduce, sic et simpliciter, una specifica deroga rispetto a quanto ordinariamente previsto dalle disposizioni del Codice Civile, agli art. 2364, co. 2 e 2478 bis, nonché dello statuto.

Le regole ordinarie

Le regole ordinarie generalmente impongono la convocazione dell’assemblea almeno una volta all’anno, entro il termine di centoventi giorni dalla chiusura dell’esercizio, ovvero viene stabilito, qualora lo statuto lo consenta, un termine maggiore non superiore ai 180 giorni per l’assemblea che approva il bilancio quando la società è tenuta alla redazione del bilancio consolidato oppure lo richiedano particolari esigenze relative alla struttura ed all’oggetto della società. Tali particolari esigenze relative alla struttura e all’oggetto devono essere segnalate, a cura degli amministratori, nella relazione sulla gestione o, in caso di esonero, nella nota integrativa.

 

Le regole per il 2021

Tra le altre previsioni di cui all’articolo 106 oggetto di proroga, viene evidenziata, anche per l’anno 2021, la possibilità di:

  • prevedere, nelle SPA, nelle SAPA, nelle SRL, nelle società cooperative e nelle mutue assicuratrici, anche in deroga alle diverse disposizioni statutarie, l’espressione del voto in via elettronica o per corrispondenza e l’intervento all’assemblea mediante mezzi di telecomunicazione;
  • svolgere le assemblee anche esclusivamente mediante mezzi di telecomunicazione in maniera da garantire l’identificazione dei partecipanti, la loro partecipazione e l’esercizio del diritto di voto, senza in ogni caso la necessità che si trovino nel medesimo luogo, ove previsti, il presidente, il segretario o il notaio;
  • consentire, nelle SRL, anche in deroga a quanto previsto dall’art. 2479 comma 4 c.c. e alle diverse disposizioni statutarie, che l’espressione del voto avvenga mediante consultazione scritta o per consenso espresso per iscritto;
  • obbligare, in talune società, ad esempio quelle quotate, alla partecipazione all’assemblea tramite il rappresentante designato.

 

Le norme di svolgimento dell’Assemblea

Le norme sullo svolgimento delle assemblee ordinarie sono applicabili alle assemblee sociali tenute entro il prossimo 31 luglio 2021, evidenziando come il riferimento normativo si riferisca non più alla “convocazione” bensì alla “tenuta” dell’assemblea. Infatti, il precedente riferimento lasciava dubbi sul fatto che si dovesse considerare sufficiente la pubblicazione dell’avviso di convocazione o se al contrario fosse necessario lo svolgimento dell’assemblea.

Lo specifico riferimento alla “tenuta dell’assemblea”, ex adverso, dissipa ogni dubbio sul fatto che tali assemblee debbano necessariamente svolgersi entro il termine suddetto e non solo essere convocate.

Per approfondire

E’possibile trovare ulteriori notizie per gli approfondimenti del caso, collegandosi al seguente link:

https://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2021/03/01/21G00025/SG

Ad maiora

IL PRESIDENTE    
Edmondo Duraccio

 

 (*) Rubrica riservata agli iscritti nell’Albo dei Consulenti del Lavoro della Provincia di Napoli. E’ fatto, pertanto, divieto di riproduzione anche parziale. Diritti legalmente riservati agli Autori

 

ED/FC/FT

N° 57/2021 del 20/04/2021

L’INPS, con il messaggio n. 1361 del 31 marzo scorso, ha fornito un nuovo orientamento in merito alla fruizione della decontribuzione sud da parte delle agenzie di somministrazione   Con il messaggio n. 1361 del 31 marzo 2021, l’INPS fornisce nuovi chiarimenti in merito all’applicabilità della “Decontribuzione SUD” ai rapporti di somministrazione. La suddetta agevolazione, […]

Leggi di più

N° 56/2021 del 16/04/2021

La Corte costituzionale, con la sentenza n° 59 del 1° aprile scorso, rende note le motivazioni per le quali nel licenziamento per giustificato motivo oggettivo il cui fatto, posto a base del recesso, è “manifestamente insussistente”, il Giudice “deve” (non “può”) disporre la reintegrazione nel posto di lavoro, qualora si applichi l’art. 18 della L. […]

Leggi di più

N° 55/2021 del 15/04/2021

Il Decreto Sostegni, DL 41 del 22 marzo scorso, ha previsto una moratoria per la notifica di cartelle ed avvisi fino al prossimo 30 aprile, nonché nuove scadenze per i versamenti   Con il Decreto Legge n. 41 del 22/03/2021, (id: Decreto Sostegni) sono state previste ulteriori e importanti  novità in materia di riscossione, prorogando […]

Leggi di più

N° 54/2021 del 14/04/2021

L’Inps, con il messaggio n° 1276 del 25 marzo scorso, fornisce le prime istruzioni relative al congedo previsto dal D.L. n. 30/2021 per assistenza dei figli minori affetti da covid-19, in quarantena ovvero per interruzione della didattica in presenza.   Con messaggio n. 1276 del 25 marzo 2021, l’INPS ha fornito le prime indicazione in […]

Leggi di più

N° 53/2021 del 13/04/2021

L’INL, con la nota prot. 441 del 17 marzo scorso, ha fornito chiarimenti in merito all’utilizzo dell’istituto della diffida accertativa per crediti patrimoniali ex art. 12 del D.lgs. n. 124/2004   Con la nota prot. n. 441 del 17 marzo 2021, l’INL ha fornito chiarimenti in merito all’utilizzo dello strumento della diffida accertativa per crediti […]

Leggi di più

N° 52/2021 del 09/04/2021

L’INL, con la nota n° 473 del 22 marzo 2021, ha fornito chiarimenti in merito all’obbligo di corresponsione della retribuzione ai lavoratori dipendenti con modalità tracciabili.   Con nota n. 473 del 22 marzo 2021, l’Ispettorato Nazionale del Lavoro ha fornito chiarimenti riguardo all’obbligo di corresponsione della retribuzione ai lavoratori dipendenti con modalità tracciabili e […]

Leggi di più

N° 51/2021 del 08/04/2021

L’Inps, con la circolare n° 45 del 19 marzo scorso, ha reso note le nuove modalità operative per il riproporzionamento dei permessi giornalieri per l'assistenza ai disabili in caso di rapporto di lavoro part time di tipo verticale o di tipo misto.   Con la Circolare n°45 del 19 Marzo 2021, l'Inps fornisce i dovuti […]

Leggi di più

N° 50/2021 del 07/04/2021

L’INPS, con messaggio n° 1297 del 26 marzo 2021, fornisce le prime indicazioni sulla gestione delle domande di cassa integrazione guadagni ex D.L. 41/2021   Con il Messaggio n. 1297/2021, l’INPS fornisce le prime indicazioni sulla gestione delle domande di cassa integrazione, ordinaria e in deroga, assegno ordinario e cassa integrazione speciale operai agricoli, in […]

Leggi di più

N° 49/2021 del 06/04/2021

L’Agenzia delle Entrate, con il provvedimento n° 77923 del 23 marzo scorso, ha reso note le regole operative per accedere ai contributi a fondo perduto dell’Agenzia delle Entrate   Il Direttore dell’Agenzia delle Entrate, Ernesto Maria Ruffini, con il provvedimento n. 77923, datato 23 marzo 2021, ha definito in dettaglio le modalità di presentazione dell’istanza, […]

Leggi di più

N° 47/2021 del 01/04/2021

L'Inps, con il messaggio n. 1028 dell’11 marzo scorso, comunica di aver implementato le funzioni del nuovo cassetto previdenziale del contribuente con l'inserimento del servizio evidenze 2.0 per aziende e intermediari.   L'Inps, con il Messaggio n°1028 dell'11 marzo 2021, nell'ambito del rilascio del “Nuovo Cassetto Previdenziale del Contribuente” (Cfr. Msg n°4702 del 14 dicembre […]

Leggi di più

Privacy Policy
Cookie Policy
Termini e Condizioni

I contenuti di questo sito sono coperti da copyright - 2016 PORTALE UFFICIALE dei CDL di NAPOLI - Powered by WSTAFF