Il Portale per i CDL di Napoli - Organo Ufficiale dell'Ordine

 
N° 126/2022 del 04/07/2022

L’Inps, con la circolare n° 70 del 15 giugno 2022, ha fornito le istruzioni operative in materia di sgravio contributivo per le assunzioni con contratto di apprendistato di primo livello effettuate nel 2022.

Con la circolare n° 70 del 15 giugno 2022, l’INPS fornisce le istruzioni operative relative allo sgravio contributivo per le assunzioni con contratto di apprendistato (c.d. di primo livello) per la qualifica e il diploma professionale, il diploma di istruzione secondaria superiore ed il certificato di specializzazione tecnica superiore redatti nel 2022.

Tale sgravio spetta, secondo quanto previsto dall’art. 1, comma 645, della Legge n. 234/2021 (Legge di Bilancio 2022), a tutti i datori di lavoro che occupano alle proprie dipendenze un numero di addetti pari o inferiore a nove, nella misura del 100% per le assunzioni sopra riportate.

L’esonero in commento è da ritenersi applicabile, dunque, previa sussistenza di specifiche condizioni:

  • le assunzioni devono essere effettuate nel periodo compreso tra il 1° gennaio 2022 ed il 31 dicembre 2022;
  • i datori di lavoro devono avere alle proprie dipendenze un numero di addetti pari o inferiore a nove. Il beneficio contributivo permane anche se, successivamente all’assunzione, il datore di lavoro superasse il requisito dimensionale.

Lo sgravio prevede l’azzeramento dell’aliquota contributiva a carico del datore di lavoro per i primi 36 mesi di contratto di apprendistato. Inoltre, la Legge di Bilancio 2022 stabilisce che per i periodi contributivi maturati negli anni di contratto successivi al terzo, resta ferma l’aliquota del 10% della retribuzione imponibile ai fini previdenziali.

Va aggiunto che le assunzioni con contratto di apprendistato di primo livello non sono soggette alla disciplina del contributo di licenziamento (c.d. ticket di licenziamento), a quella relativa alla contribuzione di finanziamento dell’ASpI e del contributo integrativo (pari complessivamente all’1,61% della retribuzione imponibile ai fini previdenziali), mentre l’aliquota contributiva a carico del lavoratore rimane pari al 5,84% della retribuzione imponibile per tutta la durata del periodo di formazione e, in caso di prosecuzione del rapporto di lavoro al termine del periodo di apprendistato, per ulteriori 12 mesi.

La circolare in esame specifica che, in caso di precedenti periodi di apprendistato prestati dal lavoratore alle dipendenze di altri datori di lavoro, lo sgravio può essere riconosciuto, per il datore che occupa sino a nove dipendenti, limitatamente al periodo di apprendistato restante rispetto ai 36 mesi previsti dalla Legge di Bilancio 2022. Quest’ultima, inoltre, dispone che a decorrere dal 1° gennaio 2022 possono essere beneficiari dei trattamenti di integrazione salariale di cui al Titolo I e II del D. Lgs. 148/2015 anche i lavoratori con contratto di apprendistato per la qualifica e il diploma professionale, il diploma di istruzione secondaria e il certificato di specializzazione tecnica superiore (art. 2 del D. Lgs. 148/2015 come modificato dall’art. 1, comma 192, della Legge 234/2021). Ciò posto, a decorrere dal 1° gennaio 2022, tutti i datori di lavoro, in ragione dell’inquadramento assegnato dall’INPS alla matricola aziendale, sono tenuti al versamento della contribuzione di finanziamento dei trattamenti di integrazione salariale di cui sono destinatari i lavoratori assunti con contratto di apprendistato. In ogni caso, la sospensione o riduzione dell’orario di lavoro non deve pregiudicare il completamento del percorso formativo (articolo 1, comma 192, lettera c) della L. 234/2021.

In ultimo si precisa che il datore di lavoro per fruire del diritto all’applicazione dello sgravio contributivo in oggetto deve:

  • essere in possesso del Documento Unico di Regolarità Contributiva (DURC);
  • rispettare le norme a tutela delle condizioni di lavoro e degli altri obblighi di legge, nonché gli accordi e contratti collettivi nazionali e di quelli regionali, territoriali o aziendali, laddove sottoscritti, stipulati dalle organizzazioni sindacali dei datori di lavoro e dei lavoratori comparativamente più rappresentativi sul piano nazionale.

L’eventuale insussistenza di uno dei due requisiti sopra menzionati comporta il versamento della contribuzione prevista dall’art. 1, comma 773 della Legge 296/2006 (1,5% per il primo anno, 3% per il secondo anno e 10% per i periodi contributivi maturati negli anni di contratto successivi al secondo) nonché della contribuzione di finanziamento dell’ASpI e del contributo integrativo (pari complessivamente all’1,61% della retribuzione imponibile ai fini previdenziali) e l’assoggettamento alla disciplina del contributo di licenziamento.

Per le istruzioni operative e le modalità di compilazione del flusso Uniemens si richiama la circolare n. 87/2021.

Ad maiora

IL PRESIDENTE
Edmondo Duraccio

 

(*) Rubrica riservata agli iscritti nell’Albo dei Consulenti del Lavoro della Provincia di Napoli. E’ fatto, pertanto, divieto di riproduzione anche parziale. Diritti legalmente riservati agli Autori

ED/FC

N° 148/2022 del 03/08/2022

L’Inps fornisce le istruzioni per la fruizione dell’incentivo previsto dalla legge n. 234/2021 art. 1 comma 253   Con messaggio n. 2864 del 18 luglio 2022, l’INPS ha fornito le istruzioni per la fruizione dell’incentivo previsto dalla Legge n. 234/2021 all’art. 1 comma 253. La suddetta disposizione ha come destinatarie le società cooperative che si […]

Leggi di più

N° 147/2022 del 02/08/2022

L’Agenzia delle Entrate, con la risposta ad interpello n° 377 del 14 luglio scorso, ha precisato che il contributo una tantum corrisposto grazie ai risparmi derivanti dai buoni pasto non erogati nel 2020 concorre alla formazione del reddito di lavoro dipendente ed è totalmente tassabile   L’Agenzia delle Entrate è ritornata sulla definizione del principio […]

Leggi di più

N° 146/2022 del 01/08/2022

L’Inl fornisce chiarimenti in merito al regime intertemporale delle sanzioni previste dalla legge n. 234/2021 per i tirocini utilizzati in modo fraudolento   Con nota n. 1451 dell’11 luglio 2022, l’INL fornisce alcune importanti precisazioni in merito al regime sanzionatorio introdotto dalla Legge n. 234/2021 per l’utilizzo fraudolento del tirocinio extra – curriculare, con riferimento […]

Leggi di più

N° 145/2022 del 29/07/2022

Dall’Agenzia delle Entrate in arrivo le lettere di compliance per il modello IVA 2022 L’Agenzia delle Entrate, dopo aver verificato l’eventuale mancata presentazione della dichiarazione IVA per l’anno d’imposta 2021, con il provvedimento n. 263062 del 05 luglio 2022, ha comunicato ufficialmente l’avvio di una campagna di compliance verso i contribuenti per invitarli a regolarizzare […]

Leggi di più

N° 144/2022 del 28/07/2022

L'Agenzia delle Entrate fornisce indicazioni relative al bonus carburanti, una tantum, erogabile dai datori di lavoro privati, compresi i professionisti ai loro dipendenti.   L'Agenzia delle Entrate con la Circolare N. 27/E del 14 luglio 2022, specifica ambito oggettivo e modalità di applicazione del c.d. bonus carburante – art. 2 del decreto-legge 21 marzo 2022, […]

Leggi di più

N° 143/2022 del 27/07/2022

Semplificazioni disciplina IRAP anno d’imposta 2021. A.D.E. Risoluzione 40/E del 15 luglio 2022   Con il Decreto Legge n. 73 del 21 giugno 2022 il Governo ha emanato alcune semplificazioni relativamente alla disciplina IRAP che entrano in vigore già per il “periodo d’imposta precedente a quello in corso alla data di entrata in vigore del […]

Leggi di più

N° 142/2022 del 26/07/2022

Sgravio contributivo spettante a chi assume percettori di RdC L’INPS, con il messaggio n. 2766 dell'11 luglio 2022, fornisce le istruzioni applicative per la fruizione dell’esonero contributivo spettante in caso di assunzione di soggetti beneficiari di reddito di cittadinanza, alla luce delle novità introdotte dalla legge di bilancio 2022 che ha esteso lo sgravio in parola anche alle assunzioni […]

Leggi di più

N° 141/2022 del 25/07/2022

L’INL, con la circolare n° 3 del 5 luglio scorso, ha diramato le indicazioni (anche) per i Consulenti del Lavoro, (fra) i professionisti abilitati, per le procedure semplificate finalizzate all'ingresso di personale EXTRA-UE.   L’Ispettorato Nazionale del Lavoro, circolare n° 3 del 5 luglio 2022, ha fornito le indicazioni in merito alla nuova procedura semplificata […]

Leggi di più

N° 140/2022 del 22/07/2022

L’Agenzia delle Entrate fornisce le istruzioni per trasmissione dei dati per i pagamenti con POS.   L’Agenzia delle Entrate, con il provvedimento n.253155 del 30/06/2022, ha reso note le informazioni e i termini dei dati da trasmettere relativamente agli strumenti di pagamento elettronico (id: POS) messi a disposizione degli esercenti attività d’impresa, arte e professione, […]

Leggi di più

N° 139/2022 del 21/07/2022

Dall’INAIL, un nuovo applicativo per i Certificati medici di infortunio sul lavoro   L’INAIL, con la circolare n. 25 del 14 giugno 2022, ha illustrato, in maniera dettagliata, il funzionamento del nuovo servizio per la trasmissione in via telematica dei certificati medici di infortunio sul lavoro, in uno ad un breve ma completo riepilogo degli […]

Leggi di più

Privacy Policy
Cookie Policy
Termini e Condizioni

I contenuti di questo sito sono coperti da copyright - 2016 PORTALE UFFICIALE dei CDL di NAPOLI - Powered by WSTAFF