Il Portale per i CDL di Napoli - Organo Ufficiale dell'Ordine

 
N° 169/2022 del 26/09/2022

L’Inps, con la circolare n° 100 del 12 settembre scorso, ha comunicato la variazione del tasso di interesse di dilazione e di differimento o delle sanzioni per omesso o ritardato versamento dei contributi previdenziali ed assistenziali.

 

L’INPS con la circolare n° 100 del 12 settembre 2022 ha reso noto l’ulteriore aumento del tasso di interesse per operazioni di dilazione e di differimento, nonché delle sanzioni civili per omesso o ritardato versamento dei contributi previdenziali ed assistenziali.

Solo due mesi fa, con la circolare n° 98 del 29 agosto, il tasso era già salito di 0,50 punti, attestandosi sul 6,50% annuo per dilazione e differimento, con una sanzione pari al 6% per mancato o ritardato pagamento di contributi o premi.

Tali variazioni sono diretta conseguenza delle indicazioni di politica monetaria ad opera della Banca Centrale Europea; la BCE, infatti, con la decisione dell’8 settembre u.s. ha previsto un innalzamento pari a 75 punti base del tasso di interesse sulle operazioni di rifinanziamento principali dell’Eurosistema (ex TUR) che, a decorrere dal 14 settembre 2022 è pari all’1,25%.

La novità introdotta prevede che il pagamento rateale dei debiti dovuti agli enti gestori di forme di previdenza e assistenza obbligatorie per le richieste inoltrate a decorrere dal 14 settembre sarà sottoposto ad un tasso pari al 7,25% annuo; resta fermo il tasso di interesse precedentemente in vigore per i piani di ammortamento già emessi e notificati sino a tale data.

Anche nel caso di autorizzazione al differimento del termine di versamento dei contributi – sempre a decorrere dal 14 settembre – troverà applicazione il nuovo tasso del 7,25% annuo a partire dalla contribuzione relativa al mese di agosto 2022.

Chiaramente, tale aumento si riflette anche sulle sanzioni civili relative a omessi o tardivi pagamenti di contributi o premi; difatti secondo quanto dispone l’art. 116, comma 8, lettera a), della legge n. 388/2000, la suddetta sanzione è pari al tasso ufficiale di riferimento maggiorato di 5,5 punti. Pertanto, la sanzione per mancato o tardivo versamento si attesta al 6,75% in ragione d’anno (tasso dell’1,25% maggiorato di 5,5%).

La stessa si applica anche:

  • nel caso in cui il datore di lavoro, con intenzioni evasive, occulti rapporti di lavoro in essere e le retribuzioni erogate omettendo o falsificando le registrazioni obbligatorie, qualora la denuncia della situazione debitoria sia effettuata spontaneamente prima di contestazioni o richieste da parte degli enti impositori e comunque entro dodici mesi dal termine stabilito per il pagamento dei contributi o premi e sempreché il versamento dei contributi o premi sia effettuato entro trenta giorni dalla denuncia stessa (ex art. 116, comma 8, lettera b), secondo periodo, della legge n. 388/2000);
  • nel caso in cui il mancato o ritardato pagamento derivi da oggettive incertezze connesse a orientamenti giurisprudenziali o amministrativi contrastanti sulla ricorrenza dell'obbligo contributivo, successivamente riconosciuto in sede giudiziale o amministrativa, sempreché il versamento dei contributi o premi sia effettuato entro il termine fissato dagli enti impositori.

Nelle procedure concorsuali le sanzioni ridotte andranno calcolate nella misura del TUR (1,25%), perché comunque superiore a quella dell’interesse legale, ma nel caso di evasione contributiva il tasso andrà maggiorato del 2% salendo al 3,25%.

Ad maiora

IL PRESIDENTE
Edmondo Duraccio

 

 (*) Rubrica riservata agli iscritti nell’Albo dei Consulenti del Lavoro della Provincia di Napoli. E’ fatto, pertanto, divieto di riproduzione anche parziale. Diritti legalmente riservati agli Autori

 

ED/FC

N° 213/2022 del 25/11/2022

Dichiarazioni doganali con abbandono del DAU dal 30 novembre 2022 e nuove modalità di gestione in modalità digitale.   L'Agenzia delle Dogane, con Avviso – Prot. 511592 del 11 novembre 2022 – rende nota la imminente operatività della procedura di presentazione e di gestione delle dichiarazioni doganali con le modalità digitali. La piena automazione del […]

Leggi di più

N° 212/2022 del 24/11/2022

Imposta di bollo sulle fatture elettroniche: il versamento del 30 novembre   Il 30 novembre scade il termine per effettuare il versamento dell’imposta di bollo assolta in maniera virtuale sulle fatture emesse. Ricordiamo che l’imposta di bollo (nella misura fissa di € 2,00) deve essere assolta nel caso di emissione di determinati documenti, tra cui […]

Leggi di più

N° 211/2022 del 23/11/2022

L’Inail comunica la pubblicazione del bando BIT   Il 7 novembre 2022, l’INAIL ha comunicato la pubblicazione, in collaborazione con ARTES 4.0, del bando BIT con il quale si intende incentivare le imprese a realizzare progetti di innovazione, ricerca industriale e di sviluppo sperimentale, finalizzati alla riduzione del fenomeno infortunistico/tecnopatico o che abbiano una riconoscibile […]

Leggi di più

N° 210/2022 del 22/11/2022

Congedo parentale e facoltativo del padre: completati gli aggiornamenti procedurali è ora possibile inviare le domande in via telematica   Con il messaggio n. 4025 dell’8 novembre 2022, l’INPS comunica il completamento degli aggiornamenti procedurali per la presentazione delle domande di congedo parentale dei lavoratori dipendenti e dei lavoratori iscritti alla Gestione separata, nonché per […]

Leggi di più

N° 209/2022 del 21/11/2022

L’Inps, con il messaggio n° 4042 del 9 novembre scorso, ha fornito chiarimenti su decorrenza, modalità di calcolo, cumulabilità e portabilità dello sgravio contributivo riconosciuto alle lavoratrici che rientrano dal congedo di maternità   L’INPS, con messaggio n° 4042 del 9 novembre 2022, fornisce chiarimenti in merito all’esonero dal versamento dei contributi previdenziali, nella misura […]

Leggi di più

N° 208/2022 del 18/11/2022

Ai nastri di partenza il nuovo Bonus per i genitori separati o divorziati La piena operatività del Bonus per i genitori separati o divorziati è stata definita dal Dpcm del 23 agosto 2022, finalmente pubblicato nella Gazzetta Ufficiale di mercoledì 26 ottobre 2022. Si tratta di un contributo economico previsto inizialmente dal DL n. 41/2021 […]

Leggi di più

N° 207/2022 del 17/11/2022

La Corte di Giustizia Tributaria di primo grado di Venezia ha rimesso al giudizio della Corte Costituzionale la questione di legittimità su molte disposizioni introdotte dalla legge n° 130/2022 di riforma della giustizia tributaria. CGT  1° di Venezia – Ordinanza n°402 del 31 ottobre 2022   Il 16 settembre 2022 è entrata in vigore la […]

Leggi di più

N° 206/2022 del 16/11/2022

Dichiarazione IVA anno d’imposta 2019: pronte le comunicazioni di eventuali anomalie   Con provvedimento n. 408592 del 4 novembre 2022 l’Agenzia delle Entrate fa presente che saranno rese disponibili, in attuazione dell’articolo 1, commi da 634 a 636, della legge 23 dicembre 2014, n. 190, apposite comunicazioni di eventuali discordanze tra le dichiarazioni ai fini […]

Leggi di più

N° 205/2022 del 15/11/2022

L’AdE con circolare n° 35 del 4 novembre 2022, fornisce chiarimenti in merito al superamento del limite di 600 euro per i fringe benefit   L’Agenzia delle Entrate, con la circolare n. 35 del 2022, ha fornito chiarimenti in merito alla tassazione dei Fringe benefit in caso di superamento del limite di 600,00 euro previsto, […]

Leggi di più

N° 204/2022 del 14/11/2022

L’Inps, con la circolare n° 122 del 27 ottobre scorso, fa il punto della situazione sulle prestazioni a sostegno della genitorialità per i lavoratori dipendenti e autonomi   L’INPS, con la circolare n° 122 del 27 ottobre 2022, fornisce le prime indicazioni operative per illustrare le novità introdotte dal provvedimento in favore dei lavoratori dipendenti […]

Leggi di più

Privacy Policy
Cookie Policy
Termini e Condizioni

I contenuti di questo sito sono coperti da copyright - 2016 PORTALE UFFICIALE dei CDL di NAPOLI - Powered by WSTAFF