Il Portale per i CDL di Napoli - Organo Ufficiale dell'Ordine

 
N° 56/2019 del 12/04/2019

Il DPCM del 27 febbraio scorso, pubblicato sulla G.U. del 05.03.2019, riepiloga tutte le date da ricordare per la trasmissione della comunicazione delle operazioni con l'estero dell’anno 2019.

 

Come ormai ampiamente acclarato, dall’obbligo di fatturazione elettronica in vigore dal 1° gennaio 2019, rimangono escluse le fatture emesse e ricevute nei confronti e da soggetti non stabiliti nel territorio dello Stato. Ragion per cui, dopo l’abrogazione del cosiddetto spesometro, si è resa necessaria l’introduzione di un nuovo adempimento, la comunicazione dei dati delle operazioni transfrontaliere (id: esterometro).

L’esterometro

L’art. 1, c.3 del D.Lgs. n. 127/2015 dispone l’obbligo di fatturazione elettronica per “le cessioni di beni e le prestazioni di servizi effettuate tra soggetti residenti, stabiliti o identificati nel territorio dello Stato.

In pratica, la naturale conseguenza dell’entrata in vigore dell’obbligo generalizzato di fatturazione elettronica è stata l’abrogazione del cosiddetto spesometro, in quanto l’Agenzia delle Entrate acquisisce, ormai autonomamente, i dati delle fatture emesse e ricevute per il tramite del Sistema di Interscambio (id: SdI).

Ex adverso, per le operazioni nei riguardi dei soggetti non stabiliti, il successivo comma 3 bis dispone che “i soggetti passivi trasmettono telematicamente all’Agenzia delle Entrate i dati relativi alle operazioni di cessione di beni e di prestazione di servizi effettuate e ricevute verso e da soggetti non stabiliti nel territorio dello Stato, salvo quelle per le quali è stata emessa una bolletta doganale e quelle per le quali siano state emesse o ricevute fatture elettroniche secondo le modalità indicate nel comma 3. La trasmissione telematica è effettuata entro l’ultimo giorno del mese successivo a quello della data del documento emesso ovvero a quello della data di ricezione del documento comprovante l’operazione.

Pertanto, per le operazioni di cessione di beni e di prestazione di servizi effettuate e ricevute, verso e da soggetti non stabiliti nel territorio dello Stato, gli operatori IVA residenti devono trasmettere:

  • i dati identificativi del cedente/prestatore;
  • i dati identificativi del cessionario/committente;
  • la data del documento comprovante l’operazione;
  • la data di registrazione (per i soli documenti ricevuti e le relative note di variazione);
  • il numero del documento;
  • la base imponibile, l’aliquota IVA applicata e l’imposta ovvero, ove l’operazione non comporti l’annotazione dell’imposta nel documento, la tipologia dell’operazione.

Nello specifico, il nuovo adempimento, serve per comunicare tutte le operazioni effettuate da e verso operatori non residenti.

In generale vanno incluse nell'esterometro:

  • fatture emesse verso soggetti comunitari non stabiliti anche se identificati ai fini IVA in Italia, per i quali non è stata emessa fattura elettronica tramite SdI;
  • fatture ricevute da soggetti comunitari non stabiliti;
  • fatture emesse per servizi generici verso soggetti extracomunitari per cui non è stata emessa la fattura elettronica e per le quali non c’è una bolletta doganale;
  • autofatture per servizi ricevuti da soggetti extracomunitari;
  • autofatture per acquisti di beni provenienti da magazzini italiani di fornitori extraUe.

La Fattura Elettronica per operazioni attive verso l’estero

Per evitare l’esterometro si può optare per la fatturazione elettronica delle operazioni attive verso l’estero, infatti viene concessa la facoltà di emettere le fatture transfrontaliere in modalità elettronica compilando solo il campo CodiceDestinatario” con un codice convenzionale indicato nelle specifiche tecniche che risulta essere la lettera X per 7 volte “XXXXXXX”.  Nel campo “identificativo fiscale IVA” (id: punto 1.4.1.1 del tracciato) va inserita la partita IVA comunitaria e quando si tratta di soggetti extra UE va inserito il seguente codice: “OO 99999999999”. La trasmissione della fattura elettronica per le operazioni verso operatori esteri comporterà l’esonero della nuova comunicazione prevista per le operazioni transfrontaliere.

Le scadenze dell’esterometro

La trasmissione telematica dei dati deve essere effettuata entro l'ultimo giorno del mese successivo a quello della data del documento emesso ovvero a quello della data di ricezione del documento comprovante l'operazione.

Nella tabella seguente vengono riportate tutte le date da ricordare per il 2019:

Periodo operazioni

Termine per la trasmissione

Gennaio 2019

30 aprile 2019 (prorogato)

Febbraio 2019

30 aprile 2019 (prorogato)

Marzo 2019

30 aprile 2019

Aprile 2019

31 maggio 2019

Maggio 2019

30 giugno 2019

Giugno 2019

31 luglio 2019

Luglio 2019

31 agosto 2019

Agosto 2019

30 settembre 2019

Settembre 2019

31 ottobre 2019

Ottobre 2019

30 novembre 2019

Novembre 2019

31 dicembre 2019

Dicembre 2019

31 gennaio 2020

 

Per approfondire

Per ogni eventuale e qualsiasi approfondimento, è possibile trovare ulteriori notizie, al seguente link: Fatture da e verso soggetti stranieri

Ad maiora

IL PRESIDENTE    
Edmondo Duraccio

 (*) Rubrica riservata agli iscritti nell’Albo dei Consulenti del Lavoro della Provincia di Napoli. E’ fatto, pertanto, divieto di riproduzione anche parziale. Diritti legalmente riservati agli Autori

ED/FC/FT

N° 110/2019 del 19/07/2019

L’Agenzia delle Entrate, risposta ad interpello n. 208 del 26 giugno 2019, ha chiarito che l’indicazione del numero REA nei dati dell’emittente la fattura elettronica non è previsto dal decreto IVA, per cui l’assenza del dato non ha riflessi in termini di documentazione delle operazioni e non obbliga all’emissione di alcuna nota di variazione.   […]

Leggi di più

N° 109/2019 del 18/07/2019

Il Ministero dell’Economia e Finanza, con la circolare n° 1 del 4 luglio scorso, ha fornito le prime indicazioni sulle modalità operative delle notifiche e dei depositi telematici obbligatori degli atti e documenti processuali in merito al processo tributario telematico.   All'interno di un ampio processo di digitalizzazione intrapreso dal legislatore italiano (id: Codice dell'Amministrazione […]

Leggi di più

N° 108/2019 del 17/07/2019

L’Agenzia delle Entrate, con il provvedimento del 27 giugno scorso, ha precisato che il certificato unico previsto dal Codice della crisi d’impresa e dell’insolvenza viene rilasciato su richiesta del debitore o del tribunale e riporta l’elenco dei debiti tributari risultanti da atti e contestazioni in corso che gravano sul contribuente.   Il Direttore dell’Agenzia delle […]

Leggi di più

N° 107/2019 del 16/07/2019

L’Agenzia delle Entrate, con la circolare n° 14 del 17 giugno scorso, ha precisato che la data da indicare sulla fattura elettronica, indipendente dal fatto che la trasmissione possa avvenire nei giorni successivi, deve corrispondere con quella di effettuazione dell’operazione.   La data da indicare sulla fattura elettronica, indipendente dal fatto che la trasmissione possa […]

Leggi di più

N° 106/2019 del 12/07/2019

L’INPS, con la circolare n. 90 del 17 giugno 2019, ha fornito le istruzioni relative alla compilazione del quadro RR della dichiarazione dei redditi per i contribuenti iscritti nei registri autonomi e in quelli della gestione separata.   L’INPS ha fornito le istruzioni per la compilazione del Quadro RR del modello “Redditi 2019-PF”, da parte dei soggetti iscritti […]

Leggi di più

N° 105/2019 del 11/07/2019

L'Agenzia delle Entrate, con interpello n° 211 del 27 giugno scorso, ha fornito indicazioni in tema di compensi al consulente tecnico d'ufficio e relativo obbligo di fattura elettronica.   Con la risposta ad Interpello del 27 giugno 2019 n°211, l'Agenzia delle Entrate ha fornito utili indicazioni sulla corretta modalità di fatturazione da parte del consulente […]

Leggi di più

N° 104/2019 del 10/07/2019

L’Inps, con messaggio n. 2339 del 20 giugno 2019, ha comunicato che il “Cassetto Previdenziale per Artigiani e Commercianti” è stato integrato, nell’ambito della sezione “Comunicazione bidirezionale”, con la nuova funzione di “Agenda appuntamenti” e ne ha chiarito termini e modalità di utilizzo.   Il portale dell’Inps si arricchisce di un’altra importante funzionalità che faciliterà […]

Leggi di più

N° 103/2019 del 09/07/2019

L’Agenzia delle Entrate, con il provvedimento n° 216422 del 25 giugno scorso, comunica che sono in arrivo avvisi di anomalia per la mancata presentazione della dichiarazione IVA o presentazione con solo il quadro VA compilato.   L’Agenzia delle Entrate, con il provvedimento n.216422 del 25 giugno 2019, ha individuato le modalità con le quali sono […]

Leggi di più

N° 102/2019 del 05/07/2019

L’INPS, con la Circolare n. 93 del 17 giugno 2019, ha fornito le indicazioni relative all’esclusione dall’applicazione del massimale della base contributiva e pensionabile per i lavoratori della pubblica amministrazione, iscritti dal 1° gennaio 1996 a forme pensionistiche obbligatorie e privi di anzianità contributiva precedente (art. 21 DL 4/2019), per i quali non risultino attive forme di previdenza complementare compartecipate […]

Leggi di più

N° 101/2019 del 04/07/2019

L’Inps, con la circolare n° 78 del 29 maggio scorso, riepiloga i principi inderogabili della disciplina della costituzione della rendita vitalizia ai sensi dell'art. 13 della legge n. 1338 del 1962 fornendo utili chiarimenti ed individuando i comportamenti di cautela da adottare nell'istruttoria delle relative istanze.   Con la Circolare n° 78 del 29 maggio […]

Leggi di più

I contenuti di questo sito sono coperti da copyright - 2016 PORTALE UFFICIALE dei CDL di NAPOLI - Powered by WSTAFF