Il Portale per i CDL di Napoli - Organo Ufficiale dell'Ordine

 
N° 145/2022 del 29/07/2022

Dall’Agenzia delle Entrate in arrivo le lettere di compliance per il modello IVA 2022

L’Agenzia delle Entrate, dopo aver verificato l’eventuale mancata presentazione della dichiarazione IVA per l’anno d’imposta 2021, con il provvedimento n. 263062 del 05 luglio 2022, ha comunicato ufficialmente l’avvio di una campagna di compliance verso i contribuenti per invitarli a regolarizzare la loro posizione nei confronti del Fisco.

Dichiarazione IVA 2021 non presentata

L’Agenzia delle Entrate, utilizzando i dati delle fatture elettroniche, delle operazioni di cessione di beni e di prestazione di servizi effettuate e ricevute verso e da soggetti non stabiliti nel territorio dello Stato nonché dei corrispettivi giornalieri trasmessi dai contribuenti soggetti passivi IVA, ha la possibilità di verificare l’eventuale mancata presentazione della dichiarazione IVA per l’anno d’imposta 2021, ovvero la presentazione della stessa senza il quadro VE, e le informazioni essenziali vengono portate a conoscenza dei contribuenti e della Guardia di Finanza secondo il provvedimento de quo, che ne stabilisce le modalità e i contenuti.

La lettera di Compliance

L’Agenzia delle Entrate, sta inviando una lettera di compliance mettendo, appunto, a disposizione gli elementi presenti nei sistemi informatici affinché i contribuenti possano formulare le valutazioni necessarie in ordine alla correttezza dei dati in loro possesso e consentire di fornire elementi e informazioni in grado di giustificare la presunta anomalia rilevata.

In dettaglio, nella lettera in parola, sono contenuti:

  1. Codice fiscale e denominazione/cognome e nome del contribuente;
  2. Numero identificativo e data della comunicazione, codice atto e periodo d’imposta;
  3. Data di elaborazione della comunicazione in caso di mancata presentazione della dichiarazione IVA entro i termini prescritti;
  4. Data e protocollo telematico della dichiarazione IVA trasmessa per il periodo di imposta 2021, nel caso di presentazione della dichiarazione senza il quadro VE.

La medesima comunicazione è facilmente consultabile dal contribuente all’interno dell’area riservata del portale informatico dell’Agenzia delle Entrate, sezione “Cassetto fiscale”, e dell’interfaccia web conosciuta come “Fatture e Corrispettivi”.

Le osservazioni del contribuente

Il contribuente, anche avvalendosi di intermediari incaricati della trasmissione delle dichiarazioni, può richiedere informazioni ovvero segnalare all’Agenzia delle Entrate eventuali elementi, fatti e circostanze dalla stessa non conosciuti.

Il ravvedimento

Nel caso in cui gli elementi contenuti nella lettera di compliance risultino fondati, le modalità con cui il contribuente può regolarizzare errori od omissioni e beneficiare della riduzione delle sanzioni sull’importo minimo di euro 250,00 previste per le violazioni stesse sono le seguenti:

  • i contribuenti che non hanno presentato la dichiarazione IVA relativa al periodo di imposta 2021 possono regolarizzare la posizione presentando la dichiarazione entro 90 giorni decorrenti dal 30 aprile 2022, con il versamento delle sanzioni in misura ridotta a un decimo del minimo avvalendosi del ravvedimento ex art. 13, comma 1 lettera c), del D.lgs. n. 472/1997;
  • i contribuenti che hanno presentato la dichiarazione IVA relativa al periodo di imposta 2021 senza il quadro VE possono regolarizzare gli errori e le omissioni eventualmente commessi secondo le modalità previste dall’art. 13, comma 1 lett. a-bis), del D.lgs. n. 472/1997, beneficiando della riduzione a un nono del minimo delle sanzioni in ragione del tempo trascorso dalla commissione delle violazioni stesse.

Le dichiarazioni presentate con un ritardo superiore ai 90 giorni si considerano omesse e costituiscono titolo per la riscossione delle imposte ivi evidenziate.

Note per il ravvedimento

L’Agenzia delle Entrate, nel provvedimento de quo, evidenzia quanto segue:

  • la possibilità di sanare l’omessa dichiarazione IVA oppure l’omessa presentazione del quadro VE riguarda anche i casi in cui la violazione è stata già stata constatata o sono iniziati accessi, ispezioni, verifiche o altre attività amministrative di controllo, di cui i soggetti interessati hanno avuto formale conoscenza;
  • la procedura agevolata non può essere applicata, invece, se risulta già notificato l’atto di liquidazione, di irrogazioni sanzioni o, in generale, di accertamento, oppure se è già stata recapitata la comunicazione di irregolarità riscontrata in seguito agli esiti dei controlli formali e automatizzati effettuati dall’Agenzia.

Per approfondire

https://www.agenziaentrate.gov.it/portale/documents/20143/4556542/Provvedimento_05.07.2022+(1).pdf/ac6f94f2-eb04-95aa-735a-75f4041f2fb5

Ad maiora

IL PRESIDENTE
Edmondo Duraccio

 

 (*) Rubrica riservata agli iscritti nell’Albo dei Consulenti del Lavoro della Provincia di Napoli. E’ fatto, pertanto, divieto di riproduzione anche parziale. Diritti legalmente riservati agli Autori

ED/FT

N° 169/2022 del 26/09/2022

L’Inps, con la circolare n° 100 del 12 settembre scorso, ha comunicato la variazione del tasso di interesse di dilazione e di differimento o delle sanzioni per omesso o ritardato versamento dei contributi previdenziali ed assistenziali.   L’INPS con la circolare n° 100 del 12 settembre 2022 ha reso noto l’ulteriore aumento del tasso di […]

Leggi di più

N° 168/2022 del 23/09/2022

Nuove regole in materia di tenuta e conservazione delle scritture e registri fiscali obbligatori   La Legge n.122/2022 di conversione del D.L. n. 73/2022 (id: Decreto Semplificazioni) ha disposto il venir meno dell’obbligo annuale di conservazione sostitutiva digitale dei registri contabili elettronici, modificando quanto previsto dall’articolo 7, comma 4-quater del D.L. n. 357/1994, viene infatti […]

Leggi di più

N° 167/2022 del 22/09/2022

La mera dimenticanza in fase dichiarativa della compilazione del quadro per la rivalutazione dei beni di impresa non fa venir meno gli effetti della particolare misura se comunicata mediante dichiarazione integrativa.   L'Agenzia delle Entrate con la risposta ad Interpello n°443 del 2 settembre 2022, chiarisce che è possibile rimediare alla omessa compilazione del quadro […]

Leggi di più

N° 166/2022 del 21/09/2022

L’Inail, con la circolare n° 33 del 2 settembre scorso, ha diramato, all’esito della consueta rivalutazione, i nuovi minimali e massimali di rendita con decorrenza 1° luglio 2022, nonché i – limiti di retribuzione imponibile per il calcolo dei premi assicurativi   L’INAIL, con la circolare n° 33 del 2 settembre 2022, ha aggiornato i […]

Leggi di più

N° 165/2022 del 20/09/2022

Sgravio contributivo per assunzione di dipendenti di aziende in crisi L’INPS, con la circolare n. 99 del 7 settembre 2022, fornisce le istruzioni operative per l’accesso allo sgravio contributivo riconosciuto ai datori di lavoro privati che assumono con contratto di lavoro a tempo indeterminato, lavoratori subordinati, indipendentemente dalla loro età anagrafica, da imprese per le quali […]

Leggi di più

N° 164/2022 del 19/09/2022

Il Ministero per lo Sviluppo Economico attua il Bonus Fiere, istituendo i termini e le modalità per presentare la domanda Il Ministero per lo Sviluppo Economico, con il Decreto del 04/08/2022, G.U. n.195 del 22 agosto, che attua la norma introdotta dall'articolo 25-bis del primo decreto Aiuti (id: DL n. 50/2022), ha reso operativo, con […]

Leggi di più

N° 163/2022 del 16/09/2022

La residenza in un paese terzo non è di ostacolo a stabilire il domicilio fiscale in Italia ed a considerare il contribuente quale soggetto passivo di imposta.   L'Agenzia delle Entrate con la risposta ad Interpello n°429 del 16 agosto 2022, chiarisce che la residenza in un Paese terzo (Regno Unito) non è di ostacolo […]

Leggi di più

N° 162/2022 del 15/09/2022

E’ operativo dal 31 agosto 2022 il Registro nazionale delle attività sportive dilettantistiche   Dal 31 agosto, presso il Dipartimento per lo sport della Presidenza del Consiglio dei Ministri, è operativo il Registro nazionale delle attività sportive dilettantistiche che deve assolvere alle funzioni di certificazione della natura dilettantistica di società e associazioni sportive, così come disposto dall’articolo […]

Leggi di più

N° 161/2022 del 14/09/2022

Le novità introdotte dal decreto legislativo n. 104 del 27 giugno 2022 in attuazione della direttiva UE 2019/1152 del Parlamento europeo e del Consiglio del 20 giugno 2019, relativa a condizioni di lavoro trasparenti e prevedibili.   Con il d.lgs. 104/2022 (c.d. Decreto “Trasparenza”) pubblicato sulla Gazzetta ufficiale del 29 luglio u.s., è stata data […]

Leggi di più

N° 160/2022 del 13/09/2022

Il documento di cortesia emesso dagli spedizionieri non è valido per la registrazione contabile e la detrazione ai fini iva dell'imposta pagata al momento dell'importazione.   L'Agenzia delle Entrate con la risposta ad Interpello n° 417 del 5 agosto 2022, chiarisce che le informazioni e i valori contenuti in un "documento comprovante l'importazione", come ad […]

Leggi di più

Privacy Policy
Cookie Policy
Termini e Condizioni

I contenuti di questo sito sono coperti da copyright - 2016 PORTALE UFFICIALE dei CDL di NAPOLI - Powered by WSTAFF