Il Portale per i CDL di Napoli - Organo Ufficiale dell'Ordine

 
notizie dall’ordine n° 15/2020 del 12/02/2020

Nella trasmissione della WEB TV dei Consulenti del Lavoro “Punti di vista” le tesi del Sottosegretario al M.E.F. Pier Paolo Baretta e del Vice Presidente della Commissione Lavoro del Senato, William De Vecchis, su riduzione della pressione fiscale e riforma delle pensioni. Il Presidente della Fondazione Studi, Rosario De Luca, ha evidenziato, invece, lo scarso interesse del Governo verso le aziende, i lavoratori autonomi e professionisti.

 

“Non solo buste paga” ma disamina a 360° della situazione economico – produttiva del Paese, riduzione pressione fiscale, riforma delle pensioni, disinteresse delle Istituzioni governative per autonomi e professionisti.

Di tutto e di più, dunque, nella trasmissione della WEB TV dei Consulenti del Lavoro “Punti di vista”.

In questa puntata hanno partecipato il Sottosegretario al M.E.F Pier Paolo Baretta, il Vice Presidente della Commissione lavoro del Senato, William De Vecchis, e il “nostro” Rosario De Luca, Presidente della Fondazione Studi.

Interessante il “focus” su pressione fiscale e situazione degli autonomi e professionisti passando per una riforma delle pensioni.

Il Sottosegretario Pier Paolo Baretta ha confermato che uno dei punti nevralgici dell’agenda di Governo è rappresentato dalla riduzione delle tasse a lavoratori e Pensionati e sono già due i fronti su cui si sta già intervenendo: da un lato con il taglio del cuneo fiscale, previsto dal D.L. n.3/2020 “Misure urgenti per la riduzione della pressione fiscale sul lavoro dipendente” pubblicato il 5 febbraio in Gazzetta Ufficiale, per il quale sono stati stanziati 3 miliardi per il 2020 e 5 per il 2021; dall’altro lato con il tavolo tecnico già convocato al Ministero dell’Economia e Finanze per avviare una riforma fiscale che riduca le aliquote Irpef per autonomi e pensionati a partire dalla prossima legge di bilancio.

L’idea sarebbe condivisa dalla maggioranza, secondo quanto dichiarato dal Sottosegretario al MEF, Pier Paolo Baretta, per cui  “L’obiettivo principale è di poter arrivare alla fine di quest’anno a mettere in legge di bilancio una riforma fiscale che abbia come effetto che i cittadini, non i lavoratori dipendenti che hanno già avuto un risultato, ma i pensionati, le partite IVA, godano dell’abbassamento del peso delle aliquote”.

“Si tratterà di capire” ha aggiunto “quanto sarà possibile operare, soprattutto sulle due aliquote più basse, e se si riuscirà anche sulla terza, in modo da togliere il peso delle tasse sui redditi medi e medio bassi”.

“Tutto ciò comporterà, ha aggiunto di nuovo, che la rimodulazione dell’IVA sarà inevitabile avendo una clausola di salvaguardia nel 2021 di 20 mld, ma tutto dipenderà da come si sceglierà di farlo”.

Secondo il Sottosegretario, una strada percorribile potrebbe essere quella di “ridurre il carrello della spesa e lasciare andare verso un progressivo aumento il voluttuario o i beni di lusso”.

Nel corso della puntata si è affrontato anche il tema della riforma pensionistica.

Con i risparmi ottenuti da Quota 100, che come confermato da Baretta non verrà prorogata dopo il 2021, il Governo mira a garantire la massima flessibilità in uscita – per evitare il ritorno alla Fornero e dare ad ogni lavoratore la possibilità di scegliere quando uscire dal mercato del lavoro – e al tempo stesso a creare un sistema di welfare che tuteli chi non è autosufficiente.

Il tema sarà discusso con il Ministro del Lavoro Nunzia Catalfo già la prossima settimana, nell’audizione in Commissione Lavoro al Senato, ha assicurato il Vicepresidente della Commissione, William De Vecchis, sottolineando che la Lega presenterà le sue proposte al Ministro per ciò che riguarda quota 41, salario minimo e non autosufficienza, ma dirà la sua anche sulla flat tax e sulla questione delle aliquote “per permettere anche alle aziende di avere sgravi sulla tassazione e quindi di assumere”.

Sul tema dell’occupazione è intervenuto il Presidente della Fondazione Studi Consulenti del Lavoro, Rosario De Luca, definendo positivi gli interventi già introdotti nella manovra finanziaria a favore dei lavoratori dipendenti e di chi non ha lavoro, ma poco apprezzabile lo scarso interesse manifestato per le aziende e i lavoratori autonomi, che se non vengono sostenuti con interventi mirati a far ripartire gli affari e il lavoro, non produrranno alcun vantaggio all’economia e all’occupazione. E, di conseguenza, non incrementeranno i contributi per la pensione.

“Non dimentichiamoci mai delle piccole e medie imprese, degli studi professionali, del tessuto socio-economico del nostro Paese che è quello da cui parte tutto, compreso il lavoro dipendente e il sostegno al sistema previdenziale”, ha

sottolineato De Luca al termine della trasmissione.

Lo comprenderanno?

Buon lavoro

Ad maiora

IL PRESIDENTE
EDMONDO DURACCIO

(*) Rubrica contenente informazioni riservate ai soli iscritti all’Albo dei Consulenti del Lavoro di Napoli. Riproduzione, anche parziale, vietata. Redazione a cura della Commissione Comunicazione Istituzionale del CPO di Napoli.

ED/FC

notizie dall’ordine n° 16/2020 del 13/02/2020

Corso di aggiornamento ASSE.CO obbligatorio per gli Asseveratori iscritti da 24 mesi. Il Regolamento dell’ASSE.CO prevede specificatamente tale obbligo di aggiornamento biennale. Il Corso si terrà il 18 Febbraio prossimo, dalle ore 10:00 alle ore 17:00, presso la Scuola di Alta Formazione della Fondazione Studi Consulenti del Lavoro in Roma al Viale del Caravaggio, 78. […]

Leggi di più

notizie dall’ordine n° 14/2020 del 11/02/2020

  Il prossimo 20 Febbraio altro importantissimo Convegno su di una tematica di interesse esclusivo e personale dei Colleghi. Affronteremo, con i vertici dell’ENPACL, il “Provvedimento Straordinario di Incentivazione alla Regolarità Contributiva” e, cosa che non guasta mai, la rilevanza disciplinare interna dell’inadempimento contributivo. Non mancheranno il ruolo dell’ANCL nella Previdenza di Categoria e le […]

Leggi di più

notizie dall’ordine n° 13/2020 del 10/02/2020

Il 3 Febbraio scorso la Commissione Esaminatrice degli Esami di Abilitazione alla Professione di Consulente del Lavoro – sessione 2019 – ha completato le operazioni di correzione degli elaborati, effettuato gli abbinamenti e redatto il calendario delle prove orali. Su 140 partecipanti alle prove scritte ne sono stati ammessi agli orali 121. Dei 51 partecipanti, […]

Leggi di più

notizie dall’ordine n° 12/2020 del 06/02/2020

La Fondazione Studi con il documento “Verso la Riforma previdenziale. Alcuni elementi di riflessione” evidenzia le criticità del mercato del lavoro e le azioni da mettere in campo per sostenere la crescita. Particolarmente colpiti i giovani. I dati che evidenziano l’aumento dell’occupazione dal 2008 al 2018 vanno letti anche alla luce di una comparazione con […]

Leggi di più

notizie dall’ordine n° 11/2020 del 05/02/2020

Esami di Stato di abilitazione all’esercizio della professione di Consulente del Lavoro – Sessione 2020. In G.U., 4^ serie speciale, n.9 del 31 gennaio 2020, il Decreto Direttoriale n. 1 del 30 gennaio 2020. Il 3 e 4 settembre 2020 le due prove scritte. Domande di partecipazione in esclusiva modalità telematica fino alle ore 24:00 […]

Leggi di più

notizie dall’ordine n° 10/2020 del 27/01/2020

Legge di Bilancio 2020 e Decreto fiscale collegato. Problematica degli appalti e incombenze, relative alle ritenute, per committenti, appaltatori e subappaltatori. Nel corso del VIDEOFORUM CNO/ITALIAOGGI del 22 gennaio scorso il vice Presidente dell’Agenzia delle Entrate, Paolo Savini, ha preannunciato un incontro/confronto, al più presto, con i CDL e le Associazioni di Categoria per una […]

Leggi di più

notizie dall’ordine n° 09/2020 del 20/01/2020

Il CNO, rappresentato dal Vice Presidente Sergio Giorgini, ha partecipato il 16 gennaio scorso alle audizioni alla Camera dei Deputati per il contenuto del Decreto Legge “Milleproroghe 2020” evidenziando la necessità di almeno due interventi. Il primo riguarda la tenuta dell’Albo contenente i soggetti incaricati di gestire le crisi d’impresa. Il secondo, invece, attiene alle […]

Leggi di più

notizie dall’ordine n° 08/2020 del 16/01/2020

L’Osservatorio Statistico dei Consulenti del Lavoro e la Fondazione Studi, attraverso l’elaborazione dei dati CICO (Campione Integrato Comunicazioni Obbligatorie), fanno luce sui licenziamenti a tutele crescenti dopo l’emanazione del Jobs Act e quelli, per assunti ante jobs act, sorretti dall’art. 18 della legge 300/1970. Dal confronto dei dati delle due tipologie di licenziamenti risulta infondata […]

Leggi di più

notizie dall’ordine n° 07/2020 del 14/01/2020

Per i giovani l’attuale mercato del lavoro è una corsa ad ostacoli. Appare, infatti, difficile il passaggio dalla formazione al lavoro con l’aggravante di una funzione pubblica di intermediazione non sempre al passo con le esigenze di chi è in cerca di lavoro. Proprio per questo il CNO e la Fondazione Studi hanno organizzato il […]

Leggi di più

notizie dall’ordine n° 06/2020 del 13/01/2020

Positivo il bilancio delle attività in favore della Categoria svolte dalla Fondazione Studi nel 2019. Dai “corsi formativi” alla “Summer School”, dai “Videoforum” al “Festival del Lavoro” passando per “Gli Stati Generali della Categoria per i 40 anni della legge 12/1979”. Rosario De Luca, Presidente della Fondazione Studi, non nasconde la sua orgogliosa soddisfazione ed […]

Leggi di più

I contenuti di questo sito sono coperti da copyright - 2016 PORTALE UFFICIALE dei CDL di NAPOLI - Powered by WSTAFF