Il Portale per i CDL di Napoli - Organo Ufficiale dell'Ordine

 
notizie dall’ordine n° 141/2020 del 21/12/2020

 

FIS E CIG. Decreti Legge 104/2020 e Ristori. Apertura a nuovi beneficiari ma impossibilità di attuazione per periodi pregressi per avvenuta scadenza del termine di presentazione delle domande. Emendamento del parlamentare Errani teso alla riapertura dei termini non accolto in Commissione pur essendoci un parere favorevole dell’INPS. La Presidente del CNO il 12 novembre scorso si è rivolta al Ministro del Lavoro, Sen. Nunzia Catalfo.

 

E’ semplicemente avvilente, sul piano della morale e del diritto che, provvedimenti emergenziali varati per venire incontro alle esigenze di imprese e lavoratori (id: principalmente lavoratori) siano sorretti da termini decadenziali in relazione alle varie fasi operative come ad esempio la presentazione delle domande o degli SR41.

Trattandosi di un “risarcimento del danno” patito dal lavoratore per essere stato fermato dallo Stato non dovrebbe esistere.

Ma l’incompetenza da un lato e l’occhio rivolto alle risorse stanziate fanno commettere le peggiori ignominie.

E così si fanno provvedimenti, ad esempio, riservati, anche oltre il termine, a lavoratori in forza alla data del 13 luglio nel mentre quelli assunti successivamente diventano invisibili.

Si provvede poi, quasi con interpretazione autentica avente efficacia retroattiva ad includere tra i beneficiari questi lavoratori assunti dal 14 luglio fino al 9 novembre ma per alcuni di questi, non ricompresi (giustamente) in precedenti domande il recupero dell’indennità (ma per noi è pur sempre un risarcimento del danno) non è possibile per l’avvenuto spirare dei termini decadenziali per la riproposizione delle domande afferenti periodi precedenti.

Vengono presentati emendamenti nel corso dell’iter di conversione del decreto legge (AS 1994) ma nella sera dell’11 dicembre gli stessi non superano l’esame della Commissione Bilancio del Senato ad onta del parere favorevole dell’INPS.

Da qui, un’accorata lettera della Presidente Marina Calderone al Ministro del Lavoro, Sen. Nunzia Catalfo, in data 12 dicembre.

Così si esprime la ns. Presidente:

Le scrivo con riferimento al decreto-legge 28 ottobre 2020, n. 137 (c.d. decreto-legge “ristori”), in fase di conversione presso il Senato della Repubblica (AS 1994), per sottoporle una tematica connessa all’applicazione delle disposizioni concernenti i trattamenti di integrazione salariale emergenziale. Come certamente a Lei noto, all’interno della legge di conversione del decreto-legge su citato sono stati trasposti i testi dei decreti-legge cc.dd. “ristori bis”, “ter” e “quater”. Quest’ultimo decreto, 30 novembre 2020, n. 157, è intervenuto sulla connessione tra i trattamenti di integrazione salariale emergenziale previsti, rispettivamente, dai decreti-legge 14 agosto 2020, n. 104 (c.d. decreto-legge “agosto”) ed il decreto-legge c.d. “ristori”. Detto intervento, sulla scia delle molteplici sollecitazioni degli operatori del settore, ha consentito astrattamente ai datori di lavoro di tutelare i propri dipendenti in soluzione di continuità sino alla fine del corrente anno 2020. Tuttavia, appare necessario, anche in considerazione dei successivi interventi normativi (dispiegatisi nell’arco temporale compreso tra i mesi di settembre e dicembre), procedere ad un coordinamento normativo circa i termini di presentazione delle relative domande di accesso. Allo stato attuale, infatti, taluni datori di lavoro, pur nella potenziale facoltà di accedere ai trattamenti di integrazione salariale ai sensi del c.d. DL “ristori-quater”, non si trovano nella pratica situazione di poter presentare le relative richieste, a causa della già intercorsa scadenza dei relativi termini.  Proprio al fine di coordinare l’intero impianto normativo in commento erano stati presentati alcuni emendamenti (a titolo esemplificativo: 1.1000/237 testo 2 a prima firma Errani) volti a posticipare i termini di presentazione delle domande, così da assicurare l’accesso – a beneficio dei lavoratori – ai periodi di integrazione salariale emergenziale. Proposte emendative sulle quali, come sa e come noto all’Ufficio legislativo del Ministero, l’Inps ha espresso – per quanto di propria competenza – parere favorevole. Dalle informazioni disponibili, tuttavia, sembrerebbe che dette proposte emendative non siano state approvate nella serata dell’11 dicembre presso le Commissioni Bilancio e Finanze. Comprenderà che detto coordinamento è necessario al fine di assicurare l’effettiva applicabilità delle norme in commento e che, pertanto, appare opportuno procedere ad un coordinamento normativo dei testi riuniti nella legge di conversione dei decreti-legge cc.dd. “ristori”. La norma di coordinamento, anche tenuto conto delle potenziali tempistiche di conversione del decreto-legge, dovrebbe prorogare al prossimo 31 gennaio 2021 tutti i termini di trasmissione delle richieste di accesso ai trattamenti di integrazione salariale – ex lege decadenziali – scaduti nel periodo compreso tra il 1° settembre ed il 31 dicembre 2020. Nella speranza che il Governo possa, attraverso gli strumenti ritenuti più opportuni, procedere a detto coordinamento normativo – peraltro neutro con riferimento agli effetti sulla finanza pubblica – si rimane a disposizione per ogni eventuale chiarimento che il dicastero dovesse ritenere utile”.

Noi auspichiamo solo che il tutto finisca presto!!!

Buon lavoro

Ad maiora 

IL PRESIDENTE
EDMONDO DURACCIO

 

(*) Rubrica contenente informazioni riservate ai soli iscritti all’Albo dei Consulenti del Lavoro di Napoli. Riproduzione, anche parziale, vietata. Redazione a cura della Commissione Comunicazione Istituzionale del CPO di Napoli.

ED/FC

 

notizie dall’ordine n° 23/2021 del 26/02/2021

  F.C.O. biennio 2019/2020. Nuovo atto di indirizzo del CNO nei confronti dei CPO. Per coloro che non avessero potuto completare il raggiungimento dei 32 CFP nel biennio in parola NON C’E’ BISOGNO DI INVIO DELLA DICHIARAZIONE ENTRO IL 28 FEBBRAIO. Il biennio 2019/2020, a seguito di delibera del CNO del 19 febbraio scorso, SI […]

Leggi di più

notizie dall’ordine n° 22/2021 del 26/02/2021

Nuova ondata di note di rettifica da parte INPS. Alcune sono vecchie e già riscontrate dai Colleghi ma c’è la problematica degli archivi sporchi e per parecchie posizioni c’è stata l’emissione del DURC positivo. Abbiamo rappresentato il tutto al CNO a livello di Consulta della Campania. Il problema, comunque, ha rilevanza nazionale. La Presidente Calderone, […]

Leggi di più

notizie dall’ordine n° 21/2021 del 22/02/2021

Agenzie di lavoro. Va bene la concorrenza con i Consulenti del Lavoro circa l’opportunità di somministrazione in luogo dell’assunzione diretta ma senza DENIGRARE l’operato dei professionisti o mettendo in dubbio le loro competenze. Purtroppo ciò sta accadendo ed il CNO ha preso posizione forte e determinata con un Comunicato Stampa. L’ANCL ha, invece, preannunciato una […]

Leggi di più

notizie dall’ordine n° 20/2021 del 18/02/2021

Il 16 febbraio scorso, in videoconferenza, c’è stato l’incontro tra i vertici della Direzione di Coordinamento Metropolitano INPS rappresentati dal Dott. Vincenzo Damato ed i rappresentanti del CPO di Napoli. Ribadite le criticità all’inerzia e disorganizzazione della sede di Napoli (5100). Nuova sperimentazione per la CIGO Covid- 19, sussidiarietà tra le filiali, presidi dei cassetti […]

Leggi di più

notizie dall’ordine n° 19/2021 del 17/02/2021

Mario Draghi è il nuovo Premier. Andrea Orlando, Vice Segretario del PD, è il nuovo Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali. Fu vicino alla Categoria nella battaglia per “l’equo compenso” ed è molto propenso all’ascolto e al dialogo. I nostri auguri con qualche suggerimento.   E dopo la crisi di Governo che ha portato […]

Leggi di più

notizie dall’ordine n° 18/2021 del 12/02/2021

Riprendono anche le attività di raccordo delle strutture territoriali con il CNO. La Presidente Marina Calderone ha convocato il 18 febbraio prossimo, in videoconferenza, l’Assemblea dei Presidenti dei CPO. Importantissimo l’Ordine del Giorno vertente sull’analisi dei dati relativi all’ottemperanza dell’obbligo formativo nel biennio 2019/2020. I lavori inizieranno alle ore 10:00 con termine previsto alle 13:00. […]

Leggi di più

notizie dall’ordine n° 17/2021 del 11/02/2021

  Emanato il D.D. n. 3 del 21 gennaio 2021 di indizione degli esami di abilitazione all’esercizio della professione di Consulente del Lavoro – sessione 2021 – con relativa pubblicazione in G.U. n. 8 del 29 gennaio 2021. Le prove scritte si svolgeranno il 6 e 7 settembre 2021. Le domande, in modalità telematica, vanno […]

Leggi di più

notizie dall’ordine n° 16/2021 del 10/02/2021

Le criticità in materia di lavoro ed occupazione che il Presidente del Consiglio, incaricato per la formazione di un nuovo Governo, Mario Draghi, dovrà tenere in evidenza per risolverle subito. I Consulenti del Lavoro, a mezzo della Presidente Marina Calderone, offrono un quadro di soluzioni idonee a partire dal rilancio dell’economia, persistendo nel blocco dei […]

Leggi di più

notizie dall’ordine n° 15/2021 del 09/02/2021

Il riscontro della Direzione Generale Inps, il 5 febbraio scorso, alle richieste dei CdL di Napoli a fronte del cattivo funzionamento della Sede INPS 5100 di Napoli.   Ci eravamo rivolti il 26 gennaio u.s. alla DG INPS per segnalare le criticità della sede INPS di Napoli (CIG inevase, Cassetti bidirezionali diventati inutilizzati, DURC lentissimi, […]

Leggi di più

notizie dall’ordine n° 14/2021 del 08/02/2021

Prorogato al 5 marzo 2021 il termine ultimo di iscrizione al Master di II livello in “Legal Manager & Advisor” organizzato dall’Università Parthenope di Napoli. Il CPO di Napoli ricorda di aver messo a disposizione degli Iscritti e dei figli degli Iscritti una Borsa di Studio pari alla intera quota di iscrizione – Di seguito […]

Leggi di più

Privacy Policy
Cookie Policy
Termini e Condizioni

I contenuti di questo sito sono coperti da copyright - 2016 PORTALE UFFICIALE dei CDL di NAPOLI - Powered by WSTAFF