Il Portale per i CDL di Napoli - Organo Ufficiale dell'Ordine

 
N° 151/2021 del 24/09/2021

Al via le istanze per il riconoscimento del contributo a fondo perduto per attività economiche e commerciali nelle zone A o equipollenti dei comuni ove sono situati Santuari religiosi.


L'Agenzia delle Entrate, con il Provvedimento n°230686 dell' 8 settembre 2021, definisce il contenuto informativo e le modalità e termini di presentazione dell’istanza per il riconoscimento del contributo a fondo perduto per attività economiche e commerciali nelle zone A o equipollenti dei comuni ove sono situati santuari religiosi di cui all’art. 59 del D.L. 14 agosto 2020, n°104, come modificato dalla legge 30 dicembre 2020, n°178 e dal D.L. 22 marzo 2021, n°41, convertito, con modificazioni, dalla legge 21 maggio 2021, n°69.

Il Provvedimento in esame rende operativa la richiesta del contributo a "Fondo perduto" stabilita dall’art. 59, comma 1 (id: Contributo Centri storici) del decreto citato che, con le modifiche introdotte dalla legge di conversione n°178/2020, ha ricompreso nell'originaria formulazione del comma 1 anche i soggetti esercenti attività di impresa di vendita di beni o servizi al pubblico, svolte nelle zone A o equipollenti dei comuni ove sono situati santuari religiosi, con popolazione superiore a diecimila abitanti, che, in base all'ultima rilevazione resa disponibile da parte delle amministrazioni pubbliche competenti per la raccolta e l'elaborazione di dati statistici, abbiano registrato presenze turistiche di cittadini residenti in paesi esteri, in numero almeno tre volte superiore a quello dei residenti negli stessi comuni. Il citato requisito del numero di abitanti non si applica ai comuni (situati nelle Regioni: Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria) interessati dagli eventi sismici verificatisi a far data dal 24 agosto 2016, indicati negli allegati 1, 2 e 2-bis al decreto-legge 17 ottobre 2016, n°189, convertito, con modificazioni, dalla legge 15 dicembre 2016, n. 229.

Il contributo spetta a condizione che l’ammontare del fatturato e dei corrispettivi riferito al mese di giugno 2020, realizzato con riferimento agli esercizi di cui al comma 1 dell’art. 59 del decreto, situati nelle zone A o equipollenti dei comuni sopracitati, sia inferiore ai due terzi dell'ammontare del fatturato e dei corrispettivi realizzato nel corrispondente mese del 2019 (comma 2, primo periodo, dell’art. 59 del decreto).

Inoltre, il Provvedimento dell'AdE non omette di ricordare che i soggetti che hanno già ricevuto il contributo originario "Centri storici" (comma 1 dell’articolo 59 del Dl n. 104/2020), possono accedere al “contributo santuari” solo per i Comuni diversi da quelli indicati nella precedente istanza di cui al Provvedimento dell’Agenzia n° 352471 del 12 novembre 2020.

Il beneficio, inoltre, non è cumulabile con quello previsto dal Fondo per la filiera della ristorazione (art. 58 del Dl n. 104/2020).

L’istanza deve essere predisposta – a partire dal 9 settembre 2021 e fino all' 8 novembre 2021 –  in modalità elettronica esclusivamente mediante un servizio web disponibile nell’area riservata del portale “Fatture e Corrispettivi” del sito internet dell’Agenzia delle Entrate ed è trasmessa mediante tale servizio web. La trasmissione telematica dei dati contenuti nell’istanza può essere eseguita direttamente, da parte dei soggetti richiedenti abilitati ai servizi telematici dell’Agenzia, o da parte di un intermediario di cui all’art. 3, comma 3, del D.P.R. n° 322 del 1998, delegato al servizio “Cassetto fiscale” o al servizio di “Consultazione e acquisizione delle fatture elettroniche o dei loro duplicati informatici”.

L’ammontare del particolare contributo a fondo perduto è calcolato applicando un’aliquota del 5%, 10% o 15% a seconda dei ricavi o compensi nel periodo d’imposta precedente da applicare alla differenza di fatturato fra giugno 2020 e giugno 2019. Le istruzioni allegate al Provvedimento riepilogano altresì, le modalità di determinazione dei ricavi/compensi 2019, e le modalità per il calcolo del fatturato e dei corrispettivi di giugno 2020 e giugno 2019. L’importo minimo del contributo è pari a 1.000 euro per le persone fisiche e 2000 euro per gli altri soggetti, fino ad un massimo di 150mila euro. In ogni caso si effettuerà la ripartizione in base ai fondi disponibili e alle domande che perverranno e risulteranno accolte.

In calce alle istruzioni allegate al Provvedimento in commento, è inserito l'elenco dei Comuni destinatari della speciale misura che ricomprendono, per la Provincia di Napoli, i Comuni di Vico Equense, Sorrento, Pompei, Massa Lubrense, Forio e Barano d'Ischia.

Ad maiora


IL PRESIDENTE
Edmondo Duraccio

 

 (*) Rubrica riservata agli iscritti nell’Albo dei Consulenti del Lavoro della Provincia di Napoli. E’ fatto, pertanto, divieto di riproduzione anche parziale. Diritti legalmente riservati agli Autori

 

ED/PDN

N° 167/2021 del 18/10/2021

L'agevolazione per l'acquisto prima casa non è fruibile dal contribuente che abbia un altro immobile in comproprietà con l'ex coniuge e acquistato con la medesima agevolazione, ancorchè non disponibile a causa della separazione. L'Agenzia delle Entrate con la risposta ad Interpello n°634 del 30 settembre 2021, risponde al quesito di una contribuente circa la rilevanza […]

Leggi di più

N° 166/2021 del 15/10/2021

L’Inps fornisce le indicazioni per la presentazione delle domande di assegno ordinario al fondo di solidarietà bilaterale per le attività professionali.   Con il messaggio n. 3240 del 28 settembre 2021, l’INPS ha fornito le indicazioni relative alla presentazione delle domande di assegno ordinario al Fondo di solidarietà bilaterale per le attività professionali. Come noto, […]

Leggi di più

N° 165/2021 del 14/10/2021

La circolare A.D.E., n.11/e del 24 settembre 2021, esplicativa dello stralcio per i debiti fino a € 5.000   Con circolare n.11/E, l’Agenzia delle Entrate ha voluto chiarire ambito di applicazione, beneficiari, e modalità di annullamento dei debiti ancora giacenti presso gli agenti della riscossione, oggetto di stralcio come previsto dall’art.4 del D.L. 41/2021. L’annullamento […]

Leggi di più

N° 164/2021 del 13/10/2021

Il Tribunale di Milano, con la sentenza dello scorso 15 settembre (RG 2316/2021), ha affermato che il provvedimento di sospensione senza retribuzione, ancorché adottato per il legittimo fine di cui all’art. 2087 c.c. (salvaguardia della salubrità aziendale), è l’extrema ratio, donde la sua applicazione non può esonerare il datore di lavoro dall’onere probatorio dell’impossibilità a […]

Leggi di più

N° 163/2021 del 12/10/2021

Messaggio INPS n° 3216 del 24 settembre 2021: salve le indennità di maternità/paternità e malattia per i lavoratori autonomi che hanno beneficiato dell’esonero dal versamento dei contributi previdenziali introdotto per fronteggiare l’emergenza Covid-19.   Con il Messaggio n. 3216/2021, l’INPS fornisce indicazioni specifiche relativamente al pagamento delle indennità di maternità, congedo parentale, malattia e degenza […]

Leggi di più

N° 162/2021 del 11/10/2021

L’Agenzia delle Entrate Riscossione mette a disposizione sul proprio sito il software online per verificare se, nei piani di pagamento di rottamazione ter e saldo e stralcio, vi siano carichi soggetti all’annullamento   L’Agenzia delle Entrate, ai sensi dell’art.4 del DL n.41/2021, mette ai nastri di partenza la cancellazione delle cartelle sotto i 5.000 euro […]

Leggi di più

N° 161/2021 del 08/10/2021

Le somme erogate per il rimborso della fruizione di servizi formativi costituiscono redditi assimilati a lavoro dipendente ex art. 50, comma 1, lett. c) del Tuir. A.d.E. risposta ad interpello n. 619 del 21 settembre 2021. L'Agenzia delle Entrate con la risposta ad Interpello n°619 del 21 settembre 2021, ha chiarito l'ambito applicativo dell'art. 50, […]

Leggi di più

N° 160/2021 del 07/10/2021

L’Inps, con la circolare n° 137 del 17 settembre scorso, ha chiarito – contraddicendo le indicazioni di cui alle precedenti istruzioni in materia – che si rende necessario procedere al recupero delle somme versate in difetto, ma anche in eccesso, del contributo Naspi, recte ticket di licenziamento.   L’Inps, con la circolare in commento, ha […]

Leggi di più

N° 159/2021 del 06/10/2021

L’Inl fornisce indicazioni operative in merito all’apposizione di causali al contratto a tempo determinato in seguito alle modifiche apportate dal D.L. n. 73/2021   Con la nota n. 1363 del 14 settembre 2021, l’Ispettorato Nazionale del Lavoro ha fornito indicazioni operative in merito all’apposizione di causali al contratto a tempo determinato di durata superiore a […]

Leggi di più

N° 158/2021 del 05/10/2021

Il reddito prodotto dalle società tra professionisti ha natura di reddito d’impresa e permette di fruire del credito d’imposta industria 4.0.   Con risposta ad interpello 600 del 16.09.2021 l’Agenzia delle Entrate, rispondendo ad un quesito sulla possibilità per una STP, regolarmente costituita tra medici odontoiatri, di poter fruire del credito d’imposta di cui al […]

Leggi di più

Privacy Policy
Cookie Policy
Termini e Condizioni

I contenuti di questo sito sono coperti da copyright - 2016 PORTALE UFFICIALE dei CDL di NAPOLI - Powered by WSTAFF