Il Portale per i CDL di Napoli - Organo Ufficiale dell'Ordine

 
N° 150/2021 del 23/09/2021

Contratto di rioccupazione. Beneficio ai nastri di partenza. Inps Msg 3050 del 9 settembre 2021.

Mentre è ormai “desaparecido”, tra i corridoi della burocrazia europea, lo sgravio relativo alle assunzioni dei giovani (under 36) a tempo indeterminato e per le trasformazioni dei contratti a tempo determinato in contratti a tempo indeterminato, previsto per il biennio 2021/2022 dalla Legge di Bilancio 2021 (L.178/2020), di cui perfino l’INPS ad Aprile 2021 con circolare n.56 ne aveva anticipato le regole operative per la sua fruizione, tutt’altra marcia sembra avere l’esonero contributivo per le assunzioni effettuate con contratto di rioccupazione di cui all’articolo 41, commi da 5 a 9, del decreto-legge 25 maggio 2021, n. 73, convertito, con modificazioni, dalla legge 23 luglio 2021, n. 106 e del quale, con Circ.115/2021, l’INPS aveva già fornito le prime indicazioni per il suo utilizzo e con il recente Messaggio n. 3050 del 09/09/2021 ne completa le istruzioni operative.

Già a partire dal 15 settembre p.v., infatti, all’interno dell’applicazione “Portale delle Agevolazioni”, presente sul sito dell’Istituto, sarà disponibile il modulo di istanza on-line “RIOC”, utile per la richiesta del beneficio.

Le informazioni necessarie che il datore di lavoro (rectius i Consulenti intermediari), dovranno fornire ricalcano lo schema delle precedenti richieste di esoneri contributivi:

  • indicazione del lavoratore nei confronti del quale è intervenuta l’assunzione a tempo indeterminato con contratto di rioccupazione;
  • codice della comunicazione obbligatoria relativa al rapporto a tempo indeterminato instaurato;
  • importo della retribuzione mensile media, comprensiva dei ratei di tredicesima e di quattordicesima mensilità;
  • indicazione della eventuale percentuale di part-time nel caso di svolgimento della prestazione lavorativa a tempo parziale;
  • misura dell’aliquota contributiva datoriale oggetto dello sgravio.

Allo stesso modo, come già avviene per le altre agevolazioni richieste, l’INPS, attraverso i propri sistemi informativi centrali provvede alle conseguenziali attività di controllo ed in particolare:

  • verificherà l’esistenza del rapporto a tempo indeterminato mediante consultazione della banca dati delle comunicazioni obbligatorie;
  • calcolerà l’importo dell’incentivo spettante in base all’aliquota contributiva datoriale indicata;
  • verificherà la sussistenza della copertura finanziaria per l’esonero richiesto;
  • in caso di sufficiente capienza di risorse per tutto il periodo agevolabile, informerà, mediante comunicazione in calce al medesimo modulo di istanza on-line, che il datore di lavoro è stato autorizzato a fruire dell’esonero e individuerà l’importo massimo dell’agevolazione spettante per l’assunzione.

L’Istituto procederà, inoltre, a verificare che l’Azienda richiedente il beneficio non sia tra coloro che hanno ricevuto e, successivamente, non rimborsato o depositato in un conto bloccato, aiuti che lo Stato è tenuto a recuperare in esecuzione di una decisione della Commissione europea (c.d. “impegno Deggendorf”).

Dal momento che il beneficio in esame è da qualificarsi come aiuto di Stato, l’INPS provvederà a registrare la misura nel Registro nazionale degli aiuti di Stato.

Al termine della fase di controlli la procedura telematica si conclude con il provvedimento autorizzatorio e come già anticipato dalla circ. 115/2021, l’importo del beneficio potrà essere fruito in quote mensili, a partire dal mese di assunzione e per i successivi sei mesi del rapporto di lavoro, nei limiti della contribuzione esonerabile nel mese ed attraverso il sistema di conguaglio contributivo nell’ambito delle denunce mensili.

Il Messaggio ribadisce, infine la necessità di stipula del c.d. progetto individuale di inserimento nel quale siano definite le modalità di acquisizione delle competenze professionali del lavoratore all’interno del contesto lavorativo.

Come è noto l’esonero contributivo può essere applicato alle sole assunzioni a tempo indeterminato effettuate nel periodo compreso tra il 1° luglio 2021 e il 31 ottobre 2021.

L’utilizzo, invece, potrà avvenire a partire dal flusso Uniemens di competenza del mese di Ottobre 2021, secondo le indicazioni fornite nel Messaggio, ed in particolare esponendo i seguenti dati:

nell’elemento <CodiceCausale> dovrà essere inserito il valore “RIOC”, avente il significato di “Esonero per assunzioni art. 41 D.L. 73/2021”;

nell’elemento <IdentMotivoUtilizzoCausale> dovrà essere inserito il valore “N”.

nell’elemento <AnnoMeseRif> dovrà essere indicato l’AnnoMese di riferimento del conguaglio;

nell’elemento <ImportoAnnoMeseRif>dovrà essere indicato l’importo conguagliato, relativo alla specifica competenza.

I dati sopra esposti nell’Uniemens saranno poi riportati, a cura dell’Istituto, nel DM2013 “VIRTUALE” ricostruito dalle procedure come segue:

con il codice “L554”, avente il significato di “Conguaglio Esonero per assunzioni art. 41 D.L. n.73/2021”;

con il codice “L555”, avente il significato di “Arretrati Esonero per assunzioni art. 41, D.L. n.73/2021”.

 

Ad maiora

IL PRESIDENTE       

Edmondo Duraccio

 

(*) Rubrica riservata agli iscritti nell’Albo dei Consulenti del Lavoro della Provincia di Napoli. E’ fatto, pertanto, divieto di riproduzione anche parziale. Diritti legalmente riservati agli Autori

ED/RD

N° 167/2021 del 18/10/2021

L'agevolazione per l'acquisto prima casa non è fruibile dal contribuente che abbia un altro immobile in comproprietà con l'ex coniuge e acquistato con la medesima agevolazione, ancorchè non disponibile a causa della separazione. L'Agenzia delle Entrate con la risposta ad Interpello n°634 del 30 settembre 2021, risponde al quesito di una contribuente circa la rilevanza […]

Leggi di più

N° 166/2021 del 15/10/2021

L’Inps fornisce le indicazioni per la presentazione delle domande di assegno ordinario al fondo di solidarietà bilaterale per le attività professionali.   Con il messaggio n. 3240 del 28 settembre 2021, l’INPS ha fornito le indicazioni relative alla presentazione delle domande di assegno ordinario al Fondo di solidarietà bilaterale per le attività professionali. Come noto, […]

Leggi di più

N° 165/2021 del 14/10/2021

La circolare A.D.E., n.11/e del 24 settembre 2021, esplicativa dello stralcio per i debiti fino a € 5.000   Con circolare n.11/E, l’Agenzia delle Entrate ha voluto chiarire ambito di applicazione, beneficiari, e modalità di annullamento dei debiti ancora giacenti presso gli agenti della riscossione, oggetto di stralcio come previsto dall’art.4 del D.L. 41/2021. L’annullamento […]

Leggi di più

N° 164/2021 del 13/10/2021

Il Tribunale di Milano, con la sentenza dello scorso 15 settembre (RG 2316/2021), ha affermato che il provvedimento di sospensione senza retribuzione, ancorché adottato per il legittimo fine di cui all’art. 2087 c.c. (salvaguardia della salubrità aziendale), è l’extrema ratio, donde la sua applicazione non può esonerare il datore di lavoro dall’onere probatorio dell’impossibilità a […]

Leggi di più

N° 163/2021 del 12/10/2021

Messaggio INPS n° 3216 del 24 settembre 2021: salve le indennità di maternità/paternità e malattia per i lavoratori autonomi che hanno beneficiato dell’esonero dal versamento dei contributi previdenziali introdotto per fronteggiare l’emergenza Covid-19.   Con il Messaggio n. 3216/2021, l’INPS fornisce indicazioni specifiche relativamente al pagamento delle indennità di maternità, congedo parentale, malattia e degenza […]

Leggi di più

N° 162/2021 del 11/10/2021

L’Agenzia delle Entrate Riscossione mette a disposizione sul proprio sito il software online per verificare se, nei piani di pagamento di rottamazione ter e saldo e stralcio, vi siano carichi soggetti all’annullamento   L’Agenzia delle Entrate, ai sensi dell’art.4 del DL n.41/2021, mette ai nastri di partenza la cancellazione delle cartelle sotto i 5.000 euro […]

Leggi di più

N° 161/2021 del 08/10/2021

Le somme erogate per il rimborso della fruizione di servizi formativi costituiscono redditi assimilati a lavoro dipendente ex art. 50, comma 1, lett. c) del Tuir. A.d.E. risposta ad interpello n. 619 del 21 settembre 2021. L'Agenzia delle Entrate con la risposta ad Interpello n°619 del 21 settembre 2021, ha chiarito l'ambito applicativo dell'art. 50, […]

Leggi di più

N° 160/2021 del 07/10/2021

L’Inps, con la circolare n° 137 del 17 settembre scorso, ha chiarito – contraddicendo le indicazioni di cui alle precedenti istruzioni in materia – che si rende necessario procedere al recupero delle somme versate in difetto, ma anche in eccesso, del contributo Naspi, recte ticket di licenziamento.   L’Inps, con la circolare in commento, ha […]

Leggi di più

N° 159/2021 del 06/10/2021

L’Inl fornisce indicazioni operative in merito all’apposizione di causali al contratto a tempo determinato in seguito alle modifiche apportate dal D.L. n. 73/2021   Con la nota n. 1363 del 14 settembre 2021, l’Ispettorato Nazionale del Lavoro ha fornito indicazioni operative in merito all’apposizione di causali al contratto a tempo determinato di durata superiore a […]

Leggi di più

N° 158/2021 del 05/10/2021

Il reddito prodotto dalle società tra professionisti ha natura di reddito d’impresa e permette di fruire del credito d’imposta industria 4.0.   Con risposta ad interpello 600 del 16.09.2021 l’Agenzia delle Entrate, rispondendo ad un quesito sulla possibilità per una STP, regolarmente costituita tra medici odontoiatri, di poter fruire del credito d’imposta di cui al […]

Leggi di più

Privacy Policy
Cookie Policy
Termini e Condizioni

I contenuti di questo sito sono coperti da copyright - 2016 PORTALE UFFICIALE dei CDL di NAPOLI - Powered by WSTAFF