Il Portale per i CDL di Napoli - Organo Ufficiale dell'Ordine

 
N° 128/2022 del 06/07/2022

Adempimenti dichiarativi obbligatori per gli enti non commerciali se dotati di partita IVA  anche in assenza di reddito o debito di imposta

L'Agenzia delle Entrate con la risposta ad Interpello n°312 del 27 maggio 2022, ha precisato che la mera acquisizione della partita Iva comporta l’obbligo della tenuta delle scritture contabili nonché quello di presentazione della dichiarazione.

L'istante ha rappresentato di essere un ente senza fini di lucro non riconosciuto, ai sensi dell'art. 36 c.c.,  non ha per oggetto esclusivo o principale l'esercizio di attività commerciali e conduce una scuola autorizzata all'esercizio di attività di formazione con decreto del Ministero della Pubblica Istruzione ed è inserita nell'elenco delle scuole straniere funzionanti in Italia. In particolare, a seguito di una disamina delle modalità operative di svolgimento della propria attività ed anche a seguito dell'introduzione dello strumento della fattura elettronica, ha ritenuto di dotarsi della partita IVA. All'uopo ha chiesto chiarimenti in ordine alla sussistenza o meno di un obbligo dichiarativo ai fini delle imposte dirette (IRES e IRAP) in capo ad un ente esente ed alle eventuali modalità di compilazione della dichiarazione, nell'ipotesi in cui tale obbligo dovesse ritenersi effettivamente sussistente.

I tecnici dell'Agenzia delle Entrate hanno preliminarmente richiamato la previsione dell'art. 1, DPR n°600/73

ai sensi del quale "Ogni soggetto passivo deve dichiarare annualmente i redditi posseduti anche se non ne consegue alcun debito d'imposta. I soggetti obbligati alla tenuta di scritture contabili, di cui al successivo articolo 13, devono presentare la dichiarazione anche in mancanza di redditi". Tra l'altro, ai sensi del richiamato art. 13, "sono obbligati alla tenuta di scritture contabili, a norma degli articoli 19 e 20 gli enti pubblici e privati diversi dalle società, soggetti all'imposta sul reddito delle persone giuridiche, nonché i trust, che non hanno per oggetto esclusivo o principale l'esercizio di attività commerciali".

Sul punto, come già chiarito con Risoluzione n°126/E del 2011, il presupposto affinché anche agli enti non commerciali sia imposta la tenuta delle stesse scritture contabili che il medesimo decreto prescrive per le imprese commerciali, le società e gli enti equiparati è che tali enti esercitino "attività commerciali", intendendosi per tali quelle che sono produttive, per i medesimi enti, di reddito d'impresa ai sensi dell'articolo 55 del TUIR, ai fini IRES, e che assumono, in capo agli stessi, rilevanza agli effetti dell'IVA in quanto costituenti esercizio di attività d'impresa.

In sintesi, l'attività posta in essere da un ente non commerciale assume i connotati dell'attività d'impresa, sia ai fini IRES che IVA, laddove la stessa presenti i caratteri dell'abitualità, professionalità e sistematicità, circostanza che sussiste anche nelle ipotesi in cui l'attività sia posta in essere in occasione della realizzazione di un unico affare, tenuto conto della rilevanza economica dello stesso e della complessità delle operazioni che sono necessarie alla sua effettuazione.

Ebbene, l'acquisizione della partita IVA sottintende che l'Istante effettua operazioni che abbiano i connotati dell'esercizio di attività d'impresa, e, conseguentemente, che sussista in capo allo stesso l'obbligo della tenuta delle scritture contabili nonché il conseguente obbligo dichiarativo.

In particolare, conclude il documento di prassi, ai fini della dichiarazione dei redditi, si rileva che – come indicato nelle istruzioni al "Modello REDDITI ENCEnti non commerciali ed equiparati – tale modello deve essere utilizzato, tra l'altro, dai soggetti IRES: "1) enti non commerciali (enti pubblici e privati diversi dalle società, nonché i trust, che non hanno per oggetto esclusivo o principale l'esercizio di attività commerciali), residenti nel territorio dello Stato".

Il suddetto modello dovrà essere presentato anche in mancanza di reddito.

Quanto agli obblighi Irap, parimenti, ai sensi dell'art. 19 del D.Lgs. n°446/1997, "Ogni soggetto passivo deve dichiarare per ogni periodo di imposta i componenti del valore, ancorché non ne consegua un debito di imposta".

Ad maiora

IL PRESIDENTE
Edmondo Duraccio

 

(*) Rubrica riservata agli iscritti nell’Albo dei Consulenti del Lavoro della Provincia di Napoli. E’ fatto, pertanto, divieto di riproduzione anche parziale. Diritti legalmente riservati agli Autori

ED/PDN

N° 148/2022 del 03/08/2022

L’Inps fornisce le istruzioni per la fruizione dell’incentivo previsto dalla legge n. 234/2021 art. 1 comma 253   Con messaggio n. 2864 del 18 luglio 2022, l’INPS ha fornito le istruzioni per la fruizione dell’incentivo previsto dalla Legge n. 234/2021 all’art. 1 comma 253. La suddetta disposizione ha come destinatarie le società cooperative che si […]

Leggi di più

N° 147/2022 del 02/08/2022

L’Agenzia delle Entrate, con la risposta ad interpello n° 377 del 14 luglio scorso, ha precisato che il contributo una tantum corrisposto grazie ai risparmi derivanti dai buoni pasto non erogati nel 2020 concorre alla formazione del reddito di lavoro dipendente ed è totalmente tassabile   L’Agenzia delle Entrate è ritornata sulla definizione del principio […]

Leggi di più

N° 146/2022 del 01/08/2022

L’Inl fornisce chiarimenti in merito al regime intertemporale delle sanzioni previste dalla legge n. 234/2021 per i tirocini utilizzati in modo fraudolento   Con nota n. 1451 dell’11 luglio 2022, l’INL fornisce alcune importanti precisazioni in merito al regime sanzionatorio introdotto dalla Legge n. 234/2021 per l’utilizzo fraudolento del tirocinio extra – curriculare, con riferimento […]

Leggi di più

N° 145/2022 del 29/07/2022

Dall’Agenzia delle Entrate in arrivo le lettere di compliance per il modello IVA 2022 L’Agenzia delle Entrate, dopo aver verificato l’eventuale mancata presentazione della dichiarazione IVA per l’anno d’imposta 2021, con il provvedimento n. 263062 del 05 luglio 2022, ha comunicato ufficialmente l’avvio di una campagna di compliance verso i contribuenti per invitarli a regolarizzare […]

Leggi di più

N° 144/2022 del 28/07/2022

L'Agenzia delle Entrate fornisce indicazioni relative al bonus carburanti, una tantum, erogabile dai datori di lavoro privati, compresi i professionisti ai loro dipendenti.   L'Agenzia delle Entrate con la Circolare N. 27/E del 14 luglio 2022, specifica ambito oggettivo e modalità di applicazione del c.d. bonus carburante – art. 2 del decreto-legge 21 marzo 2022, […]

Leggi di più

N° 143/2022 del 27/07/2022

Semplificazioni disciplina IRAP anno d’imposta 2021. A.D.E. Risoluzione 40/E del 15 luglio 2022   Con il Decreto Legge n. 73 del 21 giugno 2022 il Governo ha emanato alcune semplificazioni relativamente alla disciplina IRAP che entrano in vigore già per il “periodo d’imposta precedente a quello in corso alla data di entrata in vigore del […]

Leggi di più

N° 142/2022 del 26/07/2022

Sgravio contributivo spettante a chi assume percettori di RdC L’INPS, con il messaggio n. 2766 dell'11 luglio 2022, fornisce le istruzioni applicative per la fruizione dell’esonero contributivo spettante in caso di assunzione di soggetti beneficiari di reddito di cittadinanza, alla luce delle novità introdotte dalla legge di bilancio 2022 che ha esteso lo sgravio in parola anche alle assunzioni […]

Leggi di più

N° 141/2022 del 25/07/2022

L’INL, con la circolare n° 3 del 5 luglio scorso, ha diramato le indicazioni (anche) per i Consulenti del Lavoro, (fra) i professionisti abilitati, per le procedure semplificate finalizzate all'ingresso di personale EXTRA-UE.   L’Ispettorato Nazionale del Lavoro, circolare n° 3 del 5 luglio 2022, ha fornito le indicazioni in merito alla nuova procedura semplificata […]

Leggi di più

N° 140/2022 del 22/07/2022

L’Agenzia delle Entrate fornisce le istruzioni per trasmissione dei dati per i pagamenti con POS.   L’Agenzia delle Entrate, con il provvedimento n.253155 del 30/06/2022, ha reso note le informazioni e i termini dei dati da trasmettere relativamente agli strumenti di pagamento elettronico (id: POS) messi a disposizione degli esercenti attività d’impresa, arte e professione, […]

Leggi di più

N° 139/2022 del 21/07/2022

Dall’INAIL, un nuovo applicativo per i Certificati medici di infortunio sul lavoro   L’INAIL, con la circolare n. 25 del 14 giugno 2022, ha illustrato, in maniera dettagliata, il funzionamento del nuovo servizio per la trasmissione in via telematica dei certificati medici di infortunio sul lavoro, in uno ad un breve ma completo riepilogo degli […]

Leggi di più

Privacy Policy
Cookie Policy
Termini e Condizioni

I contenuti di questo sito sono coperti da copyright - 2016 PORTALE UFFICIALE dei CDL di NAPOLI - Powered by WSTAFF