Il Portale per i CDL di Napoli - Organo Ufficiale dell'Ordine

 
N° 160/2022 del 13/09/2022

Il documento di cortesia emesso dagli spedizionieri non è valido per la registrazione contabile e la detrazione ai fini iva dell'imposta pagata al momento dell'importazione.

 

L'Agenzia delle Entrate con la risposta ad Interpello n° 417 del 5 agosto 2022, chiarisce che le informazioni e i valori contenuti in un "documento comprovante l'importazione", come ad esempio il "documento di cortesia" emesso dagli spedizionieri non sono sufficienti per la registrazione e per il conseguente esercizio del diritto alla detrazione dell'IVA assolta in sede di importazioni.

Con il quesito posto, l'istante ha specificato che nello svolgimento della sua attività effettua importazioni che possono riguardare sia beni di elevato valore, sia beni di valore modico; gli spedizionieri e gli operatori doganali stanno adottando le misure introdotte dall'Agenzia delle Dogane in termini di digitalizzazione e reingegnerizzazione del sistema informativo di sdoganamento all'importazione. In particolare, tra le altre innovazioni, il sistema telematico doganale (i.e. AIDA) consente lo scambio di messaggi elettronici relativi alle operazioni di sdoganamento all'importazione in estensione XML; il sistema AIDA rilascia un messaggio elettronico cui è associato un numero di registrazione "master reference number" (id: MRN) che ai fini legali e contabili individua in modo univoco la bolla di importazione che costituisce l'effettiva dichiarazione doganale, eliminando la necessità e anche la possibilità di stampare il Documento Amministrativo Unico (id: DAU) in formato cartaceo come avveniva in passato.

La smaterializzazione della procedura comporta che, una volta completata l'importazione dei beni, gli spedizionieri non forniscono più una copia cartacea della bolletta doganale, ma inviano un "documento di cortesia"  redatto dallo spedizioniere stesso, contenente le seguenti informazioni: MRN della bolla di importazione; Indicazioni relative all'esportatore, all'importatore e al soggetto dichiarante; Numero e peso dei colli importati; Descrizione della merce (comprensiva di codice di nomenclatura combinata e valore della stessa); Base imponibile; Aliquota applicabile;  Ammontare di imposta assolta.

Per tale motivo, l'istante ha chiesto se sia possibile procedere alla registrazione nei registri IVA e, di conseguenza, alla detrazione dell'imposta assolta in importazione, delle informazioni e dei valori indicati nel "documento di cortesia" fornito dagli spedizionieri, di fatto contenente tutte le informazioni necessarie.

I tecnici dell'Agenzia delle Entrate, dopo aver ribadito il contenuto dell'art. 25 del decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 1972, n. 633 in ordine alla annotazione in apposito registro delle fatture e delle bollette doganali relative ai beni e ai servizi acquistati o importati nell'esercizio dell'impresa, arte o professione, ha chiarito che per esercitare il diritto alla detrazione occorre che sia verificata – oltre all'esigibilità dell'imposta – la duplice condizione del possesso della bolletta doganale e della sua annotazione nel registro IVA acquisti.

Invero, l'Agenzia delle Accise, Dogane e Monopoli nell'ambito del processo di reingegnerizzazione del sistema informativo AIDA 2.0 e, con riferimento alle dichiarazioni doganali presentate in procedura ordinaria, ha aggiornato – a decorrere dal 9 giugno 2022 – il sistema nazionale di importazione stabilendo di applicare il modello di dati definito a livello unionale denominato EUCDM (European Union Customs Data Model).

In aderenza a tale disposizione, le dichiarazioni doganali di importazione sono trasmesse al Sistema informativo dell'Agenzia e sono munite di firma digitale; tali dichiarazioni, così come acquisite e registrate dal Sistema informativo dell'Agenzia, assumono piena efficacia soddisfacendo ai requisiti di autenticità, integrità e non ripudio previsti dal "Codice dell'Amministrazione digitale".

Il sistema informativo al momento dello svincolo mette a disposizione degli importatori un prospetto di riepilogo (denominato "Riepilogo ai fini contabili della dichiarazione doganale di importazione") ai fini contabili della dichiarazione doganale, ovvero per assolvere agli obblighi previsti dalla normativa IVA connessi alla registrazione delle "bollette" di importazione e quindi consentire di esercitare il diritto alla detrazione dell'IVA pagata all'importazione.

Non è invece possibile valutare in questa sede, precisa il documento di prassi, l'idoneità del "documento di cortesia" emesso dagli spedizionieri, considerato che il contenuto è rimesso alla discrezione dei singoli emittenti e non è possibile verificare se possieda le medesime garanzie di affidabilità del documento emesso dall'Agenzia delle dogane.

Va segnalato, da ultimo, che ad oggi la consultazione del Prospetto di riepilogo ai fini contabili attraverso il servizio "Gestione documenti – dichiarazioni doganali", sul Portale Unico Dogane e Monopoli (PUDM), non è ancora disponibile per problemi tecnici.

La stessa Agenzia delle Dogane con Informativa n. 329889/RU del 14 luglio 2022, ha chiarito che, nelle more del completamento delle attività propedeutiche alla produzione del suddetto prospetto, gli operatori economici possono acquisire le informazioni relative all'IVA liquidata nelle dichiarazioni doganali di importazione dal cd. "Prospetto di sintesi della dichiarazione doganale" di cui all'allegato 2 della Circolare 22/2022 del 6 giugno.

 

Ad maiora

IL PRESIDENTE       

Edmondo Duraccio

 

(*) Rubrica riservata agli iscritti nell’Albo dei Consulenti del Lavoro della Provincia di Napoli. E’ fatto, pertanto, divieto di riproduzione anche parziale. Diritti legalmente riservati agli Autori

ED/PDN

N° 213/2022 del 25/11/2022

Dichiarazioni doganali con abbandono del DAU dal 30 novembre 2022 e nuove modalità di gestione in modalità digitale.   L'Agenzia delle Dogane, con Avviso – Prot. 511592 del 11 novembre 2022 – rende nota la imminente operatività della procedura di presentazione e di gestione delle dichiarazioni doganali con le modalità digitali. La piena automazione del […]

Leggi di più

N° 212/2022 del 24/11/2022

Imposta di bollo sulle fatture elettroniche: il versamento del 30 novembre   Il 30 novembre scade il termine per effettuare il versamento dell’imposta di bollo assolta in maniera virtuale sulle fatture emesse. Ricordiamo che l’imposta di bollo (nella misura fissa di € 2,00) deve essere assolta nel caso di emissione di determinati documenti, tra cui […]

Leggi di più

N° 211/2022 del 23/11/2022

L’Inail comunica la pubblicazione del bando BIT   Il 7 novembre 2022, l’INAIL ha comunicato la pubblicazione, in collaborazione con ARTES 4.0, del bando BIT con il quale si intende incentivare le imprese a realizzare progetti di innovazione, ricerca industriale e di sviluppo sperimentale, finalizzati alla riduzione del fenomeno infortunistico/tecnopatico o che abbiano una riconoscibile […]

Leggi di più

N° 210/2022 del 22/11/2022

Congedo parentale e facoltativo del padre: completati gli aggiornamenti procedurali è ora possibile inviare le domande in via telematica   Con il messaggio n. 4025 dell’8 novembre 2022, l’INPS comunica il completamento degli aggiornamenti procedurali per la presentazione delle domande di congedo parentale dei lavoratori dipendenti e dei lavoratori iscritti alla Gestione separata, nonché per […]

Leggi di più

N° 209/2022 del 21/11/2022

L’Inps, con il messaggio n° 4042 del 9 novembre scorso, ha fornito chiarimenti su decorrenza, modalità di calcolo, cumulabilità e portabilità dello sgravio contributivo riconosciuto alle lavoratrici che rientrano dal congedo di maternità   L’INPS, con messaggio n° 4042 del 9 novembre 2022, fornisce chiarimenti in merito all’esonero dal versamento dei contributi previdenziali, nella misura […]

Leggi di più

N° 208/2022 del 18/11/2022

Ai nastri di partenza il nuovo Bonus per i genitori separati o divorziati La piena operatività del Bonus per i genitori separati o divorziati è stata definita dal Dpcm del 23 agosto 2022, finalmente pubblicato nella Gazzetta Ufficiale di mercoledì 26 ottobre 2022. Si tratta di un contributo economico previsto inizialmente dal DL n. 41/2021 […]

Leggi di più

N° 207/2022 del 17/11/2022

La Corte di Giustizia Tributaria di primo grado di Venezia ha rimesso al giudizio della Corte Costituzionale la questione di legittimità su molte disposizioni introdotte dalla legge n° 130/2022 di riforma della giustizia tributaria. CGT  1° di Venezia – Ordinanza n°402 del 31 ottobre 2022   Il 16 settembre 2022 è entrata in vigore la […]

Leggi di più

N° 206/2022 del 16/11/2022

Dichiarazione IVA anno d’imposta 2019: pronte le comunicazioni di eventuali anomalie   Con provvedimento n. 408592 del 4 novembre 2022 l’Agenzia delle Entrate fa presente che saranno rese disponibili, in attuazione dell’articolo 1, commi da 634 a 636, della legge 23 dicembre 2014, n. 190, apposite comunicazioni di eventuali discordanze tra le dichiarazioni ai fini […]

Leggi di più

N° 205/2022 del 15/11/2022

L’AdE con circolare n° 35 del 4 novembre 2022, fornisce chiarimenti in merito al superamento del limite di 600 euro per i fringe benefit   L’Agenzia delle Entrate, con la circolare n. 35 del 2022, ha fornito chiarimenti in merito alla tassazione dei Fringe benefit in caso di superamento del limite di 600,00 euro previsto, […]

Leggi di più

N° 204/2022 del 14/11/2022

L’Inps, con la circolare n° 122 del 27 ottobre scorso, fa il punto della situazione sulle prestazioni a sostegno della genitorialità per i lavoratori dipendenti e autonomi   L’INPS, con la circolare n° 122 del 27 ottobre 2022, fornisce le prime indicazioni operative per illustrare le novità introdotte dal provvedimento in favore dei lavoratori dipendenti […]

Leggi di più

Privacy Policy
Cookie Policy
Termini e Condizioni

I contenuti di questo sito sono coperti da copyright - 2016 PORTALE UFFICIALE dei CDL di NAPOLI - Powered by WSTAFF