Il Portale per i CDL di Napoli - Organo Ufficiale dell'Ordine

 
N° 117/2022 del 21/06/2022

L’Agenzia delle Entrate illustra le novità ISA 2022 per il periodo d’imposta 2021

L’Agenzia delle Entrate, con la circolare n.18 del 25/05/2022, in occasione dell’apertura della campagna dichiarativa 2022, ha voluto offrire una rassegna sistematica di tutti gli elementi relativi agli Indici Sintetici di Affidabilità fiscale (id: ISA) disciplinati nei mesi passati con diversi atti e documenti normativi oppure contenuti nel software di calcolo o relativi alle modalità di trasmissione degli stessi.

I principali elementi

Con la circolare de qua, l’Amministrazione Finanziaria si pone l’obiettivo di fare il punto sui principali elementi applicabili agli ISA relativi all’annualità d’imposta 2021, segnalando al riguardo, che gli ISA in vigore per il periodo d’imposta 2021 sono caratterizzati da una sostanziale continuità con quanto avvenuto nel passato, tenendo necessariamente in debito conto della crisi economica e dei mercati conseguente all'emergenza sanitaria causata dalla pandemia.

Nuove cause di esclusione

L’Agenzia delle Entrate, dopo aver spiegato che gli interventi straordinari operati e divenuti necessari negli ultimi due anni, in quanto mossi dalla necessità di intercettare gli effetti di natura straordinaria della crisi economica e dei mercati conseguente al perdurare dell’emergenza sanitaria causata dalla diffusione del COVID-19, ha illustrato quali sono, per gli ISA 2022 in applicazione per il periodo d’imposta 2021, le nuove cause di esclusione che sono state introdotte in quanto connesse alle situazioni in cui gli effetti economici negativi della pandemia si sono manifestati con tale significatività da non consentire, potenzialmente, una corretta applicazione degli Isa nonostante l'introduzione degli specifici correttivi.

In dettaglio, per il periodo d’imposta 2021, gli ISA non trovano applicazione per i contribuenti che:

  • hanno subito una diminuzione dei ricavi di cui all’articolo 85, comma 1, esclusi quelli di cui alle lettere c), d) ed e), ovvero dei compensi di cui all’articolo 54, comma 1, Tuir, di almeno il 33 per cento nel periodo d’imposta 2021 rispetto al periodo d’imposta 2019;
  • hanno aperto la partita Iva a partire dal 1° gennaio 2019;
  • esercitano, in maniera prevalente, le attività economiche individuate da specifici codici attività, richiamati nella stessa circolare.

Tuttavia, l’Agenzia ha ricordato che i contribuenti esclusi dall’applicazione degli ISA sulla base di tali nuove cause di esclusione sono, comunque, tenuti alla comunicazione dei dati economici, contabili e strutturali previsti all’interno dei relativi modelli. Per tali nuovi soggetti, come per coloro per i quali sussiste una causa di esclusione dall’applicazione degli ISA, è preclusa la possibilità di accedere ai benefici premiali.

Le principali novità della modulistica

L’Agenzia delle Entrate ha inoltre specificato che, a parte la normale attività di aggiornamento, non si registrano ulteriori novità né nella modulistica, né nel metodo applicato dal software rispetto agli scorsi anni. Nelle Istruzioni, parte generale, sono fornite indicazioni valide per tutti gli ISA, utili a definirne l’ambito e le modalità di applicazione.

Il documento è corredato da due tabelle:

  • la TABELLA 1, contenente l’indicazione delle attività, individuate con codice ATECO, per le quali risulta approvato un ISA;
  • la TABELLA 2, contenente l’elenco dei codici attività esclusi dall’applicazione degli ISA, per il periodo di imposta 2021, sulla base delle cause di esclusione recentemente introdotte, correlate agli effetti negativi del COVID-19.

Il modello deve essere presentato dai soggetti che applicano gli ISA, nonché dai soggetti che, ancorché esclusi dall’applicazione degli ISA, risultano comunque tenuti alla compilazione del relativo modello per la sola acquisizione dei dati.

Al riguardo, nella circolare de qua viene specificato che in relazione alla compilazione dei quadri F e H, i contributi e le indennità di qualsiasi natura a imprese e professionisti che non concorrono alla formazione del reddito, erogati in via eccezionale a seguito dell'emergenza epidemiologica da Covid, anche quest'anno non devono essere indicati in alcun rigo di tali quadri. Tali contributi non assumono rilevanza nemmeno ai fini dell'individuazione dell'attività prevalente su cui applicare gli Isa.

Si ricorda, inoltre, che per semplificare l’adempimento dichiarativo, nei modelli, per le attività professionali, è presente il quadro contabile H che fa diretto rimando al quadro RE di Redditi.

Anche per quanto riguarda i dati precompilati non si registra alcun elemento di novità circa le modalità di consultazione ed acquisizione degli stessi e nella loro struttura, al fine di consentire a contribuenti ed operatori professionali di cimentarsi con dinamiche ormai note e ben collaudate.

Il Software ISA

Analogo discorso anche per quanto riguarda la struttura del software per l’anno 2021, che replica sostanzialmente quella già prevista per i precedenti periodi di applicazione degli ISA.

Pertanto, il calcolo del punteggio del singolo indice sintetico di affidabilità fiscale, effettuabile tramite il software “Il tuo ISA 2022”, è operato sulla base dei dati dichiarati dal contribuente per il periodo d’imposta 2021 e dei “dati precalcolati”, forniti dall’Agenzia delle entrate al contribuente o su richiesta all’intermediario.

La sezione del software “Il tuo ISA 2022”, in cui vengono visualizzati gli esiti del calcolo del punteggio di affidabilità, tiene conto degli interventi correttivi che si sono resi necessari negli ultimi due anni e in corrispondenza del punteggio ISA.

I Benefici premiali

Il comma 12 dell’art. 9-bis del decreto istitutivo prevedeva che “con provvedimento del direttore dell’Agenzia delle Entrate sono individuati i livelli di affidabilità fiscale, anche con riferimento alle annualità pregresse, ai quali è collegata la graduazione dei benefici premiali”.

L’Agenzia delle Entrate, con la circolare in commento, in relazione a ciascun beneficio premiale, ha riportato in forma tabellare, il livello di affidabilità necessario per accedervi.

 

Beneficio

Criterio di accesso ai benefici basato su:

punteggio ISA p.i.

2021

punteggio medio ISA

2020 e 2021

 

Esonero dall'apposizione del visto di conformità per la compensazione di crediti Iva, IIdd e Irap

 

8

 

8,5

Esonero dall'apposizione del visto di conformità ovvero dalla prestazione della garanzia per i rimborsi Iva

 

8

 

8,5

 

Esclusione dell'applicazione della disciplina delle Società non operative

 

9

 

9

 

Esclusione degli accertamenti analitico presuntivi

 

8,5

 

9

Anticipazione di un anno dei termini di decadenza per l'attività di accertamento

 

8

 

————

Esclusione della determinazione sintetica del reddito complessivo (il reddito complessivo accertabile non deve eccedere di due terzi il reddito dichiarato)

 

9

 

9

Per approfondire

https://www.agenziaentrate.gov.it/portale/documents/20143/4419702/Circolare_ISA_2022.pdf/5621077c-3863-a613-3860-7b5d6a31a52d

Ad maiora

IL PRESIDENTE
Edmondo Duraccio

 

 (*) Rubrica riservata agli iscritti nell’Albo dei Consulenti del Lavoro della Provincia di Napoli. E’ fatto, pertanto, divieto di riproduzione anche parziale. Diritti legalmente riservati agli Autori

ED/FT

N° 128/2022 del 06/07/2022

Adempimenti dichiarativi obbligatori per gli enti non commerciali se dotati di partita IVA  anche in assenza di reddito o debito di imposta L'Agenzia delle Entrate con la risposta ad Interpello n°312 del 27 maggio 2022, ha precisato che la mera acquisizione della partita Iva comporta l’obbligo della tenuta delle scritture contabili nonché quello di presentazione della […]

Leggi di più

N° 127/2022 del 05/07/2022

Reddito di libertà per donne vittime di violenza finanziato con risorse delle Regioni e Province autonome L’INPS, con il messaggio n. 2453 del 16 giugno 2022, fornisce le informazioni operative e contabili per l'istruzione e la liquidazione delle domande di reddito di libertà presentate dalle donne vittime di violenza alle Regioni. Il reddito di libertà […]

Leggi di più

N° 126/2022 del 04/07/2022

L’Inps, con la circolare n° 70 del 15 giugno 2022, ha fornito le istruzioni operative in materia di sgravio contributivo per le assunzioni con contratto di apprendistato di primo livello effettuate nel 2022. Con la circolare n° 70 del 15 giugno 2022, l’INPS fornisce le istruzioni operative relative allo sgravio contributivo per le assunzioni con […]

Leggi di più

N° 125/2022 del 01/07/2022

Pubblicato il nuovo modello per la richiesta del credito d’imposta Investimenti SUD, Sisma Centro Italia e ZES, con le relative istruzioni L’Agenzia delle Entrate con il Provvedimento n.193276 del 06 giugno 2022, ha pubblicato il nuovo modello per richiedere il credito di imposta per gli investimenti nel Mezzogiorno, con ulteriori e importati aggiornamenti rispetto ai […]

Leggi di più

N° 124/2022 del 30/06/2022

L’Inps illustra le modalità di recupero dell’indennità una tantum ex art. 31 del d.l. n. 50/2022 Con il messaggio n. 2347 del 13 giugno 2022, l’INPS fornisce le istruzioni per l’esposizione nel flusso UniEmens, del credito generato dall’erogazione, da parte dei datori di lavoro, dell’indennità una tantum prevista dall’art. 31 del D.L. n. 50/2022. Come […]

Leggi di più

N° 123/2022 del 29/06/2022

Il riconoscimento alla generalità dei dipendenti di un benefit consistente nella ricarica gratuita per le auto elettriche può essere ricondotto nell'ambito delle iniziative di welfare aziendale. L'Agenzia delle Entrate con la risposta ad Interpello n°329 del 10 giugno 2022, ha precisato che il servizio di ricarica gratuito offerto a tutti i dipendenti che provino di […]

Leggi di più

N° 122/2022 del 28/06/2022

Contributi ART/COM e Gestione Separata – Quadro RR della Dichiarazione dei redditi – indicazione agevolazione contributiva. Inps Circolare n.66 del 9 giugno 2022. In periodo di liquidazione e presentazione della dichiarazione dei redditi relativa all’anno di imposta 2021, l’INPS interviene sulla compilazione del quadro RR del modello “Redditi 2022-PF”, che deve essere compilato dai soggetti […]

Leggi di più

N° 121/2022 del 27/06/2022

La Corte di Appello di Lecce, con la sentenza n° 502 del 28 aprile scorso, ha dichiarato leciti gli accessi ispettivi in dimora privata adibita a cantiere edile La Corte di Appello di Lecce, sentenza n° 502 del 28 aprile 2022, ha dichiarato la legittimità dell'accertamento ispettivo nelle private abitazioni in cui siano in corso […]

Leggi di più

N° 120/2022 del 24/06/2022

L’Inl fornisce chiarimenti in merito alla sospensione delle attività non differibili Con la nota n. 1159 del 7 giugno 2022, l’Ispettorato Nazionale del Lavoro ha fornito nuovi chiarimenti in merito all’emissione del provvedimento di sospensione dell’attività, ex art. 14 D. Lgs. n. 81/2008, con particolare riferimento alle cosiddette attività non differibili. Il documento viene emanato […]

Leggi di più

N° 119/2022 del 23/06/2022

L'Agenzia delle Entrate fornisce il quadro delle sanzioni relative alla violazione degli obblighi di comunicazione al sistema tessera sanitaria. L'Agenzia delle Entrate con la Risoluzione n°22/E del 23 maggio 2022, sulla scorta delle richieste di chiarimenti in merito alle violazioni degli obblighi di comunicazione al Sistema tessera sanitaria ed in relazione alla interpretazione dell'art. 3, […]

Leggi di più

Privacy Policy
Cookie Policy
Termini e Condizioni

I contenuti di questo sito sono coperti da copyright - 2016 PORTALE UFFICIALE dei CDL di NAPOLI - Powered by WSTAFF