Il Portale per i CDL di Napoli - Organo Ufficiale dell'Ordine

 
N° 50/2021 del 07/04/2021

L’INPS, con messaggio n° 1297 del 26 marzo 2021, fornisce le prime indicazioni sulla gestione delle domande di cassa integrazione guadagni ex D.L. 41/2021

 

Con il Messaggio n. 1297/2021, l’INPS fornisce le prime indicazioni sulla gestione delle domande di cassa integrazione, ordinaria e in deroga, assegno ordinario e cassa integrazione speciale operai agricoli, in relazione alle disposizioni introdotte dal decreto-legge 22 marzo 2021, n. 41 (c.d. “Decreto Sostegni”).

Il Decreto, entrato in vigore il 23 marzo, prevede, infatti, novità in tema di Cassa Integrazione Guadagni sia sul fronte normativo che sul piano operativo.

 

Trattamenti di Cassa Integrazione Ordinaria

L’articolo 8 del decreto-legge n. 41/2021, in aggiunta alle 12 settimane previste dalla legge di bilancio 2021, introduce un ulteriore periodo di 13 settimane di trattamenti di integrazione salariale ordinaria richiedibile dai datori di lavoro che hanno dovuto sospendere o ridurre l’attività produttiva per eventi riconducibili all’emergenza epidemiologica da COVID-19, nel periodo dal 1° aprile 2021 al 30 giugno 2021.

In caso di ricorso alla CIGO, i datori di lavoro hanno complessivamente a disposizione 25 settimane di trattamenti: 12 settimane da collocarsi nel periodo compreso tra il 1° gennaio 2021 e il 31 marzo 2021 ed ulteriori 13 settimane da fruire dal 1° aprile 2021 al 30 giugno 2021.

 

Trattamenti di Assegno Ordinario e di Cassa Integrazione Guadagni in Deroga

I datori di lavoro che rientrano nelle tutele del Fondo di integrazione salariale (FIS), dei Fondi di solidarietà bilaterali, nonché quelli che ricorrono ai trattamenti di cassa integrazione in deroga, per le sospensioni o riduzioni delle attività produttive conseguenti a eventi riconducibili all’emergenza epidemiologica da COVID19, possono richiedere i trattamenti di sostegno per un massimo di 28 settimane complessive nel periodo dal 1° aprile 2021 al 31 dicembre 2021

Considerato che il decreto-legge n. 41/2021 non prevede l’imputazione dei periodi di integrazione precedentemente già richiesti e autorizzati ai sensi della richiamata legge n. 178/2020, collocati, anche parzialmente, in periodi successivi al 1° aprile 2021 alle 28 settimane previste dal D.L. 41/2021, quest’ultimo periodo deve ritenersi aggiuntivo a quello precedente.

Conseguentemente, in caso di ricorso al FIS, al ASO o alla CIGD i datori di lavoro hanno complessivamente a disposizione 40 settimane di trattamenti: 12 settimane da fruire dal 1° gennaio 2021 entro e non oltre il 30 giugno e 28 settimane dal 1° aprile 2021 al 31 dicembre 2021.

 

Per le richieste inerenti alle nuove settimane di trattamenti CIGO, CIGD E ASO previsti dal DL n. 41/2021 deve essere utilizzata la nuova causale “COVID 19 – DL41/21”

 

Trattamenti di Cassa Integrazione Ordinaria per le aziende che si trovano in Cassa Integrazione Straordinaria ai sensi dell’articolo 20 del decreto-legge n. 18/2020

Le aziende, invece, che alla data di entrata in vigore del decreto avessero in corso un trattamento di cassa integrazione salariale straordinario (CIGS) e che avessero necessità di interrompere l’attività lavorativa a causa del COVID, possono accedere al trattamento di integrazione salariale ordinario, per una durata massima di 13 settimane, per periodi decorrenti dal 1° aprile 2021 al 30 giugno 2021, purchè rientrino in un settore per il quale sussista il diritto di accesso alla prestazione di cassa integrazione ordinaria. In questo caso la domanda di integrazione salariale ordinaria deve essere presentata con la nuova causale “COVID 19 – DL 41/21-sospensione Cigs”

 

Trattamenti di Cassa Integrazione Guadagni nel settore agricolo (CISOA)

L’articolo 8, comma 8, del decreto in parola prevede che i datori di lavoro del settore agricolo, che sospendono o riducono l'attività lavorativa per eventi riconducibili all'emergenza epidemiologica da COVID-19, possono presentare domanda di concessione del trattamento di cassa integrazione speciale operai agricoli per una durata massima di 120 giorni, nel periodo ricompreso tra il 1° aprile 2021 e il 31 dicembre 2021. Si rammenta che, in forza di quanto previsto dalla legge n. 178/2020, i datori di lavoro del settore agricolo possono richiedere i trattamenti di sostegno per una durata massima di 90 giorni compresi nel periodo tra il 1° gennaio 2021 e il 30 giugno 2021. Conseguentemente, in caso di CISOA i datori di lavoro hanno complessivamente a disposizione 210 giorni di cassa integrazione: 90 giorni da fruire dal 1° gennaio 2021 entro e non oltre il 30 giugno e 120 giorni dal 1° aprile 2021 al 31 dicembre 2021.

 

Destinatari

Il Dl 41/2021, consente l’accesso al nuovo periodo di trattamenti di integrazione salariale indipendentemente dall’utilizzo degli ammortizzatori sociali per i periodi precedenti al 31 marzo 2021; detti trattamenti, inoltre, trovano applicazione a tutti i lavoratori che risultino in forza alla data di entrata in vigore del decreto, 23 marzo 2021.

 

Le domande di accesso ai trattamenti di cassa integrazione devono essere inoltrate all’INPS, a pena di decadenza, entro la fine del mese successivo a quello in cui ha avuto inizio il periodo di sospensione o di riduzione dell’attività lavorativa.

In caso di pagamento diretto da parte dell'Istituto, il datore di lavoro è tenuto a inviare tutti i dati necessari per il pagamento entro la fine del mese successivo a quello in cui è collocato il periodo di integrazione salariale ovvero entro 30 giorni dalla notifica dell’autorizzazione, qualora questo termine sia più favorevole all’azienda.

 

Per tutte le misure di sostegno sopra descritte non è previsto alcun contributo addizionale a carico dei datori di lavoro che ricorrono ai citati trattamenti.

 

Infine, l’Istituto ricorda che per le domande di trattamenti di integrazione salariale riferite a sospensioni o riduzioni dell’attività lavorativa decorrenti da aprile 2021, la trasmissione dei dati necessari al calcolo e alla liquidazione diretta delle integrazioni salariali da parte dell’INPS o al saldo delle anticipazioni delle stesse, viene effettuata con il flusso telematico “UniEmens-Cig”: le relative istruzioni operative saranno oggetto di una circolare di prossima pubblicazione.

Ad maiora

IL PRESIDENTE  
Edmondo Duraccio

 (*) Rubrica riservata agli iscritti nell’Albo dei Consulenti del Lavoro della Provincia di Napoli. E’ fatto, pertanto, divieto di riproduzione anche parziale. Diritti legalmente riservati agli Autori

 

ED/FC/GA

N° 57/2021 del 20/04/2021

L’INPS, con il messaggio n. 1361 del 31 marzo scorso, ha fornito un nuovo orientamento in merito alla fruizione della decontribuzione sud da parte delle agenzie di somministrazione   Con il messaggio n. 1361 del 31 marzo 2021, l’INPS fornisce nuovi chiarimenti in merito all’applicabilità della “Decontribuzione SUD” ai rapporti di somministrazione. La suddetta agevolazione, […]

Leggi di più

N° 56/2021 del 16/04/2021

La Corte costituzionale, con la sentenza n° 59 del 1° aprile scorso, rende note le motivazioni per le quali nel licenziamento per giustificato motivo oggettivo il cui fatto, posto a base del recesso, è “manifestamente insussistente”, il Giudice “deve” (non “può”) disporre la reintegrazione nel posto di lavoro, qualora si applichi l’art. 18 della L. […]

Leggi di più

N° 55/2021 del 15/04/2021

Il Decreto Sostegni, DL 41 del 22 marzo scorso, ha previsto una moratoria per la notifica di cartelle ed avvisi fino al prossimo 30 aprile, nonché nuove scadenze per i versamenti   Con il Decreto Legge n. 41 del 22/03/2021, (id: Decreto Sostegni) sono state previste ulteriori e importanti  novità in materia di riscossione, prorogando […]

Leggi di più

N° 54/2021 del 14/04/2021

L’Inps, con il messaggio n° 1276 del 25 marzo scorso, fornisce le prime istruzioni relative al congedo previsto dal D.L. n. 30/2021 per assistenza dei figli minori affetti da covid-19, in quarantena ovvero per interruzione della didattica in presenza.   Con messaggio n. 1276 del 25 marzo 2021, l’INPS ha fornito le prime indicazione in […]

Leggi di più

N° 53/2021 del 13/04/2021

L’INL, con la nota prot. 441 del 17 marzo scorso, ha fornito chiarimenti in merito all’utilizzo dell’istituto della diffida accertativa per crediti patrimoniali ex art. 12 del D.lgs. n. 124/2004   Con la nota prot. n. 441 del 17 marzo 2021, l’INL ha fornito chiarimenti in merito all’utilizzo dello strumento della diffida accertativa per crediti […]

Leggi di più

N° 52/2021 del 09/04/2021

L’INL, con la nota n° 473 del 22 marzo 2021, ha fornito chiarimenti in merito all’obbligo di corresponsione della retribuzione ai lavoratori dipendenti con modalità tracciabili.   Con nota n. 473 del 22 marzo 2021, l’Ispettorato Nazionale del Lavoro ha fornito chiarimenti riguardo all’obbligo di corresponsione della retribuzione ai lavoratori dipendenti con modalità tracciabili e […]

Leggi di più

N° 51/2021 del 08/04/2021

L’Inps, con la circolare n° 45 del 19 marzo scorso, ha reso note le nuove modalità operative per il riproporzionamento dei permessi giornalieri per l'assistenza ai disabili in caso di rapporto di lavoro part time di tipo verticale o di tipo misto.   Con la Circolare n°45 del 19 Marzo 2021, l'Inps fornisce i dovuti […]

Leggi di più

N° 49/2021 del 06/04/2021

L’Agenzia delle Entrate, con il provvedimento n° 77923 del 23 marzo scorso, ha reso note le regole operative per accedere ai contributi a fondo perduto dell’Agenzia delle Entrate   Il Direttore dell’Agenzia delle Entrate, Ernesto Maria Ruffini, con il provvedimento n. 77923, datato 23 marzo 2021, ha definito in dettaglio le modalità di presentazione dell’istanza, […]

Leggi di più

N° 48/2021 del 02/04/2021

Con la legge 21 del 26 febbraio scorso, di conversione del Milleproroghe, è stata disposta, per i bilanci 2020, la proroga a 180 giorni per la convocazione dell’assemblea di approvazione   La legge 26 febbraio 2021 n. 21 di conversione del Decreto Milleproroghe (id: D.L. n. 183/2020) ha riproposto anche per i bilanci di esercizio […]

Leggi di più

N° 47/2021 del 01/04/2021

L'Inps, con il messaggio n. 1028 dell’11 marzo scorso, comunica di aver implementato le funzioni del nuovo cassetto previdenziale del contribuente con l'inserimento del servizio evidenze 2.0 per aziende e intermediari.   L'Inps, con il Messaggio n°1028 dell'11 marzo 2021, nell'ambito del rilascio del “Nuovo Cassetto Previdenziale del Contribuente” (Cfr. Msg n°4702 del 14 dicembre […]

Leggi di più

Privacy Policy
Cookie Policy
Termini e Condizioni

I contenuti di questo sito sono coperti da copyright - 2016 PORTALE UFFICIALE dei CDL di NAPOLI - Powered by WSTAFF