Il Portale per i CDL di Napoli - Organo Ufficiale dell'Ordine

 
N° 123/2022 del 29/06/2022

Il riconoscimento alla generalità dei dipendenti di un benefit consistente nella ricarica gratuita per le auto elettriche può essere ricondotto nell'ambito delle iniziative di welfare aziendale.

L'Agenzia delle Entrate con la risposta ad Interpello n°329 del 10 giugno 2022, ha precisato che il servizio di ricarica gratuito offerto a tutti i dipendenti che provino di avere acquistato auto elettriche può essere ricompreso nelle previsioni di cui all'articolo 51, comma 2, lettera f) del Tuir.

In particolare, la società istante, una holding mista che da tempo investe per aumentare l’efficienza energetica delle proprie aziende svolgendo anche un lavoro di informazione e sensibilizzazione dei propri dipendenti sulle tematiche della sostenibilità ambientale, ha rappresentato l'intenzione di  riconoscere sei mesi di ricarica gratuita per i dipendenti che acquisteranno auto elettriche entro un determinato periodo di tempo, utilizzando ove possibile l'energia elettrica prodotta dai propri impianti fotovoltaici o idroelettrici. All'uopo ha richiesto chiarimenti sul corretto trattamento tributario da applicare al benefit sopra descritto, ovvero se lo stesso debba essere assoggettato a tassazione quale reddito di lavoro dipendente o se possa essere ricondotto nell'ambito delle iniziative di welfare aziendale escluse da imposizione fiscale, ai sensi dell'articolo 51, comma 2, lettera f), del Testo unico delle imposte sui redditi.

I tecnici dell'Agenzia delle Entrate hanno preliminarmente ricordato che l'articolo 51, comma 1, del Tuir prevede che costituiscono reddito di lavoro dipendente "tutte le somme e i valori in genere, a qualunque titolo percepiti nel periodo d'imposta, anche sotto forma di erogazioni liberali, in relazione al rapporto di lavoro".

La predetta disposizione include nel reddito di lavoro dipendente tutte le somme e i valori che il dipendente percepisce in relazione al rapporto di lavoro (c.d. "principio di onnicomprensività"), salve le tassative deroghe contenute nei successivi commi del medesimo articolo 51 del Tuir.

In particolare, il comma 2, lettera f), del citato articolo 51 del Tuir dispone che non concorrono alla formazione del reddito di lavoro dipendente "l'utilizzazione delle opere e dei servizi riconosciuti dal datore di lavoro volontariamente o in conformità a disposizioni di contratto o di accordo o di regolamento aziendale offerti alla generalità dei dipendenti o a categorie di dipendenti" per finalità di educazione, istruzione, ricreazione, assistenza sociale e sanitaria o culto.

Inoltre,  affinché si determini l'esclusione dalla formazione del reddito di lavoro dipendente, devono verificarsi congiuntamente le seguenti condizioni:

– le opere e i servizi devono essere messi a disposizione della generalità dei dipendenti o di categorie di dipendenti;

– le opere e i servizi devono riguardare esclusivamente erogazioni in natura e non erogazioni sostitutive in denaro;

– le opere e i servizi devono perseguire specifiche finalità di educazione, istruzione, ricreazione, assistenza sociale e sanitaria o culto di cui all'articolo 100, comma 1, del Tuir.

Quanto al caso in specie, specifica il documento di prassi, si ritiene che, in linea di principio, la disposizione di cui all'articolo 51, comma 2, lettera f) del Tuir possa applicarsi anche nella ipotesi in cui il datore di lavoro, allo scopo di promuovere un utilizzo consapevole delle risorse ed atteggiamenti responsabili dei dipendenti verso l'ambiente, attraverso il ricorso alla mobilità elettrica, offra ai propri dipendenti il servizio di ricarica dell'auto elettrica. In tale contesto, infatti, può individuarsi una finalità di educazione ambientale perseguita dall'azienda.

Pertanto, nel presupposto che il servizio di ricarica gratuito che l'Istante intende offrire per sei mesi a tutti i dipendenti che proveranno di avere acquistato auto elettriche, entro un determinato periodo di tempo, utilizzando ove possibile l'energia elettrica prodotta dai propri impianti fotovoltaici o idroelettrici (ovvero, in alternativa, laddove ciò non sia praticabile, stipulando una convenzione con un soggetto terzo fornitore del servizio di ricarica), sia limitato in termini di importo e/o di KW totali di ricariche effettuabili al fine di evitare abusi e soddisfi il requisito della finalità educativa previsto dall'articolo 51, comma 2, lettera f), del Tuir, si ritiene che il relativo benefit possa beneficiare del regime di esclusione dal reddito di lavoro dipendente.

Ad maiora

IL PRESIDENTE
Edmondo Duraccio

 

(*) Rubrica riservata agli iscritti nell’Albo dei Consulenti del Lavoro della Provincia di Napoli. E’ fatto, pertanto, divieto di riproduzione anche parziale. Diritti legalmente riservati agli Autori

ED/PDN

N° 148/2022 del 03/08/2022

L’Inps fornisce le istruzioni per la fruizione dell’incentivo previsto dalla legge n. 234/2021 art. 1 comma 253   Con messaggio n. 2864 del 18 luglio 2022, l’INPS ha fornito le istruzioni per la fruizione dell’incentivo previsto dalla Legge n. 234/2021 all’art. 1 comma 253. La suddetta disposizione ha come destinatarie le società cooperative che si […]

Leggi di più

N° 147/2022 del 02/08/2022

L’Agenzia delle Entrate, con la risposta ad interpello n° 377 del 14 luglio scorso, ha precisato che il contributo una tantum corrisposto grazie ai risparmi derivanti dai buoni pasto non erogati nel 2020 concorre alla formazione del reddito di lavoro dipendente ed è totalmente tassabile   L’Agenzia delle Entrate è ritornata sulla definizione del principio […]

Leggi di più

N° 146/2022 del 01/08/2022

L’Inl fornisce chiarimenti in merito al regime intertemporale delle sanzioni previste dalla legge n. 234/2021 per i tirocini utilizzati in modo fraudolento   Con nota n. 1451 dell’11 luglio 2022, l’INL fornisce alcune importanti precisazioni in merito al regime sanzionatorio introdotto dalla Legge n. 234/2021 per l’utilizzo fraudolento del tirocinio extra – curriculare, con riferimento […]

Leggi di più

N° 145/2022 del 29/07/2022

Dall’Agenzia delle Entrate in arrivo le lettere di compliance per il modello IVA 2022 L’Agenzia delle Entrate, dopo aver verificato l’eventuale mancata presentazione della dichiarazione IVA per l’anno d’imposta 2021, con il provvedimento n. 263062 del 05 luglio 2022, ha comunicato ufficialmente l’avvio di una campagna di compliance verso i contribuenti per invitarli a regolarizzare […]

Leggi di più

N° 144/2022 del 28/07/2022

L'Agenzia delle Entrate fornisce indicazioni relative al bonus carburanti, una tantum, erogabile dai datori di lavoro privati, compresi i professionisti ai loro dipendenti.   L'Agenzia delle Entrate con la Circolare N. 27/E del 14 luglio 2022, specifica ambito oggettivo e modalità di applicazione del c.d. bonus carburante – art. 2 del decreto-legge 21 marzo 2022, […]

Leggi di più

N° 143/2022 del 27/07/2022

Semplificazioni disciplina IRAP anno d’imposta 2021. A.D.E. Risoluzione 40/E del 15 luglio 2022   Con il Decreto Legge n. 73 del 21 giugno 2022 il Governo ha emanato alcune semplificazioni relativamente alla disciplina IRAP che entrano in vigore già per il “periodo d’imposta precedente a quello in corso alla data di entrata in vigore del […]

Leggi di più

N° 142/2022 del 26/07/2022

Sgravio contributivo spettante a chi assume percettori di RdC L’INPS, con il messaggio n. 2766 dell'11 luglio 2022, fornisce le istruzioni applicative per la fruizione dell’esonero contributivo spettante in caso di assunzione di soggetti beneficiari di reddito di cittadinanza, alla luce delle novità introdotte dalla legge di bilancio 2022 che ha esteso lo sgravio in parola anche alle assunzioni […]

Leggi di più

N° 141/2022 del 25/07/2022

L’INL, con la circolare n° 3 del 5 luglio scorso, ha diramato le indicazioni (anche) per i Consulenti del Lavoro, (fra) i professionisti abilitati, per le procedure semplificate finalizzate all'ingresso di personale EXTRA-UE.   L’Ispettorato Nazionale del Lavoro, circolare n° 3 del 5 luglio 2022, ha fornito le indicazioni in merito alla nuova procedura semplificata […]

Leggi di più

N° 140/2022 del 22/07/2022

L’Agenzia delle Entrate fornisce le istruzioni per trasmissione dei dati per i pagamenti con POS.   L’Agenzia delle Entrate, con il provvedimento n.253155 del 30/06/2022, ha reso note le informazioni e i termini dei dati da trasmettere relativamente agli strumenti di pagamento elettronico (id: POS) messi a disposizione degli esercenti attività d’impresa, arte e professione, […]

Leggi di più

N° 139/2022 del 21/07/2022

Dall’INAIL, un nuovo applicativo per i Certificati medici di infortunio sul lavoro   L’INAIL, con la circolare n. 25 del 14 giugno 2022, ha illustrato, in maniera dettagliata, il funzionamento del nuovo servizio per la trasmissione in via telematica dei certificati medici di infortunio sul lavoro, in uno ad un breve ma completo riepilogo degli […]

Leggi di più

Privacy Policy
Cookie Policy
Termini e Condizioni

I contenuti di questo sito sono coperti da copyright - 2016 PORTALE UFFICIALE dei CDL di NAPOLI - Powered by WSTAFF