Il Portale per i CDL di Napoli - Organo Ufficiale dell'Ordine

 
N° 159/2021 del 06/10/2021

L’Inl fornisce indicazioni operative in merito all’apposizione di causali al contratto a tempo determinato in seguito alle modifiche apportate dal D.L. n. 73/2021

 

Con la nota n. 1363 del 14 settembre 2021, l’Ispettorato Nazionale del Lavoro ha fornito indicazioni operative in merito all’apposizione di causali al contratto a tempo determinato di durata superiore a 12 mesi, in seguito alle modifiche apportate al dettato normativo dal Decreto Sostegni bis.

Infatti, il D.L. n. 73/2021, convertito con Legge n. 106/2021, ha novellato l’art. 19 del D.Lgs. n. 81/2015 introducendo al comma 1 un’ulteriore ipotesi di stipula del contratto a tempo determinato per una durata superiore a 12 mesi, oltre a quelle già previste dal legislatore, demandando alla contrattazione collettiva ex art. 51 del D. Lgs. n. 81/2015 la facoltà di individuare specifiche esigenze in presenza delle quali sia possibile instaurare un rapporto a termine di durata superiore ai 12 mesi, ma comunque non eccedente i 24 mesi.

Deve trattarsi, quindi, in primis di contratti collettivi nazionali, territoriali o aziendali stipulati da associazioni sindacali comparativamente più rappresentative sul piano nazionale e di contratti collettivi aziendali stipulati dalle loro rappresentanze sindacali aziendali ovvero dalla rappresentanza sindacale unitaria.

Dovranno, inoltre, essere individuate specifiche esigenze, tali da poter essere ricondotte ad ipotesi concrete che per la loro precisa formulazione non richiedano l’ulteriore specificazione, all’interno del contratto individuale di lavoro, della situazione da cui è scaturita la necessità di stipulare il contratto a termine per più di 12 mesi. 

Non potranno essere, pertanto, utilizzate formulazioni generiche, cui già in passato si è spesso ricorso, (a titolo esemplificativo ragioni “di carattere tecnico, produttivo, organizzativo”).

La modifica del dettato normativo comporta riflessi, oltre che sulla stipula del contratto di lavoro, anche sulla proroga o sul rinnovo dello stesso contratto che, a decorrere dal 25 luglio 2021, può essere prorogato o rinnovato oltre i 12 mesi secondo le previsioni della contrattazione collettiva.

Nel documento in oggetto, inoltre, l’Ispettorato evidenzia anche che lo stesso D.L. n. 73/2021 ha introdotto un’altra importante novità.

Infatti, allo stesso art. 19 è stato aggiunto il comma 1.1. secondo il quale la stipula di contratti a tempo determinato oltre i 12 mesi per esigenze specifiche individuate dalla contrattazione collettiva potrà avvenire solo ed esclusivamente entro il 30 settembre 2022.

Viene quindi introdotto un limite temporale di utilizzo di detta causale che, però, si riferisce solo alla stipula del contratto a termine, ma non anche alla proroga o al rinnovo del contratto.

È l’Ispettorato Nazionale del Lavoro che infatti conferma la possibilità di stipulare un contratto a termine di durata superiore a 12 mesi oltre la data del 30 settembre 2022 solo per le esigenze indicate nelle lettere  a) e b) del comma 1 dell’art. 19, mentre per quanto riguarda proroghe e rinnovi si ritiene che non sia applicabile il limite temporale suindicato, giacché le regole in materia si limitano a richiamare il comma 1 dell’art. 19, senza fare alcun riferimento al nuovo comma 1.1,  pertanto, i datori di lavoro potranno rinnovare e prorogare i contratti oltre i 12 mesi tenendo conto delle causali previste dall’art. 19, inclusa la nuova lettere b-bis, anche successivamente alla data del 30 settembre 2022.

Ad maiora

IL PRESIDENTE
Edmondo Duraccio

 

 (*) Rubrica riservata agli iscritti nell’Albo dei Consulenti del Lavoro della Provincia di Napoli. E’ fatto, pertanto, divieto di riproduzione anche parziale. Diritti legalmente riservati agli Autori

 

ED/MS

N° 197/2021 del 30/11/2021

L'Agenzia delle Entrate rende disponibili le comunicazioni di anomalia ISA/STUDI DI SETTORE per il triennio 2016-2018 disponibili online nel cassetto fiscale.   L'Agenzia delle Entrate, con il Provvedimento n° 314145 del 15 novembre 2021, annuncia la disponibilità on line attraverso il cassetto fiscale del contribuente delle comunicazioni relative a possibili anomalie nella compilazione dei modelli […]

Leggi di più

N° 196/2021 del 29/11/2021

L’INL fornisce chiarimenti in merito all’applicazione dell’istituto della sospensione dell’attività imprenditoriale, alla luce delle novità introdotte dal d.l. n. 146/2021.   Con la circolare n. 3 del 9 novembre 2021, l’INL ha fornito alcune precisazioni in ordine all’istituto della sospensione dell’attività imprenditoriale, a seguito di accesso ispettivo. Con il D.L. n. 146 del 21 ottobre […]

Leggi di più

N° 195/2021 del 26/11/2021

L'Agenzia delle Entrate detta criteri e modalità di emissione delle fatture elettroniche post esterometro dal 1° gennaio 2022.   L'Agenzia delle Entrate, con il Provvedimento n° 293384 del 28 ottobre 2021, riepiloga le modalità operative per la trasmissione telematica dei dati delle operazioni transfrontaliere a partire dal 1° gennaio 2022. Si ricorda che, fino al […]

Leggi di più

N° 194/2021 del 25/11/2021

Le nuove dichiarazioni IVA “OSS” e “IOSS” a regime dopo il primo invio dei dati relativi al terzo trimestre 2021   Con il D.lgs n. 83/2021 di recepimento degli art. 2 e 3 della Direttiva UE n. 2017/2455 in materia di Imposta sul Valore Aggiunto per le prestazioni di servizi e le vendite a distanza […]

Leggi di più

N° 193/2021 del 24/11/2021

  L'Agenzia delle Entrate detta criteri e modalità di attuazione delle attività di analisi di rischio e di controllo degli esportatori abituali.   L'Agenzia delle Entrate, con il Provvedimento n° 293390 del 28 ottobre 2021, stabilisce le modalità operative per l'attuazione del presidio antifrode di cui ai commi da 1079 a 1082 dell'art. 1 Legge […]

Leggi di più

N° 192/2021 del 23/11/2021

Il Tar Lazio, ordinanza n° 5705 del 20 ottobre 2021, ha statuito che l’obbligo del green pass per il personale scolastico è in linea con i principi costituzionali e che, peraltro, il datore di lavoro non è tenuto a sostenere i costi del tampone in favore dei dipendenti sprovvisti della certificazione verde.   Il Tribunale […]

Leggi di più

N° 191/2021 del 22/11/2021

L’Inl illustra le modalità di compilazione del modello UNI Distacco UE alla luce delle modifiche apportate dal D.lgs. n. 122/2020.   Con la nota n. 1659 del 29 ottobre 2021, l’Ispettorato Nazionale del Lavoro ha illustrato le modalità di compilazione del modulo per la comunicazione preventiva di distacco transnazionale. Come noto, il D.Lgs. n. 122/2020 […]

Leggi di più

N° 190/2021 del 19/11/2021

Cassa Integrazione Guadagni: al via la nuova piattaforma per l’invio della domanda unificata uni-cig   L’INPS, con il messaggio n. 3727 del 29 ottobre u.s. comunica l’introduzione di un nuovo servizio per la presentazione della “domanda unificata di cassa integrazione guadagni UNI-CIG”, esclusivamente per le prestazioni di assegno ordinario, cassa integrazione guadagni in deroga (CIGD) […]

Leggi di più

N° 189/2021 del 18/11/2021

Apertura termini per la presentazione delle istanze Bonus sulle rimanenze finali di magazzino del settore tessile, moda, accessori.   Con provvedimento n. 293378 pubblicato il 29 ottobre 2021, l’Agenzia delle Entrate ha dato comunicazione di aver aperto i termini per la presentazione delle istanze per il riconoscimento del credito d’imposta spettante alle imprese operanti nei […]

Leggi di più

N° 188/2021 del 17/11/2021

Ufficializzati i termini e i modelli di comunicazione per i tax credit del Piano Transizione 4.0. Il Ministero dello Sviluppo Economico con tre distinti Decreti Direttoriali, datati 6 ottobre 2021, ha approvato i modelli di comunicazione dei dati e delle altre informazioni necessari ai fini dei crediti d’imposta appartenenti al cosiddetto Piano Transizione 4.0. I […]

Leggi di più

Privacy Policy
Cookie Policy
Termini e Condizioni

I contenuti di questo sito sono coperti da copyright - 2016 PORTALE UFFICIALE dei CDL di NAPOLI - Powered by WSTAFF