Il Portale per i CDL di Napoli - Organo Ufficiale dell'Ordine

 
notizie dall’ordine n° 39/2019 del 08/07/2019

DOPO AVERNE FATTO OGGETTO DI UNA MAGNIFICA TAVOLA ROTONDA AL FESTIVAL DEL LAVORO, LA TEMATICA DEL SALARIO ORARIO MINIMO CON LE OSSERVAZIONI DEL CONSIGLIO NAZIONALE E DELLA FONDAZIONE STUDI APPRODA PRESSO LA COMMISSIONE LAVORO DELLA CAMERA. NELL’AUDIZIONE DEL 1 LUGLIO SCORSO IL SEGRETARIO DEL CNO, FRANCESCO DURACCIO, E IL DIRETTORE GENERALE DEL CNO, DOTT. PAOLO PENNESI, HANNO ESPOSTO IL PENSIERO DELLA CATEGORIA CORREDANDOLO CON DATI IMPORTANTI SUL VERSANTE DEL COSTO DEL LAVORO E SUGLI ALTRI EFFETTI DERIVATI. ANCORA UNA VOLTA ESALTATO IL RUOLO DEI CONSULENTI DEL LAVORO, IN REGIME DI TERZIETA’, AL SERVIZIO DELLO STATO, IMPRESE E LAVORATORI.

 

Il 27 giugno scorso al RAMADA HOTEL NAPLES, nell’ambito della relazione del Presidente di accompagnamento del bilancio consuntivo 2018 è stato posto l’accento, in apposito capitolo, dell’importanza della “comunicazione” e del “ruolo dei Consulenti del Lavoro” molto lontano, ora, da “quelli delle buste paga”. In altri termini si è evidenziato, anche sul versante locale, il ruolo dell’ordinamento dei Consulenti del Lavoro, come terzo e neutrale, con la finalità di essere al servizio dello Stato, Imprese e Lavoratori.
Il salto di qualità, ormai ripetuto negli anni, principalmente con il Festival del Lavoro, cui fanno seguito sui territori ad opera dei CPO piccole ma significative ed analoghe manifestazioni, è dovuto a quella “comunicazione” intelligente che poggia su due elementi fondamentali: la terzietà ed il nostro essere un soggetto tecnico specializzato.
Al Festival del Lavoro 2019 al MI.CO di Milano c’è stata una disamina importante sul salario minimo orario all’esame degli organi legislativi con la rappresentazione dei costi maggiori cui le aziende andrebbero incontro a seguito dell’introduzione di tale “maggiore onere retributivo” nell’ambito della ulteriore contribuzione, da un lato, ma anche con gli effetti derivati come ad esempio il mancato ricorso a welfare aziendale o a premi di produttività.
Noi del CPO di Napoli ne abbiamo anche discusso nella prima tavola rotonda del VI Forum “Lavoro, Occupazione, Imprese & Libere Professioni” svoltosi il 9 maggio scorso alla Stazione Marittima non mancando di evidenziare, sul piano del diritto, una deviazione dai caratteri di proporzionalità rispetto alla quantità e qualità del lavoro prestato se tale salario unico, a prescindere dalla professionalità del lavoratore, dovesse essere comunque erogato a quanti non lo percepiscono.
Orbene, essendo in discussione alla Commissione Lavoro della Camera quattro risoluzioni sul salario minimo orario di 9 euro lordi, il nostro CNO (e la Fondazione Studi) è stato invitato in audizione “informale” per rendere il proprio pensiero sulla tematica de qua.
Il 1 luglio scorso una Delegazione del CNO composta dal Segretario, Francesco Duraccio, e dal D.G. del CNO, Dott. Paolo Pennesi
, hanno rappresentato il pensiero dei Consulenti del Lavoro in subiecta materia consegnando un corposo documento e rispondendo alle domande che sono state loro poste.
Per la ns. Categoria, alla luce dell’osservatorio privilegiato delle PMI, pur essendo condivisibile il tentativo di dare dignità economica al lavoro e combattere i fenomeni delle cooperative spurie o degli appalti illeciti di manodopera, l’introduzione normativa di un salario minimo legale non può non impattare sul costo del lavoro delle imprese italiane, soprattutto PMI. Ciò, comunque, in relazione alla discussione congiunta delle risoluzioni 7-00012 Rizzetto, 7-00215 Serracchiani, 7-00216 Segneri e 7-00234 Murelli, concernenti l’istituzione della retribuzione minima oraria. Secondo le stime elaborate dal CNO e esposte ed ampiamente rappresentate documentalmente, con un salario minimo a 9 euro lordi l’ora e per effetto del trascinamento verso l’alto delle retribuzioni già superiori a tale soglia, si potrebbe arrivare ad un costo del lavoro di circa 12 miliardi di euro, triplicato rispetto ai 4,3 miliardi stimati dall’Istat.
Fra gli effetti negativi dell’aumento generalizzato della retribuzione: una minore disponibilità di risorse per trattamenti retributivi aggiuntivi come premi di produzione e welfare aziendale, a discapito della produttività e del benessere organizzativo; l’aumento del prezzo di beni e servizi da parte delle imprese tenute ad affrontare nuovi costi, che potrebbe vanificare i benefici sui consumi e sul potere d’acquisto che la norma sul salario minimo tende a generare; situazioni di dumping sociale con i lavoratori europei, con una nuova ondata di delocalizzazioni e una diminuzione dei già bassi livelli di investimenti esteri in Italia; lavoro sommerso; livellamento indiscriminato delle diverse tipologie contrattuali e di lavoro. Per attenuare tali effetti, il Consiglio Nazionale dell’Ordine ritiene opportuno il pieno coinvolgimento delle parti sociali nell’identificazione del salario minimo, individuando tale importo quale quello derivante dal contratto collettivo nazionale stipulato dalle associazioni sindacali e datoriali comparativamente più rappresentative lasciando alle stesse anche il compito di individuare un salario minimo residuale nelle ipotesi di mancata applicazione dei contratti collettivi.
Inoltre, contro gli appalti illeciti sarebbe opportuno reintrodurre l’obbligo di equiparare le retribuzioni dei dipendenti dell’appaltatore a quelli dell’appaltante.
Ancora una volta abbiamo dimostrato la ns. vicinanza alle Istituzioni facendo emergere, anche in sede di audizione parlamentare, il ns. tecnicismo non disgiunto ad una terzietà nei rapporti tra le “parti” in contratto e fornendo dati importanti per una successiva riflessione di chi di dovere.
E su questo giova ripeterlo: la ns. Categoria esprime solo dei giudizi, osservazioni, contributi alle Istituzioni, di natura tecnica e contabile.
Il compito di varare le disposizioni spetta solamente alla politica.

Buon lavoro

Ad maiora

IL PRESIDENTE
EDMONDO DURACCIO

(*) Rubrica contenente informazioni riservate ai soli iscritti all’Albo dei Consulenti del Lavoro di Napoli. Riproduzione, anche parziale, vietata. Redazione a cura della Commissione Comunicazione Istituzionale del CPO di Napoli.

ED/FC

 

notizie dall’ordine n° 43/2019 del 18/07/2019

I CONSULENTI DEL LAVORO, DELEGATI DELLA FONDAZIONE LAVORO, PROTAGONISTI IN POSITIVO DEL MERCATO DEL LAVORO. NEGLI ULTIMI 5 ANNI SONO STATI ASSUNTI, ENTRO 6 MESI DAL TERMINE DEL TIROCINIO PROMOSSO DALLA FONDAZIONE STESSA, BEN 60.000 LAVORATORI. I DATI ELABORATI DALL’OSSERVATORIO STATISTICO DEI CONSULENTI DEL LAVORO.   Non c’è bisogno che la Categoria produca e faccia […]

Leggi di più

notizie dall’ordine n° 42/2019 del 16/07/2019

DEPOSITO DI CONTRATTI COLLETTIVI ED ACCORDI IN VIA TELEMATICA. DA DOMANI, 17 LUGLIO 2019, NUOVE MODALITA’ PIU’ SEMPLIFICATE PER TALE ADEMPIMENTO CHE DOVRA’ ESSERE UTILIZZATO ANCHE PER I CONTRATTI DI PRIMO LIVELLO. IL DEPOSITO DEL CONTRATTO AVVERRA’ IN DUE FASI A SECONDA SE ESSO PREVEDA O DIA TITOLO ANCHE AD AGEVOLAZIONI FISCALI O CONTRIBUTIVE.   […]

Leggi di più

notizie dall’ordine n° 41/2019 del 15/07/2019

ORDINAMENTI PROFESSIONALI TERRITORIALI E NAZIONALE DEI CONSULENTI DEL LAVORO. OCCORRONO CHIARIMENTI DEFINITIVI SE “IN TUTTO E PER TUTTO” DOBBIAMO PROCEDERE AGLI STESSI ADEMPIMENTI DELLA “ALTRE” PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI DELLO STATO. LA PRESA DI POSIZIONE, CON COINVOLGIMENTO DI TUTTI I CPO, DEL CNO. EMANATA LA CIRCOLARE N. 1160, PROT. N.0007182/U/CIRC. DEL 12 LUGLIO 2019.   Il problema […]

Leggi di più

notizie dall’ordine n° 40/2019 del 09/07/2019

FORMAZIONE CONTINUA “SPRINT” IN ATTESA DI UN BREVE PERIODO DI FERIE NEL MESE DI AGOSTO. VI ACCOMPAGNEREMO A QUESTA PAUSA ESTIVA CON DUE CONVEGNI (19 LUGLIO E 22 LUGLIO) SU TEMATICHE DI STRETTA ATTUALITA’ E DI APPROCCIO. IL PRIMO SI SVOLGERA’ DI MATTINA ED IL SECONDO DI POMERIGGIO. A DISPOSIZIONE DEI PARTECIPANTI ALTRI 8 CREDITI […]

Leggi di più

notizie dall’ordine n° 38/2019 del 04/07/2019

NEL CORSO DELLA RIUNIONE DEL CONSIGLIO DEL 2 LUGLIO 2019 ABBIAMO ANALIZZATO I DATI ELABORATI DAL TESORIERE SUI “MOROSI” DELL’ANNO 2019. È UN DATO IMPRESSIONANTE, MAI VERIFICATOSI. NON RISULTANO ALL’APPELLO CON L’ADEMPIMENTO DEL VERSAMENTO QUOTA 2019 BEN 369 ISCRITTI. ENTRO IL 30 GIUGNO ERA PARTITO IL SOLLECITO. CI AUGURIAMO CHE SI SIA TRATTATO DI UNA […]

Leggi di più

notizie dall’ordine n° 37/2019 del 03/07/2019

ALTRO GRANDE LAVORO DI ELABORAZIONE DELL’OSSERVATORIO STATISTICO DEI CONSULENTI DEL LAVORO. NE PARLANO, ORMAI, TUTTI I “MEDIA”. QUALI SONO STATE LE PROFESSIONI “VINCENTI” NEGLI ULTIMI 5 ANNI INTESE COME FIGURE PROFESSIONALI RICHIESTE DAL MERCATO E QUALI SONO STATE QUELLE CHE, NELLO STESSO PERIODO, SONO RISULTATE “PERDENTI”.   Siamo una “Categoria Professionale” sempre più vicina a […]

Leggi di più

notizie dall’ordine n° 36/2019 del 02/07/2019

IL PROSSIMO 16 LUGLIO SCADE IL TERMINE DI PRESENTAZIONE DELLE ISTANZE ALLA DIREZIONE  INTERREGIONALE DEL LAVORO DI NAPOLI PER POTER PARTECIPARE AGLI ESAMI DI ABILITAZIONE ALL’ESERCIZIO DELLA PROFESSIONE DI CONSULENTE DEL LAVORO. INVIATA UNA MAIL AI POTENZIALI PARTECIPANTI. L’INVITO ODIERNO È RIVOLTO, INVECE, AI COLLEGHI CHE ABBIANO PRATICANTI CON I REQUISITI, AL 16 LUGLIO 2019, […]

Leggi di più

notizie dall’ordine n° 35/2019 del 28/06/2019

IERI, 27 GIUGNO 2019, INIZIO ORE 15:00, ASSEMBLEA DEGLI ISCRITTI PER ADEMPIMENTO ISTITUZIONALE DI DISAMINA BILANCIO CONSUNTIVO 2018 AL RAMADA HOTEL NAPLES. IL DOCUMENTO CONTABILE È STATO APPROVATO ALL’UNANIMITA’ DAGLI OLTRE 527 CONSULENTI DEL LAVORO PRESENTI. L’ASSEMBLEA PRESIEDUTA DAL PRESIDENTE ANCL UP NAPOLI LUIGI CARBONELLI. IN PRIMA FILA IL DIRETTIVO AGCDL NAPOLI. LE PRIME DUE […]

Leggi di più

notizie dall’ordine n° 34/2019 del 27/06/2019

SUCCESSO SENZA PRECEDENTI PER LA X EDIZIONE DEL FESTIVAL DEL LAVORO SVOLTASI AL MI.CO DI MILANO DAL 20 AL 22 GIUGNO SCORSO. NELLA SOLA GIORNATA DI VENERDI’ 21 GIUGNO HANNO ATTESTATO IL LORO INGRESSO OLTRE 6.000 COLLEGHI PER UN TOTALE DI OLTRE 12.000 NELLE TRE GIORNATE. CENTINAIA DI OSPITI IMPORTANTI TRA MINISTRI, POLITICI, GIORNALISTI ED […]

Leggi di più

notizie dall’ordine n° 33/2019 del 18/06/2019

IL CNO NELLA SEDUTA DEL 13 GIUGNO 2019 HA APPROVATO LE MODIFICHE AL REGOLAMENTO DELLE PROCEDURE DISCIPLINARI TENENDO CONTO DEI SUGGERIMENTI EMERSI NELL’ASSEMBLEA DEI CPO DEL 24 E 25 MAGGIO SCORSI. IL NUOVO REGOLAMENTO, GIA’ PUBBLICATO SUL NS SITO WWW.ORDINECDLNA.IT, ENTRERA’ IN VIGORE IL 15° GIORNO SUCCESSIVO ALLA SUA PUBBLICAZIONE SUL SITO DEL CNO. NUMEROSE […]

Leggi di più

I contenuti di questo sito sono coperti da copyright - 2016 PORTALE UFFICIALE dei CDL di NAPOLI - Powered by WSTAFF