Il Portale per i CDL di Napoli - Organo Ufficiale dell'Ordine

 
N° 88/2019 del 12/06/2019

Per i lavoratori dipendenti che trasferiscono la residenza per motivi di lavoro fuori regione prevista una detrazione per canoni di locazione da indicare nella dichiarazione dei redditi.

 

L’articolo 16 del TUIR – “Detrazioni per canoni di locazione” – riconosce una detrazione dall’Irpef per la stipula di contratti di locazione dell’abitazione principale, a prescindere dalla durata del rapporto, ed anche nella dichiarazione dei redditi 2019, riferita all'anno di imposta 2018 è possibile beneficiare delle detrazioni sui canoni di locazione sostenuti in caso di trasferimento di residenza per motivi di lavoro.

La detrazione per canoni di locazione

L’agevolazione de qua è riconosciuta a chi si trasferisce a non meno di 100 chilometri di distanza dal precedente domicilio, e l'importo del bonus è differenziato in base al reddito ed è pari a:

  • 991,60 euro se il reddito complessivo non supera i 15.493,71 euro;
  • 495,80 euro se il reddito complessivo è più alto ma non supera i 30.987,41 euro.

La durata della detrazione

In linea generale, si ha diritto alla detrazione a partire dal giorno di trasferimento della residenza nel comune di lavoro o in un comune immediatamente confinante, e spetta per i primi tre anni dal trasferimento di residenza.

La detrazione è riconosciuta esclusivamente ai lavoratori dipendenti, ancorché assunti con contratto a termine, mentre sono tassativamente escluse altre categorie di lavoratori come per esempio i collaboratori. Inoltre, è fondamentale essere già titolari di un contratto di lavoro, pur se appena stipulato, prima di trasferire la propria residenza.

La misura della detrazione

E’ bene precisare che i tre anni dal trasferimento della residenza sono da considerare come tre periodi d’imposta e non come un periodo di 36 mesi pertanto, l’agevolazione può essere richiesta fino al terzo anno successivo a quello nel quale è avvenuto il cambio di residenza, ma non oltre.

Per il primo anno la detrazione va calcolata a partire dal giorno in cui è stata trasferita la residenza e in base al numero dei giorni, compresi tra il giorno di trasferimento e la fine dell’anno, nei quali l’immobile locato è stato adibito ad abitazione principale.

In pratica chi si fosse trasferito il primo dicembre 2018 potrebbe beneficiare della detrazione d’imposta per 31 giorni dell’anno in questione e per 365 giorni per gli anni successivi e fino al 2021. Da quella data in poi, però, rimanendo nel tetto annuale di reddito si potrà optare per una delle detrazioni precedentemente viste in riferimento al tipo di canone di locazione.

Il contratto di locazione cointestato

Nel caso in cui il contratto di locazione è cointestato tra più conduttori, la detrazione de qua va divisa tra tutti gli intestatari del contratto in possesso della qualifica di lavoratori dipendenti, nella misura a ciascuno spettante in relazione al proprio reddito, a patto che, ovviamente, abbiano tutti trasferito la residenza.

Se invece uno solo dei titolari ha i requisiti per usufruirne, la detrazione spetterà solo a quest’ultimo al 100% se gli altri non hanno diritto alla detrazione prima casa spettante.

La documentazione attestante

Chi fruisce della detrazione deve conservare la seguente documentazione attestante la spettanza del beneficio:

  • contratto di locazione registrato;
  • contratto di lavoro dipendente, ovvero CU attestante la qualifica di lavoratore dipendente;
  • autocertificazione nella quale si attesti la residenza, che l’immobile è utilizzato come abitazione principale e che risultano rispettate tutte le condizioni previste per beneficiare della detrazione.

Per approfondire

E’ possibile trovare ulteriori notizie per gli approfondimenti del caso, collegandosi al seguente link:

Ad maiora

IL PRESIDENTE   
Edmondo Duraccio

 

 (*) Rubrica riservata agli iscritti nell’Albo dei Consulenti del Lavoro della Provincia di Napoli. E’ fatto, pertanto, divieto di riproduzione anche parziale. Diritti legalmente riservati agli Autori

ED/FC/FT

N° 91/2019 del 18/06/2019

L’INPS, con il Messaggio n. 2108 del 3 giugno 2019, ha pubblicato i codici intervento per le domande di mobilità in deroga.   Facendo seguito alla recente misura adottata dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, in merito ad un nuovo finanziamento del trattamento di mobilità in deroga per le regioni Campania e Veneto, l’INPS ha pubblicato, con […]

Leggi di più

N° 90/2019 del 14/06/2019

L’Agenzia delle Entrate, con la risposta ad interpello n° 161 del 27 Maggio scorso, ha precisato che il pensionamento intervenuto per obbligo di legge non integra causa ostativa per l’accesso al regime forfettario.   L’Agenzia delle Entrate, con Risposta ad Interpello n°161 del 27 maggio 2019, ha fornito risposta al quesito di un pensionato esercente […]

Leggi di più

N° 89/2019 del 13/06/2019

Continua il percorso della digitalizzazione multicanale per la gestione degli appuntamenti presso gli uffici dell’Agenzia delle Entrate-Riscossione, allo scopo di limitare le code di attesa e ridurre i disagi dei contribuenti, con la nuova App “prenota ticket” possibile dal 20/05/2019 fissare un appuntamento presso uno degli uffici dotati di “eliminacode” evoluto e dislocati sull’intero territorio […]

Leggi di più

N° 87/2019 del 10/06/2019

L’INPS, con il messaggio n. 1908 del 17 maggio 2019, ha comunicato l’implementazione delle funzionalità del libretto di famiglia ai fini delle prestazioni occasionali in caso di decesso dell’utilizzatore del libretto.   Con il messaggio n. 1908 del 17 maggio 2019, l’INPS introduce nuove funzionalità della piattaforma previdenziale relativa alle prestazioni occasionali, in particolare sono state […]

Leggi di più

N° 86/2019 del 07/06/2019

L’Inps, con il messaggio n° 1784 del 9 maggio scorso, ha comunicato che è operativa l'utility per la verifica dei requisiti per il diritto all'esonero contributivo di cui alla legge 27 dicembre 2017, n.205.   Con il Messaggio n°1784 del 9 maggio 2019, l'Inps ricorda che l’art. 1, commi 100-108 e 113-114, della legge 27 […]

Leggi di più

N° 85/2019 del 06/06/2019

Il Ministero delle Finanze, con il decreto del 16 maggio 2019, ha annunciato le novità in arrivo per le certificazioni fiscali in forma elettronica degli esercenti attività di commercio al minuto ed assimilate.   Il Ministero delle Finanze ha emesso in data 16/05/2019 il Decreto Ministeriale che indica gli esoneri all’obbligo di memorizzazione elettronica e […]

Leggi di più

N° 84/2019 del 05/06/2019

Il Ministero del Lavoro, interpello n° 3 dell’8 maggio 2019, ha precisato che per la richiesta di autorizzazione amministrativa all'installazione ed utilizzo di impianti audio-visivi ex art. 4, comma 1 della legge n.300/70 non è configurabile l'istituto del silenzio-assenso.   Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, con nota 8 maggio 2019, n° 3, […]

Leggi di più

N° 83/2019 del 04/06/2019

L’INAIL, con la circolare n° 12 del 13 maggio scorso, ha reso noto di aver attivato dal 27 maggio l’applicativo CIVA per la gestione informatizzata di alcuni servizi di certificazione e verifica.   Con la circolare n° 12 del 13 maggio 2019, l’INAIL introduce un nuovo applicativo che consente un’interlocuzione più agevole con l’utenza per la gestione delle […]

Leggi di più

N° 82/2019 del 31/05/2019

L’Inps, con il messaggio n. 1777 dell’8 maggio 2019, ha fornito chiarimenti sulla nuova modalità di presentazione della domanda di Anf per i lavoratori dipendenti di aziende attive del settore privato non agricolo, indicando modalità di gestione della domanda e fornendo istruzioni per i datori di lavoro, in particolare in merito alla compilazione del flusso […]

Leggi di più

N° 81/2019 del 30/05/2019

La Commissione Tributaria Regionale dell’Emilia Romagna, con la sentenza n° 630/1/19 del 28 marzo 2019, ha statuito che è pienamente legittima ed efficace la notifica della cartella via Pec nel formato Pdf, anziché con il file p7m, ma non può essere omessa l’indicazione del criterio usato per il calcolo degli interessi, comprensivo del tasso, valuta […]

Leggi di più

I contenuti di questo sito sono coperti da copyright - 2016 PORTALE UFFICIALE dei CDL di NAPOLI - Powered by WSTAFF