Il Portale per i CDL di Napoli - Organo Ufficiale dell'Ordine

 
N° 205/2022 del 15/11/2022

L’AdE con circolare n° 35 del 4 novembre 2022, fornisce chiarimenti in merito al superamento del limite di 600 euro per i fringe benefit

 

L’Agenzia delle Entrate, con la circolare n. 35 del 2022, ha fornito chiarimenti in merito alla tassazione dei Fringe benefit in caso di superamento del limite di 600,00 euro previsto, per il solo anno 2022, dal decreto Aiuti bis.

L’articolo 12 del D.L n. 115 del 9 agosto 2022, convertito, con modificazioni, dalla legge 21 settembre 2022, n. 142, dispone che, soltanto per il periodo d’imposta 2022, il valore dei beni ceduti e dei servizi prestati al lavoratore dipendente, nonché le somme erogate o rimborsate al medesimo dal datore di lavoro per il pagamento delle utenze domestiche del servizio idrico integrato, dell’energia elettrica e del gas naturale, non concorrono a formare il reddito imponibile ai fini dell’imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF) nel limite complessivo di euro 600,00, in deroga a quanto previsto dall’articolo 51, comma 3, del Testo unico delle imposte sui redditi (TUIR). Quest’ultimo prevede la non concorrenza al reddito imponibile ai fini dell’IRPEF, per i beni ceduti e i servizi prestati al lavoratore, nel limite di euro 258,23 nonché, in caso di superamento di questo limite, l’inclusione nel reddito imponibile dell’intero ammontare e non solo della quota eccedente il medesimo limite. Già negli anni 2020 e 2021 il consueto limite di euro 258,23 era stato innalzato eccezionalmente a euro 516,46.

Con la circolare in commento l’Agenzia delle Entrate, interpretando in modo restrittivo il dettato dell’art. 12 del Decreto Aiuti-bis, ha chiarito che qualora in sede di conguaglio la somma del valore dei beni o dei servizi prestati, nonché delle somme erogate o rimborsate ai lavoratori dai datori di lavoro per il pagamento delle utenze domestiche del servizio idrico integrato, dell’energia elettrica e del gas naturale, risultasse superiore al limite di 600,00 euro, l’intero importo corrisposto, compresa la quota di valore inferiore al medesimo limite, dovrà essere assoggettato a tassazione e a contribuzione.

La norma in commento, inoltre, prevede che non concorrano a formare il reddito di lavoro dipendente, oltre al valore dei beni ceduti e dei servizi prestati, anche le somme erogate o rimborsate dal datore di lavoro ai propri lavoratori dipendenti per il pagamento delle utenze domestiche del servizio idrico integrato, dell’energia elettrica e del gas naturale. L’Agenzia a tal proposito precisa che le utenze devono riguardare immobili adibiti ad abitazione, di proprietà o detenuti in base a titolo idoneo dal dipendente, dal coniuge o suoi familiari, a prescindere che negli stessi abbiano o meno stabilito la residenza o il domicilio, a patto che ne sostengono effettivamente le spese.  Inoltre, vi rientrano anche le spese intestate al condominio e ripartite, ovviamente per la sola quota rimasta a carico del lavoratore, a titolo di condomino. Si chiarisce, inoltre che è necessario acquisire e conservare tutta la documentazione giustificativa di spesa o, in alternativa, una dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà ai sensi del DPR 445/2000 del lavoratore, dalla quale risultino le stesse informazioni (intestatario fattura, tipologia utenza, importo pagato, ecc.). Una seconda dichiarazione sostitutiva del lavoratore è necessaria anche per attestare che le spese non sono già state oggetto di rimborso, sia totale che parziale.

La circolare si sofferma anche sul rapporto con il cosiddetto “bonus carburante”, precisando che rispetto a quest’ultimo, il limite più elevato di esenzione dei benefit rappresenta un'agevolazione ulteriore, diversa e autonoma. Ne consegue che l’esenzione da tasse e contributi con il limite di 200,00 euro per uno o più buoni carburanti si aggiunge a quella dei 600,00 euro per l'insieme di altri beni e servizi, compresi eventuali ulteriori buoni carburanti, nonché per le somme erogate o rimborsate per il pagamento delle utenze. Si precisa, infine che, anche per il bonus carburanti l'eventuale superamento del limite di 200,00 euro comporta la tassazione dell'intero buono erogato.

Ad maiora

IL PRESIDENTE
Edmondo Duraccio

 

 (*) Rubrica riservata agli iscritti nell’Albo dei Consulenti del Lavoro della Provincia di Napoli. E’ fatto, pertanto, divieto di riproduzione anche parziale. Diritti legalmente riservati agli Autori

 

ED/GA

N° 16/2023 del 30/01/2023

CISOA anche per gli apprendisti L’INPS, con la circolare n. 1 del 4 gennaio 2023, comunica le modifiche concernenti gli aspetti di natura contributiva susseguenti all’entrata in vigore delle nuove disposizioni in materia di Cassa Integrazione Salariale Operai Agricoli (CISOA) relativamente ai lavoratori assunti con contratto di apprendistato. Facendo seguito alle modifiche apportate in tema di contribuzione […]

Leggi di più

N° 15/2023 del 27/01/2023

Fatturazione elettronica e regime forfettario   Con risposta a FAQ n. 150, pubblicata il 22 dicembre 2022, l’Agenzia delle Entrate chiarisce che ai fini dell’individuazione dei limiti che fanno insorgere l’obbligo di procedere alla fatturazione in modalità elettronica, non rileva il raggiungimento e/o il superamento dei limiti relativi all’anno d’imposta 2022. Ricordiamo che l’art. 18 […]

Leggi di più

N° 14/2023 del 26/01/2023

Indicazioni operative per la fruizione dell’esonero contributivo previsto in favore dei datori di lavoro in possesso della certificazione della parità di genere   L’INPS, con circolare n. 137 del 27 dicembre 2022, ha illustrato le modalità di richiesta e di fruizione dell’esonero contributivo per i datori di lavoro che abbiano conseguito la certificazione della parità […]

Leggi di più

N° 13/2023 del 25/01/2023

No al controllo dei metadati della posta elettronica dei dipendenti senza adeguate tutele per la riservatezza e in violazione delle norme che limitano il controllo a distanza dei lavoratori   Con ordinanza ingiunzione del 1° dicembre 2022, il Garante per la privacy ha comminato una sanzione di 100.000 euro alla Regione Lazio per illecito controllo di metadati delle […]

Leggi di più

N° 12/2023 del 24/01/2023

Al via la registrazione telematica dei contratti di comodato tramite modello "RAP" di registrazione atto privato.   L'Agenzia delle Entrate con il Provvedimento n° 465502 del 19 dicembre 2022, nell’ambito del processo di telematizzazione nei rapporti tra cittadini/contribuenti e fisco, ha approvato il nuovo modello per la “Richiesta di registrazione di atto privato” (id: modello RAP) […]

Leggi di più

N° 11/2023 del 23/01/2023

Il GPDP pubblica la scheda informativa relativa agli strumenti di tutela dell’interessato   Con notizia del 6 dicembre 2022, il Garante per la protezione dei dati personali, ha comunicato la pubblicazione di una scheda informativa relativa agli strumenti di tutela dell’interessato. Come noto, il cittadino può esercitare il proprio diritto di accesso, rettifica e cancellazione […]

Leggi di più

N° 10/2023 del 20/01/2023

L’Agenzia delle Entrate istituisce i codici tributo per l’utilizzo in compensazione, tramite modello F24, dei crediti relativi al Superbonus dallo scorso 1° novembre 2022   L’Agenzia delle Entrate, con la risoluzione n.71 del 7 dicembre 2022, ha predisposto, per le comunicazioni delle opzioni eseguite a decorrere dal 1° novembre 2022, riguardanti i crediti d’imposta Superbonus […]

Leggi di più

N° 09/2023 del 19/01/2023

Doppio riscatto della laurea per i liberi professionisti   Importante chiarimento dell’INPS in materia di “riscatto” della laurea per i liberi professionisti che, da sempre, è stato oggetto di dispute “pensionistiche”. L’INPS, infatti, con il messaggio n. 4419 del 7 dicembre 2022, “riservato” ai suoi uffici e non pubblicato, quindi, sul sito istituzionale, fornisce precisazioni […]

Leggi di più

N° 08/2023 del 18/01/2023

Assegno Unico ed Universale: l’INPS corrisponderà in continuità la prestazione da marzo 2023   La circolare 132 del 15 dicembre 2022 dell’INPS fornisce chiarimenti ed indicazioni circa la corresponsione in continuità dell’Assegno Unico ed Universale a partire dal mese di marzo 2023. Ricordiamo che l’AUU costituisce un beneficio economico attribuito, su base mensile, per il […]

Leggi di più

N° 07/2023 del 17/01/2023

EUROSTAT – indagine quadriennale sui costi del lavoro, anno di riferimento 2020 – sul costo del lavoro orario nei paesi dell’unione europea   Lo scorso 8 dicembre, l’ufficio statistico dell'Unione europea ha pubblicato i risultati dell’indagine quadriennale sul livello e sulla struttura del costo del lavoro, delle ore lavorate e delle ore retribuite per i […]

Leggi di più

Privacy Policy
Cookie Policy
Termini e Condizioni

I contenuti di questo sito sono coperti da copyright - 2016 PORTALE UFFICIALE dei CDL di NAPOLI - Powered by WSTAFF