Il Portale per i CDL di Napoli - Organo Ufficiale dell'Ordine

 
N° 166/2022 del 21/09/2022

L’Inail, con la circolare n° 33 del 2 settembre scorso, ha diramato, all’esito della consueta rivalutazione, i nuovi minimali e massimali di rendita con decorrenza 1° luglio 2022, nonché i – limiti di retribuzione imponibile per il calcolo dei premi assicurativi

 

L’INAIL, con la circolare n° 33 del 2 settembre 2022, ha aggiornato i limiti di retribuzione imponibile per il calcolo dei premi assicurativi da variare secondo la rivalutazione delle rendite riportati nella circolare 16 maggio 2022, n. 21.

Questi, infatti, si basano sulla rivalutazione, con decorrenza 1° luglio 2022, delle prestazioni economiche del settore industria e del minimale e del massimale di rendita erogati dall’Istituto, effettuata dal Ministero del Lavoro tramite il decreto n° 106 del 9 giugno 2022.

Minimale e massimale sono stati stabiliti rispettivamente nelle misure di 17.780,70 euro e di 33.021,30 euro.

La principale categoria di lavoratori interessati dalla rivalutazione raccoglie tutti i soggetti la cui retribuzione convenzionale annuale risulta pari al minimale di rendita e cioè:

  • detenuti e internati;
  • allievi dei corsi di istruzione professionale;
  • lavoratori impegnati in lavori socialmente utili e di pubblica utilità;
  • lavoratori impegnati in tirocini formativi e di orientamento;
  • lavoratori sospesi dal lavoro utilizzati in progetti di formazione o riqualificazione professionale;
  • giudici onorari di pace e vice procuratori onorari.

Per questi lavoratori, a partire dal 1° luglio 2022, i limiti della retribuzione convenzionale su cui calcolare i premi assicurativi corrispondono a 59,27 euro giornalieri e 1.481,73 euro mensili.

Gli altri lavoratori interessati dalla rivalutazione sono:

  • Familiari partecipanti all’impresa familiare (art. 230-bis c.c) per i quali si prevede un limite di 59,51 euro giornalieri e 1.487,74 euro mensili;
  • Lavoratori di società ex compagnie e gruppi portuali per i quali si prevede un limite di 1.325,64 euro calcolati su 12 giorni mensili;
  • Lavoratori dell’area dirigenziale senza contratto part-time per i quali il limite è pari a 110,07 euro giornalieri e 2.751,78 euro mensili;
  • Lavoratori dell’area dirigenziale con contratto part-time per i quali il limite è pari a 13,76 euro orari (110,07:8);
  • Lavoratori parasubordinati per i quali è prevista una soglia minima di 1.481,73 euro mensili ed una massima di 2.751,78 euro calcolati sui compensi effettivi;
  • Sportivi professionisti dipendenti per i quali è prevista una soglia minima di 17.780,70 euro annuali ed una massima di 33.021,30 euro calcolati sulla retribuzione effettiva.

Tra le categorie interessate dalla rivalutazione degli importi è compresa anche quella relativa agli alunni e studenti delle scuole o istituti di istruzione di ogni ordine e grado, non statali, che svolgono esperienze tecnico-scientifiche oppure esercitazioni pratiche o di lavoro.

La misura del premio annuale a persona aumenta proporzionalmente da 2,79 euro a 2,84 euro.

Dato che il periodo assicurativo inizia il 1° novembre e termina il 31 ottobre dell’anno successivo, l’importo dovuto per la regolazione dell’anno scolastico 2021/2022 risulta uguale a 2,81 euro (calcolato sommando 8/12 di 2,79 euro e 4/12 di 2,84 euro). Pertanto, in ordine al periodo gennaio-ottobre 2022, in sede di regolazione dei premi per il suddetto periodo, va applicata una integrazione di 0,02 euro rispetto al premio di 2,79 euro già richiesto.

Di seguito il prospetto degli importi da applicare per la regolazione del premio 2021/2022 e per l’anticipo del premio 2022/2023:

ALUNNI E STUDENTI DI SCUOLE O ISTITUTI NON STATALI

PREMIO ANNUALE A PERSONA

Anno scolastico 2021/2022 – Regolazione

2,81 euro

Anno scolastico 2021/2022 – Anticipo

2,84 euro

 

Per quanto riguarda gli allievi dei corsi ordinamentali di istruzione e formazione professionale regionali curati dalle istituzioni formative e dagli istituti scolastici paritari (allievi IeFP), la liquidazione del premio è a carico delle istituzioni formative e degli istituti scolastici paritari accreditati dalle Regioni.

Questo premio speciale è fissato in riferimento alla retribuzione convenzionale giornaliera pari al minimale di rendita in vigore all’inizio dell’anno formativo ed è aggiornato automaticamente in relazione alle variazioni apportate.

La retribuzione minima giornaliera è fissata in 59,27 euro ed il premio speciale unitario annuale in 64,01 euro.

L’onere aggiuntivo a carico del bilancio dello Stato, per i maggiori rischi legati all’attività svolta, è rideterminato in 50,86 euro a partire dal 1° settembre 2022, data di inizio dell’anno formativo 2022/2023.

Ad maiora

IL PRESIDENTE
Edmondo Duraccio

 

 (*) Rubrica riservata agli iscritti nell’Albo dei Consulenti del Lavoro della Provincia di Napoli. E’ fatto, pertanto, divieto di riproduzione anche parziale. Diritti legalmente riservati agli Autori

 

ED/FC

N° 169/2022 del 26/09/2022

L’Inps, con la circolare n° 100 del 12 settembre scorso, ha comunicato la variazione del tasso di interesse di dilazione e di differimento o delle sanzioni per omesso o ritardato versamento dei contributi previdenziali ed assistenziali.   L’INPS con la circolare n° 100 del 12 settembre 2022 ha reso noto l’ulteriore aumento del tasso di […]

Leggi di più

N° 168/2022 del 23/09/2022

Nuove regole in materia di tenuta e conservazione delle scritture e registri fiscali obbligatori   La Legge n.122/2022 di conversione del D.L. n. 73/2022 (id: Decreto Semplificazioni) ha disposto il venir meno dell’obbligo annuale di conservazione sostitutiva digitale dei registri contabili elettronici, modificando quanto previsto dall’articolo 7, comma 4-quater del D.L. n. 357/1994, viene infatti […]

Leggi di più

N° 167/2022 del 22/09/2022

La mera dimenticanza in fase dichiarativa della compilazione del quadro per la rivalutazione dei beni di impresa non fa venir meno gli effetti della particolare misura se comunicata mediante dichiarazione integrativa.   L'Agenzia delle Entrate con la risposta ad Interpello n°443 del 2 settembre 2022, chiarisce che è possibile rimediare alla omessa compilazione del quadro […]

Leggi di più

N° 165/2022 del 20/09/2022

Sgravio contributivo per assunzione di dipendenti di aziende in crisi L’INPS, con la circolare n. 99 del 7 settembre 2022, fornisce le istruzioni operative per l’accesso allo sgravio contributivo riconosciuto ai datori di lavoro privati che assumono con contratto di lavoro a tempo indeterminato, lavoratori subordinati, indipendentemente dalla loro età anagrafica, da imprese per le quali […]

Leggi di più

N° 164/2022 del 19/09/2022

Il Ministero per lo Sviluppo Economico attua il Bonus Fiere, istituendo i termini e le modalità per presentare la domanda Il Ministero per lo Sviluppo Economico, con il Decreto del 04/08/2022, G.U. n.195 del 22 agosto, che attua la norma introdotta dall'articolo 25-bis del primo decreto Aiuti (id: DL n. 50/2022), ha reso operativo, con […]

Leggi di più

N° 163/2022 del 16/09/2022

La residenza in un paese terzo non è di ostacolo a stabilire il domicilio fiscale in Italia ed a considerare il contribuente quale soggetto passivo di imposta.   L'Agenzia delle Entrate con la risposta ad Interpello n°429 del 16 agosto 2022, chiarisce che la residenza in un Paese terzo (Regno Unito) non è di ostacolo […]

Leggi di più

N° 162/2022 del 15/09/2022

E’ operativo dal 31 agosto 2022 il Registro nazionale delle attività sportive dilettantistiche   Dal 31 agosto, presso il Dipartimento per lo sport della Presidenza del Consiglio dei Ministri, è operativo il Registro nazionale delle attività sportive dilettantistiche che deve assolvere alle funzioni di certificazione della natura dilettantistica di società e associazioni sportive, così come disposto dall’articolo […]

Leggi di più

N° 161/2022 del 14/09/2022

Le novità introdotte dal decreto legislativo n. 104 del 27 giugno 2022 in attuazione della direttiva UE 2019/1152 del Parlamento europeo e del Consiglio del 20 giugno 2019, relativa a condizioni di lavoro trasparenti e prevedibili.   Con il d.lgs. 104/2022 (c.d. Decreto “Trasparenza”) pubblicato sulla Gazzetta ufficiale del 29 luglio u.s., è stata data […]

Leggi di più

N° 160/2022 del 13/09/2022

Il documento di cortesia emesso dagli spedizionieri non è valido per la registrazione contabile e la detrazione ai fini iva dell'imposta pagata al momento dell'importazione.   L'Agenzia delle Entrate con la risposta ad Interpello n° 417 del 5 agosto 2022, chiarisce che le informazioni e i valori contenuti in un "documento comprovante l'importazione", come ad […]

Leggi di più

N° 159/2022 del 12/09/2022

Il riaddebito dell’imposta di bollo costituisce componente positivo di reddito per il contribuente in regime forfettario. A.D.E. Risposta ad interpello n.428 del 12 agosto 2022   L’interpello n. 428/2022 del 12/08/2022 dell’Agenzia delle Entrate chiarisce che il riaddebito dell’imposta di bollo costituisce compenso/ricavo per il contribuente che adotti il regime forfettario di cu all’art.1 commi […]

Leggi di più

Privacy Policy
Cookie Policy
Termini e Condizioni

I contenuti di questo sito sono coperti da copyright - 2016 PORTALE UFFICIALE dei CDL di NAPOLI - Powered by WSTAFF