Il Portale per i CDL di Napoli - Organo Ufficiale dell'Ordine

 
notizie dall’ordine n° 82/2019 del 13/11/2019

Pagamenti alla Pubblica Amministrazione con il sistema Pago PA. Il CNO ritorna, nuovamente, sull’argomento con Nota Prot. 0010544/U/COMUNICATI E NOTIZIE del 6 novembre 2019 a firma della Presidente, Marina Calderone.

 

È tempo di legge di Bilancio e tra i tanti dibattiti sul POS, tassazione dei contanti, sostituzione della moneta legale con quella elettronica, manette agli evasori, che tengono incollati gli spettatori nella visione dei vari workshop delle emittenti più importanti, rispunta la procedura di pagamento con sistema Pago PA.

Ed è proprio quest’ultima “notizia” ad aver suggerito al CNO l’opportunità di scrivere ai CPO per ulteriori chiarimenti in subiecta materia.

Il tutto è avvenuto con nota Prot. 0010544/U/COMUNICATI E NOTIZIE del 6 novembre 2019 a firma della Presidente, Marina Calderone.

Il Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Consulenti del Lavoro, proprio in riferimento al sistema Pago PA, obbligatorio per la Pubblica Amministrazione, ha richiamato il proprio precedente comunicato prot. 00010980 del 15 dicembre 2016, fornendo le seguenti ulteriori precisazioni.

Come noto, ormai, il sistema Pago PA costituisce una nuova modalità per eseguire presso i Prestatori di Servizi di Pagamento aderenti ai pagamenti verso la Pubblica Amministrazione in modalità standardizzata, avvalendosi della piattaforma tecnologica nazionale.

L’obbligo di adesione al predetto sistema, come ricordato dal CNO nella nota de qua, è sancito dall’articolo 5 del CAD (Codice dell’Amministrazione Digitale, D.Lgs. 82/2005) e dall’articolo 15, comma 5 bis, del D.L. 179/2012 convertito dalla L. 221/2012, i quali stabiliscono appunto che le Pubbliche Amministrazioni sono obbligate ad offrire ai cittadini la possibilità di pagare elettronicamente, anche mediante l’utilizzo di carte di debito e carte di credito.

La ratio sottesa al sistema Pago PA è, dunque, quella di rendere più semplici e trasparenti i pagamenti per i cittadini.

È di tutta evidenza, ha osservato il CNO, che tale predetta ratio non appare estendersi agli ordini professionali i quali, invero, si ritiene siano esclusi dallo stesso ambito soggettivo di applicazione del Sistema Pago PA (art. 2 CAD).

Nello specifico, il citato articolo 2, infatti, nel dettare l’ambito soggettivo di applicazione del CAD, prevede che esso si applichi: “a) alle pubbliche amministrazioni di cui all'articolo 1, comma 2, del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165 (…)”.

Il mero richiamo effettuato rispetto alla nozione di “pubbliche amministrazioni”, ha osservato il CNO, non è di per sé sufficiente a ricomprendere sempre e comunque anche gli Ordini professionali nella sfera di applicazione soggettiva di disposizioni dettate in via generica per il comparto pubblico. Bisogna, al contrario, verificare di volta in volta tale richiamo e la sua effettiva capacità di ricomprendere gli enti interessati, al fine di fugare dubbi sull'applicabilità della disciplina in considerazione e sulla soggezione o meno agli obblighi previsti.

Deve, in altri termini, farsi riferimento alla ratio delle singole disposizioni, da valutarsi in rapporto alla specificità dei soggetti di cui si discute. Nel caso di specie, come già evidenziato sopra, il CNO ha ritenuto che la ratio sottesa al Sistema Pago PA sia estranea alle realtà degli Ordini professionali.

Deve, infatti, rammentarsi che gli Ordini non gravano sulla finanza pubblica poiché si autofinanziano e non si interfacciano con la platea generalizzata di tutti i cittadini, rendendo servizi a favore di questi ultimi, ma quasi unicamente con gli iscritti, appartenenti ad una medesima e specifica categoria professionale, rispetto ai quali non sono stati instaurati sistemi di pagamento elettronici o digitali (le quote vengono, infatti, incassate mediante modello F24).

Alla luce delle suesposte considerazioni, il CNO ha confermato che, a suo avviso, gli Ordini Professionali debbano ritenersi esclusi dall’obbligo di adesione al Sistema Pago PA.

L’attuale normativa, peraltro, non prevede sanzioni in caso di inadempimento.

L'adesione al sistema è, comunque, rimessa ad una scelta gestionale del singolo Ordine professionale, qualora, ad esempio, abbia ammesso sistemi di pagamento digitale per incamerare diritti di segreteria.

Non è, comunque, il nostro caso.

I diritti di segreteria, per fattispecie diverse dal versamento quota (quest’ultima ipotesi prevede l’uso del Modello F24) vengono assolti dai nostri iscritti esclusivamente attraverso bonifico bancario.

Buon lavoro
Ad maiora

IL PRESIDENTE
EDMONDO DURACCIO


(*) Rubrica contenente informazioni riservate ai soli iscritti all’Albo dei Consulenti del Lavoro di Napoli. Riproduzione, anche parziale, vietata. Redazione a cura della Commissione Comunicazione Istituzionale del CPO di Napoli.

ED/FC

notizie dall’ordine n° 89/2019 del 05/12/2019

Il 3 dicembre scorso c’è stato un duplice evento che ha visto la Categoria a confronto con il Ministro del Lavoro, Nunzia Catalfo. Nella mattinata, presso lo Spazio Lavoro dell’Interporto di Nola, tavola rotonda con ANPAL, Consulenti del Lavoro e Assessorato Regionale al Lavoro della Campania. Di pomeriggio, presso il Ministero, incontro con la Presidente […]

Leggi di più

notizie dall’ordine n° 88/2019 del 03/12/2019

Assemblea del CPO del 22 e 23 novembre 2019 presso l’Antonianum di Roma. Anteprima del Festival del Lavoro 2020. Ulteriori dettagli sull’indagine dell’Osservatorio Statistico dei Consulenti del Lavoro sul “lavoro autonomo”, sulle sue “difficoltà” e per come siamo trattati dal Governo.   Nel n.87/2019 del 25 novembre 2019 della presente Rubrica vi abbiamo sottoposto un […]

Leggi di più

notizie dall’ordine n° 87/2019 del 25/11/2019

Si è svolta il 22 e 23 novembre 2019 l’Assemblea dei CPO in cui si è discusso di “legalità”, “piattaforma Commissioni di Certificazione”, “Nuove procedure per i procedimenti disciplinari”. L’evento è stato preceduto, nella mattinata del 22 novembre, dalla” Anteprima Festival del Lavoro 2020”. Presentata un’indagine dell’Osservatorio Statistico dei Consulenti del Lavoro sul gap esistente […]

Leggi di più

notizie dall’ordine n° 86/2019 del 21/11/2019

Assemblea dei Consigli Provinciali degli Ordini presso l’Antonianum di Roma il 22 ed il 23 novembre prossimi. Importante quanto interessante l’ordine del giorno delle tematiche istituzionali da affrontare preceduto da un incontro con la “Politica” propedeutico ai riflessi della prossima legge di bilancio e decreto fiscale collegato, in discussione al Parlamento, sulle libere Professioni ed […]

Leggi di più

notizie dall’ordine n° 85/2019 del 19/11/2019

Comunicazioni Obbligatorie (C.U.) per costituzione, trasformazione, risoluzione del rapporto di lavoro. Dal 3 novembre scorso è cambiato il destinatario. La C.U. viene, infatti, inviata direttamente al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e non più all’ANPAL. Sarà, poi, il Ministero del Lavoro a renderle disponibili per l’Anpal, Regione, Inps, Inail e INL. Rimane, tuttavia […]

Leggi di più

notizie dall’ordine n° 84/2019 del 18/11/2019

Si è svolta il 13 novembre scorso a Bruxelles la “Giornata delle Professioni Liberali 2019” organizzata dal C.E.S.E. (Comitato Economico e Sociale Europeo) nel quale la ns. Presidente, Marina Calderone, è portavoce delle Libere Professioni. Si è discusso di Intelligenza Artificiale e sul ruolo dei Professionisti al centro della trasformazione tecnologica. Un tema abbastanza scottante […]

Leggi di più

notizie dall’ordine n° 83/2019 del 14/11/2019

Decreto fiscale collegato alla Legge di Bilancio. Decreto Legge 26 ottobre 2019 n. 124. Il CNO, in audizione in Commissione Finanze della Camera dei Deputati, ha presentato un documento in cui auspica due proposte di modifica relative agli artt. 3 e 4 (compensazione crediti di natura fiscale oltre i 5000 euro e ritenute/compensazioni in appalti […]

Leggi di più

notizie dall’ordine n° 81/2019 del 11/11/2019

Il 30 ottobre 2019 si è svolto presso la sede della Direzione Generale INPS il tavolo tecnico di confronto tra la Delegazione del Consiglio Nazionale ed i Vertici della Direzione Centrale del massimo istituto previdenziale italiano. Il Direttore Generale del CNO, Dott. Pennesi, ha inviato un corposo “report informativo” delle risultanze di tale incontro oltre […]

Leggi di più

notizie dall’ordine n° 80/2019 del 07/11/2019

Prosegue spedito il programma di F.C.O. del CPO di Napoli. Contiamo di mettere a disposizione, al 31 dicembre 2019, complessivamente oltre 100 crediti formativi laddove il Regolamento del CNO ne prevede “solo” 25. Impulso alla Formazione a Domicilio. Lunedì 11 novembre 2019 presso l’aula del Consiglio Comunale di San Giuseppe Vesuviano si svolgerà il 5° […]

Leggi di più

notizie dall’ordine n° 79/2019 del 06/11/2019

Il 23 ottobre scorso la Presidente del Consiglio Nazionale, Marina Calderone, ha incontrato il Ministro per gli Affari Regionali, Francesco Boccia, sul progetto di legge sull’autonomia regionale differenziata, sull’equo compenso e l’accesso ai fondi U.E. da parte dei liberi Professionisti. I suggerimenti e le proposte della Categoria per creare il lavoro nel Mezzogiorno.   E’ […]

Leggi di più

I contenuti di questo sito sono coperti da copyright - 2016 PORTALE UFFICIALE dei CDL di NAPOLI - Powered by WSTAFF