Il Portale per i CDL di Napoli - Organo Ufficiale dell'Ordine

 
N° 207/2022 del 17/11/2022

La Corte di Giustizia Tributaria di primo grado di Venezia ha rimesso al giudizio della Corte Costituzionale la questione di legittimità su molte disposizioni introdotte dalla legge n° 130/2022 di riforma della giustizia tributaria. CGT  1° di Venezia – Ordinanza n°402 del 31 ottobre 2022

 

Il 16 settembre 2022 è entrata in vigore la legge di riforma della giustizia tributaria n°130 del 31 agosto 2022 che ha inciso sia sull’ordinamento (id: D.Lgs. n°545/1992) e sia sul processo tributario (id: D.Lgs. n° 546/1992) con una sorta di re-styling delle norme, in attuazione dei principi dettati dal PNRR.

La Corte di Giustizia Tributaria di I grado di Venezia Sezione 1, riunita in udienza il 29/09/2022, chiamata a pronunciarsi sul ricorso in riassunzione proposto da una società contribuente contro l’Agenzia delle Entrate – Direzione Regionale Veneto – ha ritenuto di non poter adottare alcuna decisione nella controversia senza  avere prima sottoposto alla Corte Costituzionale la questione di legittimità di alcune delle norme che disciplinano l’ordinamento giudiziario tributario così come sono state di recente novellate a mezzo della legge n.130 del 31.08.2022.

Nelle more di tale decisione, l’ordinanza individua la rilevanza delle questioni proposte rispetto al giudizio in corso, nella generale “serenità che deve imprescindibilmente presiedere e preesistere all’atto del giudicare e determina – fino al momento dello scioglimento di tali dubbi – la paralisi della funzione decisoria, non più libera di esprimersi in autonomia perché viziata dalla consapevolezza della esistenza di norme che sono idonee ad incidere sullo status dei giudicanti in modo tale da condizionarne decisivamente l’imparzialità”.

In particolare, è descritto nell’Ordinanza di rimessione in commento, non si è inteso  invocare un intervento di riscrittura o di novellazione di tutte le norme che sono state censurate, “bensì si è inteso evidenziare come, per effetto di una molteplicità di disposizioni normative, l’affidamento proprio al Ministero dell’Economia e delle Finanze dei compiti di supporto e di organizzazione personale e strumentale riguardo all’ordinamento giudiziario tributario ed il vero e proprio inquadramento organico nel ridetto plesso Amministrativo della categoria del “personale giudicante” (sia onorario che di carriera) a detto Ordinamento Giudiziario assegnato creino un vulnus insanabile e persistente (anche oltre il termine del lunghissimo periodo transitorio che è stato delineato con la legge n.130/2022) alle guarentigie di autonomia ed indipendenza che costituiscono il necessario “prius” della funzione giudicante”.

Non vi è dubbio, esplicita CGT di Venezia che si pone un problema di conflitto di interessi su tutte le norme che attribuiscono competenza gestionale e di supporto amministrativo in ordine all’organizzazione giudiziaria tributaria al MEF anziché ad altra Amministrazione Centrale dello Stato; un vero e proprio “Giano bifronte” (così viene definito il MEF)  che non è da credere che possa – con la medesima capacità di astrazione dalla cura dei propri concreti interessi – occuparsi di affari con detti interessi concettualmente confliggenti.

Al vaglio della Consulta, inoltre:

la disciplina sulla composizione del Consiglio di Presidenza della Giustizia Tributaria per la consiliatura successiva all’entrata in vigore della legge;

le nuove previsioni che contemplano, come requisito di accesso al concorso interno per il tramutamento alle funzioni superiori, che il componente dell’ordinamento giudiziario tributario abbia garantito almeno un rapporto del 60% tra provvedimenti depositati entro il termine di un mese e provvedimenti complessivamente depositati.

In conclusione, nel disporre l’immediata trasmissione degli atti alla Corte Costituzionale, i giudici hanno dichiarato non manifestamente infondati i dubbi espressi, in palese contrasto con le norme parametro di rango costituzionale e pertanto hanno richiesto la verifica della fondatezza di ciascuno dei predetti dubbi.

Ad maiora

IL PRESIDENTE
Edmondo Duraccio

 

 (*) Rubrica riservata agli iscritti nell’Albo dei Consulenti del Lavoro della Provincia di Napoli. E’ fatto, pertanto, divieto di riproduzione anche parziale. Diritti legalmente riservati agli Autori


ED/PDN

N° 16/2023 del 30/01/2023

CISOA anche per gli apprendisti L’INPS, con la circolare n. 1 del 4 gennaio 2023, comunica le modifiche concernenti gli aspetti di natura contributiva susseguenti all’entrata in vigore delle nuove disposizioni in materia di Cassa Integrazione Salariale Operai Agricoli (CISOA) relativamente ai lavoratori assunti con contratto di apprendistato. Facendo seguito alle modifiche apportate in tema di contribuzione […]

Leggi di più

N° 15/2023 del 27/01/2023

Fatturazione elettronica e regime forfettario   Con risposta a FAQ n. 150, pubblicata il 22 dicembre 2022, l’Agenzia delle Entrate chiarisce che ai fini dell’individuazione dei limiti che fanno insorgere l’obbligo di procedere alla fatturazione in modalità elettronica, non rileva il raggiungimento e/o il superamento dei limiti relativi all’anno d’imposta 2022. Ricordiamo che l’art. 18 […]

Leggi di più

N° 14/2023 del 26/01/2023

Indicazioni operative per la fruizione dell’esonero contributivo previsto in favore dei datori di lavoro in possesso della certificazione della parità di genere   L’INPS, con circolare n. 137 del 27 dicembre 2022, ha illustrato le modalità di richiesta e di fruizione dell’esonero contributivo per i datori di lavoro che abbiano conseguito la certificazione della parità […]

Leggi di più

N° 13/2023 del 25/01/2023

No al controllo dei metadati della posta elettronica dei dipendenti senza adeguate tutele per la riservatezza e in violazione delle norme che limitano il controllo a distanza dei lavoratori   Con ordinanza ingiunzione del 1° dicembre 2022, il Garante per la privacy ha comminato una sanzione di 100.000 euro alla Regione Lazio per illecito controllo di metadati delle […]

Leggi di più

N° 12/2023 del 24/01/2023

Al via la registrazione telematica dei contratti di comodato tramite modello "RAP" di registrazione atto privato.   L'Agenzia delle Entrate con il Provvedimento n° 465502 del 19 dicembre 2022, nell’ambito del processo di telematizzazione nei rapporti tra cittadini/contribuenti e fisco, ha approvato il nuovo modello per la “Richiesta di registrazione di atto privato” (id: modello RAP) […]

Leggi di più

N° 11/2023 del 23/01/2023

Il GPDP pubblica la scheda informativa relativa agli strumenti di tutela dell’interessato   Con notizia del 6 dicembre 2022, il Garante per la protezione dei dati personali, ha comunicato la pubblicazione di una scheda informativa relativa agli strumenti di tutela dell’interessato. Come noto, il cittadino può esercitare il proprio diritto di accesso, rettifica e cancellazione […]

Leggi di più

N° 10/2023 del 20/01/2023

L’Agenzia delle Entrate istituisce i codici tributo per l’utilizzo in compensazione, tramite modello F24, dei crediti relativi al Superbonus dallo scorso 1° novembre 2022   L’Agenzia delle Entrate, con la risoluzione n.71 del 7 dicembre 2022, ha predisposto, per le comunicazioni delle opzioni eseguite a decorrere dal 1° novembre 2022, riguardanti i crediti d’imposta Superbonus […]

Leggi di più

N° 09/2023 del 19/01/2023

Doppio riscatto della laurea per i liberi professionisti   Importante chiarimento dell’INPS in materia di “riscatto” della laurea per i liberi professionisti che, da sempre, è stato oggetto di dispute “pensionistiche”. L’INPS, infatti, con il messaggio n. 4419 del 7 dicembre 2022, “riservato” ai suoi uffici e non pubblicato, quindi, sul sito istituzionale, fornisce precisazioni […]

Leggi di più

N° 08/2023 del 18/01/2023

Assegno Unico ed Universale: l’INPS corrisponderà in continuità la prestazione da marzo 2023   La circolare 132 del 15 dicembre 2022 dell’INPS fornisce chiarimenti ed indicazioni circa la corresponsione in continuità dell’Assegno Unico ed Universale a partire dal mese di marzo 2023. Ricordiamo che l’AUU costituisce un beneficio economico attribuito, su base mensile, per il […]

Leggi di più

N° 07/2023 del 17/01/2023

EUROSTAT – indagine quadriennale sui costi del lavoro, anno di riferimento 2020 – sul costo del lavoro orario nei paesi dell’unione europea   Lo scorso 8 dicembre, l’ufficio statistico dell'Unione europea ha pubblicato i risultati dell’indagine quadriennale sul livello e sulla struttura del costo del lavoro, delle ore lavorate e delle ore retribuite per i […]

Leggi di più

Privacy Policy
Cookie Policy
Termini e Condizioni

I contenuti di questo sito sono coperti da copyright - 2016 PORTALE UFFICIALE dei CDL di NAPOLI - Powered by WSTAFF